Non ci si lascia mai completamente.

29 maggio 2019 ore 08:11 segnala


Seduto al tavolino di un bar, una domenica mattina come tante, ormai il sole abbastanza alto da scaldare dolcemente il viso, nonostante un vento fresco che ti invita ad indossare qualcosa di più pesante, ma non troppo, quel momento in cui assaporare una colazione leggera, vale tutti i pensieri che ti attraversano la mente, mentre ti godi un silenzio, disturbato da un brusio leggero, fatto di famiglie che piano riempiono la piazza.
I tavolini cominciano a riempirsi, mentre affondo la testa tra le pagine del giornale, e mi assento, quando percepisco un disagio sordo, così abbasso il giornale e a distanza di pochi tavoli la vedo, seduta con il suo bimbo sulle gambe, il marito che parcheggia sapientemente il passeggino, quasi stesse sistemando la Ferrari, ed il cuore rallenta per un istante in un tuffo innaturale, non mi ha visto, lo so, ed io la guardo, mentre sono ancora in vantaggio, poi lui le si avvicina, la bacia dolcemente e si allontana per ordinare.
I bimbo ride, e quel vuoto nello stomaco che ho ancora diventa contagioso, le nasce una smorfia di disagio sul viso, e poi i suoi occhi si sollevano, ed a quel punto e inevitabile che gli sguardi di riempiano uno dell'altro, e per tre secondi ci amiamo ancora, ci apparteniamo possedendoci, per poi distogliere abbassano il viso, mentre sulle labbra di entrambi si affaccia un sorriso che non ha bisogno di nessuna parola.
Mi Alzo per minimizzare il suo imbarazzo, infilo il giornale sotto il braccio, e mi stringo nel cappotto leggero, come mai prima così "coperta di Linus",
ma invece di girarmi le vado incontro, e senza guardarci, le sono alle spalle, rallento il passo in modo impercettibile e con l dorso della mano le accarezzo il collo, lei non si muove, come se lo avesse immaginato, è ora di andar via, mi allontano senza mai voltarmi, sapendo perfettamente di avere i suoi occhi addosso, che mi accompagnano.
e4302bef-393a-43ca-a263-6d519c3deb91
« immagine » Seduto al tavolino di un bar, una domenica mattina come tante, ormai il sole abbastanza alto da scaldare dolcemente il viso, nonostante un vento fresco che ti invita ad indossare qualcosa di più pesante, ma non troppo, quel momento in cui assaporare una colazione leggera, vale tutti ...
Post
29/05/2019 08:11:34
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5

Commenti

  1. kokeshi.36 29 maggio 2019 ore 10:13
    :-)) :fiore :bacio
  2. crenabog 29 maggio 2019 ore 12:19
    bellissima descrizione di uno quei rari momenti che valgono una vita e che annullano il rimpianto per quel che si è perduto.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.