Violenza sulle donne...e se magari fosse colpa dell'uomo?

04 settembre 2017 ore 21:54 segnala
Non è semplice ottenere dati scientifici sulla recuperabilità degli uomini maltrattanti. Grazie però all’elaborazione dei dati dei centri legati al Cam di Firenze si è visto che la difficoltà maggiore è quella di superare le prime fasi di terapia, quando il 40% dei pazienti abbandona e non torna più. Per coloro che invece continuano, si osserva che dopo due mesi interrompono la violenza fisica nei confronti delle loro compagne, e allo stesso tempo si sviluppa una riflessione sulle motivazioni che portano alla violenza psicologica, economica, sessuale. Il percorso, difficile, è documentato nel libro “Da uomo a uomo”, scritto dalla Pauncz e edito da Edizioni Centro Studi Erickson, che raccoglie molte e interessanti testimonianze di uomini che hanno deciso di rendere pubblica la propria esperienza.

Quando è il caso di rivolgersi a un Centro ascolto uomini maltrattanti? Ecco la lista fornita dal Cam di Firenze dei dieci comportamenti adottati nelle relazioni con la partner o con i figli che devono fungere da campanello di allarme, e spingere un uomo a rivolgersi a un centro specializzato.
  • Fare o dire delle cose che dopo fanno stare male
  • Cercare di impedire alla propria partner di fare qualcosa che voleva fare (Come mettere un particolare vestito, uscire con le amiche, avere un lavoro o studiare)
  • Seguire o controllare i movimenti della propria partner (magari telefonando o mandando costantemente messaggi ad orari strani)
  • Provocare paura nella partner e/o nei figli
  • Fare pressioni alla partner o ad altre donne per fare sesso quando non vogliono
  • Essere gelosi e/o accusare la partner di prestare troppa attenzione a qualcun altro
  • Schiaffeggiare, picchiare, spingere la propria partner o minacciare di farlo
  • Offendere, criticare, far sentire stupida per le proprie idee la propria compagna o/e i figli
  • Controllare le finanze, magari verificando tutte le spese di casa e non permettendo alla partner un uso personale dei soldi
  • Non riconoscere se stesso quando ci si comporta in un certo modo
b69675b5-13b5-4f61-a5c9-136fcb4a646e
Non è semplice ottenere dati scientifici sulla recuperabilità degli uomini maltrattanti. Grazie però all’elaborazione dei dati dei centri legati al Cam di Firenze si è visto che la difficoltà maggiore è quella di superare le prime fasi di terapia, quando il 40% dei pazienti abbandona e non torna...
Post
04/09/2017 21:54:31
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. Illumia1 06 settembre 2017 ore 15:16
    molto interessante il tuo post, diciamo che fa vedere le cose da un' altra prospettiva ciao
  2. ubaldo77 09 settembre 2017 ore 07:58
    In questa epoca di estrema superficialità e di grande condizionamento mediatico, mi sembra giusto dare spazio anche alle sofferenze opposte. Purtroppo passano spesso inosservate, vuoi perchè la cultura dominante vuole che il "maschio" sopporti tutte le avversità in silenzio; vuoi perchè l'apparire forti consente di sopravvivere alle calunnie e gli oltraggi, offrendo nuove possibilità esistenziali.
    Ciò non toglie che esistono violenze inaudite perpetrate da donne rapaci, dominate da sentimenti possessivi che toglierebbero il respiro anche agli uomini più volenterosi di questo mondo.
    Le leggi giustamente tutelano il "sesso debole" ma nella genericità del senso comune, purtroppo si annidano personaggi che speculano anche sulle carenze applicative in campo giudiziario.
    Questo fa sì che al buon senso spesso prevalga la cultura dell'ignoranza più gretta.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.