I nuovi miserabili

22 giugno 2018 ore 22:42 segnala
Quella che vedo oggi è una guerra tra poveri, i più si dividono tra loro, nell'ignoranza volutamente creata per meri scopi propagandistici, creata da coloro che ne traggono un vantaggio politico. Molte persone si ergono a baluardi del nulla, fieri del proprio patriottismo. Si ha una morbosa tendenza a stamparsi sulle chiappe una bella bandiera per simboleggiare la propria stupidità. Si viene fagocitati dagli stessi individui che continuano imperterriti ad alimentare l'odio tra i meno abbienti, poiché sono sempre alla disperata ricerca di una notorietà e di un consenso popolare che altrimenti non avrebbero. Tutti in marcia a gridare prima gli italiani mentre la gente muore nei campi, sfruttata e sottopagata, oppure affoga in mare su quella nave alla quale non è permesso approdare. Devo ammettere che questi sono anni d'oro per i bigotti che semplificano tutto pur di non affrontare i reali problemi che affliggono la società odierna. Si affronta la vita a colpi di slogan, basta chiudere gli occhi e andare avanti per la propria strada nell'illusione di essere superiori a tutto e a tutti.
Quando la fame porta alla miseria dell'animo umano, la politica si fa strada facendo leva sulla parte peggiore che risiede in noi. Questa situazione è il frutto di una società che è stata resa volutamente iniqua e che tenta disperatamente di sopravvivere pur essendo sbagliata.
4fccb45f-3f55-401f-8f53-1e561b0b076c
Quella che vedo oggi è una guerra tra poveri, i più si dividono tra loro, nell'ignoranza volutamente creata per meri scopi propagandistici, creata da coloro che ne traggono un vantaggio politico. Molte persone si ergono a baluardi del nulla, fieri del proprio patriottismo. Si ha una morbosa...
Post
22/06/2018 22:42:55
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4

Commenti

  1. aladelsilenzio 23 giugno 2018 ore 04:13
    nemmeno Hugo potrebbe smuovere la coscienza di questa disumanità senza speranza. dignità e giustizia giacciono inermi sul fondo del mare.

    :rosa
  2. CavaliereArcano 24 giugno 2018 ore 21:21
    L'essere umano è disumano, ipocrita e vigliacco. Ha il terrore di confrontarsi con una realtà diversa dalla sua. L'essere disumano va in chiesa tutte le domeniche e prega per la sua salvezza. Ripete a se stesso quanto sia buono e giusto con gli altri, ogni maledetto giorno. Se la prende con i più deboli e si genuflette dinanzi ai più forti. Nella sua crudeltà è un sempliciotto e non è consapevole della sua colpevolezza. In fondo a quel mare giace inerme la vera umanità.

    "dovette subire la sorte di tutti coloro che giungono per la prima volta in una cittadina dove ci son molte bocche che parlano e pochissime teste che pensano"

    Tratto da "I miserabili" di Victor Hugo

    :rosa

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.