Noi

05 giugno 2016 ore 21:39 segnala
Siamo sogni appena nati o già naufragati,
speranze sopravvissute alle difficoltà,
desideri che appagano al solo pensiero di realizzarli,
obiettivi da perseguire, mete da raggiungere.
Siamo lotte personali tra gioia e dolore,
lo sconforto di un attimo o a tempo indeterminato,
un'infinità di ricordi, scelte da mettere in discussione.
Siamo attori di uno spettacolo controverso,
commedia e dramma, giudizio e condanna.
Comparse e protagonisti per un pubblico senz'anima
con la presunzione di essere sempre nel giusto.
Siamo angeli senza ali per volare,
caduti esausti in lacrime nel mediocre, nel disagio.
Nemici della superficialità,
degli involucri vuoti, freddi, senza idee e pietà.
Siamo poveri eroi con il coraggio di guardarci dentro
e trovare la cruda realtà,
il nostro domani incerto, seviziato, calpestato.
Fedeli ad ogni istante passato e da inventare,
capaci di sentire ancora scorrere la vita.
b4dea889-f017-46be-82e8-3ff639935fcb
Siamo sogni appena nati o già naufragati, speranze sopravvissute alle difficoltà, desideri che appagano al solo pensiero di realizzarli, obiettivi da perseguire, mete da raggiungere. Siamo lotte personali tra gioia e dolore, lo sconforto di un attimo o a tempo indeterminato, un'infinità di ricordi,...
Post
05/06/2016 21:39:45
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    11

Commenti

  1. lupasogna 05 giugno 2016 ore 21:46
    "voi"... universo senza ideali, generosità, lacrime di gioia, sogni infranti, senza la forza e la paura di ricominciare da zero... niente da spartire col "voi", l'inutile scorrere del tempo senza vita.

    orsetto... :cuore
  2. CavaliereArcano 05 giugno 2016 ore 21:49
    "Questa è la mia missione
    Seguire quella stella
    Non importa quanto sia priva di speranza
    Non importa quanto sia distante"

    Lupacchiotta :cuore
  3. cignonero999 08 giugno 2016 ore 21:51
    Siamo...quello che siamo...
  4. CavaliereArcano 13 giugno 2016 ore 20:36
    Giusto, l'importante è cercare di scavalcare ogni volta un nuovo limite al fine di migliorarci, per noi stessi, per il nostro pianeta e per tutte le specie che lo abitano.

    Un saluto cignonero
  5. Moscan.sx 29 giugno 2016 ore 00:58
    E' straordinaria questa tua capacità di leggere le infinite variabili di un'anima a volte sconfitta e a volte incredibilmente vincente.. tutti uguali nella sofferenza delle illusioni e tutti così diversi nel rispondere alle difficoltà! Ciao
  6. CavaliereArcano 30 giugno 2016 ore 00:02
    Spesso mi si accusa di giudicare, ma principalmente sono giudice di me stesso, a volte duro e intransigente, a volte fin troppo tollerante o distratto. Proprio come dici, come tutti, così uguali, così diversi, uniti da sofferenza, paure, coraggio e speranze.

    Grazie Moscan
  7. AllegroRagazzo.Morto 30 giugno 2016 ore 22:41
    @CavaliereArcano
    non posso fare a men di pensare che chi accusi l'altrui persona di giudicare non è forse egli stesso il primo a farlo? Personalemente giudicare lascia la risorsa tempo immutaeta e poco efficientemente impiegata.

    Faccio o non faccio, spesso faccio male quando faccio e ancor più spesso non faccio ma vengo a compromessi con me stesso per aver lo possibilità di continuare a fare non fare...

    E se abbia sbagliato, e tolgo il se, mi assumo tutta le responsabilità necessaria perché a volte i mattoni c'è chi riesce a scricarli e chi invece se li porta dietro. E scrivere è fare e quindi anche scaricare un po' di mattoni per quel che mi riguarda.

    Leggere oltre modo è una grande e bella percezione ed è al pari di scrivere un gran bell'impiego della risorsa di cui sopra. Anch'io giudico me stesso per una deformazine ormai cronica del cammino che mi ritrovo a percorrere.

    Ciò detto mi riconsco in pieno sul (mio) domani incerto e non per questo smetto di andarvi incontro.
  8. CavaliereArcano 03 luglio 2016 ore 22:00
    Le parole non sono altro che l'estensione dei nostri pensieri che assumono forma attraverso l'esperienza di un'esistenza, prendono o perdono importanza a seconda di chi le pronuncia o le scrive e di chi le recepisce. Sono il mezzo più efficace per districarci tra i mattoni, i fardelli che ci portiamo appresso.
    Noi siamo quello che pensiamo e le azioni che ne conseguono, l'annunciare i pensieri è il preludio all'atto in sé, se così non fosse, rimarrebbero solo nuvole destinate a dissolversi. Soffermarsi a giudicare gli altri rispecchia la paura di rimettere in discussione le nostre convinzioni, le scelte, di accettare i nostri errori. Se soffochiamo le nostre idee per timore del confronto e del giudizio le imprigioniamo, le condanniamo a rimanere per sempre... inutili.

    "...un'idea, un concetto o un'idea finché resta un'idea è soltanto un'astrazione..." (Giorgio Gaber)


    Grazie AllegroRagazzo.Morto
  9. Elazar 29 settembre 2016 ore 00:12
    SIAMO, lo scandisci 5 volte e qualsiasi cosa definisca, quel predicato sovrasta di mille secoli ogni dimensione. Nemmeno singolare, plurale.

    "...vi sono più meraviglie tra la terra e il cielo che in tutta la filosofia..."
  10. CavaliereArcano 02 ottobre 2016 ore 19:56
    Tra cielo e terra e oltre, la vita prende forma in una danza senza tempo. Quasi a prendersi gioco di esso, continua a fiorire e appassire per poi rifiorire, inconsapevole della fine. E noi (siamo) tagliati fuori.

    Grazie Silvano
  11. vagarsenzameta 19 ottobre 2016 ore 08:34
    Inspiring
  12. CavaliereArcano 20 ottobre 2016 ore 12:24
    I'm glad you liked it, vagarsenzameta.
  13. vagarsenzameta 20 ottobre 2016 ore 12:29
    Astounding....ha ha,inglese a parte,lo trovo un bel pezzo,dall'aria un po dark a dire il vero,ma introspettivo alla maniera dei poeti maledetti,ma non del tutto negativo o negante della via di uscita verso una luce,uno spiraglio,qualcosa insomma.
  14. CavaliereArcano 20 ottobre 2016 ore 12:50
    Pur rendendomi conto che l'umanità ha perso su tutti i fronti, riesco ancora a percepire la vita che scorre, la mia, dei miei simili, degli animali, del pianeta. Non so dove questo scorrere ci porterà, spero a quel "qualcosa".

    Grazie, un saluto
  15. Stella.la7 25 novembre 2016 ore 12:07
    Tutti vorrebbero superare i propri limiti,
    ma analizzarli , secondo me è un errore, perché nel farlo diamo forza ai nostri “punti deboli”.
  16. CavaliereArcano 25 novembre 2016 ore 19:04
    Punto di vista senz'altro condivisibile anche se, per quanto mi riguarda, le mie scelte personali ed etiche mi spingono a riconoscere debolezze e limiti nel tentativo, a volte vano, di superarli. Altre volte, da quest'analisi esco rafforzato e perché no, anche un filo migliore.

    Grazie Stella.la7

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.