Angeli ed eroi contro tutto e contro tutti

29 luglio 2019 ore 12:46 segnala
Quanta solidarietà dall’opinione pubblica per quel carabiniere ucciso l’altra sera qui a Roma. Ne sono fiero, abituato a riscontrare in simili fatti di cronaca tanto cinismo e tanta cattiveria. Anche io, alla notizia, mi sono commosso. La gente migliore paga e pagherà sempre le conseguenze. E quanta ipocrisia pure dal mondo malavitoso esiste, all’occasione. Ma come? Quel tizio scippato di borsello a Trastevere emerge che altri non era che uno spacciatore di cocaina? … e chiama i carabinieri per farsi assistere ad un ricatto nei suoi confronti intentato da due extracomunitari sprovveduti di senno?

E’ proprio vero: il mondo gira al contrario. Ma di chi è la colpa di tutto questo girare? Ci sarà pure una mentalità (politica, economica e religiosa) che impone tutti questi paradossi. Ci sarà pure chi da questi fatti di cronaca trae beneficio nel portare ad esasperazione la gente che diffida di queste situazioni. Sembra di stare a viversi da protagonisti una puntata di “scherzi a parte”: un affidabile uomo viene ucciso (da extracomunitari o nazionali non fa alcuna differenza) e si richiede alla gente la solita manfrina del minutino di silenzio o del corteo a cui partecipare in massa con una cacchio di candela accesa che ti cola sulla mano della sua cera. Ignobile. E come ignobile è la trasmissione del “Scherzi a parte” che ti invita al prossimo appuntamento in programmazione la settimana successiva. Chi sarà la prossima vittima e quale scherzo di cattivo gusto dovrà subirsi? Tutto questo andrebbe abolito, a mio modesto avviso, con lo scopo di annientare tutti i malfattori in un solo colpo.

Invece … l’ipotetico spacciatore ottiene aiuto dalla giustizia e la giustizia lo aiuta con il braccio armato della società (agenti dell’ordine) deputato a contrastare e combattere l’illegalità. Siamo arrivati alla frutta. Non esiste più affermare con orgoglio “io sto con la legge”; esiste, invece, “io sto con essa se mi conviene”. Ad uno spacciatore (o truffatore che fosse) conviene, eccome. Tanto se dovesse uscire un agguato, un coltello o una sparatoria … è il tutore della legge che si farà carico di suo nel parare eventuali colpi. E’ un’ingiustizia bella e buona … e quel carabiniere altro non è che vittima di un sistema.

Dapprima si dovrebbe capire se chi ricorre alla legge ha diritto di farlo … e solo successivamente, appurato il diritto, si dovrebbe intervenire come se si fosse degli eroi o degli angeli. Così non è mai stato in quest’ultimi tempi. C’è qualche cosa che non è andato … nei gangli della società intera. Come si fa a chiedere la vita ad un’innocente persona che la vita la dovrebbe dare per giuramento per le cose serie? Manca di serietà in tutto ciò che accade. Manca di coerenza, di rispetto, di giustizia e di tante altre cose ormai cadute in disgrazia, purtroppo.

Quel carabiniere ucciso alla nostra società intera non ce lo darà indietro più nessuno. Anzi … fino a che non si capiranno certe cose … sarà considerato uno di meno che sapeva far del bene. E come lui tanta altra gente che con l’idea del bene sono cresciuti … e si sono ritrovati a soccombere dal male più assoluto. Alludo agli stupri, alle vessazioni, alle effrazioni in casa e alle botte per estorcerti denari. E’ tutto un paradisiaco mondo, il nostro paese, in cui pure dall’estero si viene per beneficiare dell’arte del delinquere.

Quest’andazzo che si vive ai tempi d’oggi ti fa passare la voglia pure di essere ottimisti. Anche fare beneficienza o aiutare in solido persone che se la passano male … ti fa capire quanto abbandono esiste nel quotidiano. Vedi pubblicità in cui ti chiedono donazioni per aiutare popoli e povera gente sparsa nel mondo … e vedi popoli e povera gente rimasta povera sparsa pure qui da noi. “Laicalmente” parlando sembra sia rimasto solo in piedi un antico detto: “aiutati che Dio ti aiuta”. Quale Dio, mi verrebbe da chiedere … visto che ce ne sono tanti?

Io pure, nel mio piccolo, opterei per fare delle donazioni economiche. Le farei ben volentieri se queste avessero un senso … se fossero in linea, insomma, con un pensiero unico volto all’altruismo. Per altruismo … non intendo aiutare indistintamente. Tutt’altro. Aiuterei solamente coloro i quali veramente hanno bisogno. Invece … il bisogno è degenerato all’inverosimile in ogni ambito. Fare una donazione di 100 euro a chi mi chiede denaro … è aggiungere quelle 100 euro alle altre donazioni ottenute per lo stesso scopo. Colui che ne beneficia, infatti (extracomunitario o nazionale), non farà altro modo che poterlo aiutare nella soddisfazione di raggiungere i suoi bisogni. Già … ma quali sono i bisogni dell’era moderna?

Quelli dell’era passata li conosciamo un po’ tutti: il pane, il vestiario, la dignità individuale e tante altre cose legate al sentimento umano. Oggi, invece, spesso questo sentimento erroneamente lo si lega al cellulare ultimo grido da detenere, alla droga da “assaporare” … e ai gratta e vinci (o similari) con cui tentare di svoltare nella vita. Di sudore e sacrifici … nemmeno a parlarne. Puoi fare beneficienza se questa è legata a questo specifico scopo? Non credo proprio. L’ultimo modello di cellulare me lo comprerei io … qualche piantina di marjuana la coltiverei io … e qualche gratta e vinci di alto guadagno me lo comprerei io ben volentieri. Invece … sudore e sacrificio viene a chiunque richiesto … altrimenti sai quanti ultimi “modelli” di stili di vita si adotterebbero tra la comune gente?

C’è chi è rimasto al passato e chi crede che gli usi e costumi moderni diano più soddisfazione (vedi il cane o il gatto da detenere nelle proprie case a dispetto dell’igiene). E’ un’indecenza bella e buona, specialmente se a conviverci è obbligata tutta la cittadinanza. Perché mai si garantiscono diritti a coloro i quali delinquono? Perché mai si debbono difendere pure quelli che estorcono denaro a quelli che spacciano o truffano la gente? Perché mai c’è da assumersi il rischio di ammalarsi per contagio o per contrarre malattie serie laddove l’igiene scarseggia di cultura? Andrebbe fatto un distinguo … invece … si garantiscono parti e situazioni illogiche. Chi vuole truffare truffi, chi vuole estorcere lo faccia pure e chi vuole ammalarsi non esiti a farlo … giacchè carabinieri di quella specie (angeli o eroi) li si trovano un po’ ovunque … anche se oggi, purtroppo, con un numero di meno. Perché si accetta tutto questo?
9b6e7cc7-b829-4a63-952e-8d16d0aa0609
« immagine » Quanta solidarietà dall’opinione pubblica per quel carabiniere ucciso l’altra sera qui a Roma. Ne sono fiero, abituato a riscontrare in simili fatti di cronaca tanto cinismo e tanta cattiveria. Anche io, alla notizia, mi sono commosso. La gente migliore paga e pagherà sempre le consegu...
Post
29/07/2019 12:46:53
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.