Chi troia un amico troia un tesoro

26 giugno 2019 ore 11:16 segnala

A volte si fa fatica a svegliarsi; quasi come non ci si fosse svegliati con il piede giusto … o che si sospetta non ci sia un altro domani nella vita. Tutto si trascina, tutto sembra di altra dimensione spazio-temporale … nel mentre magari raggiungiamo ad occhi socchiusi il bagno come automi per assolvere alle nostre funzioni igieniche mattutine. Anche lo spazzolino da usare raggiunge un movimento meccanicamente lento nella nostra bocca guardandoci con occhi di triglia allo specchio … e vestirsi logora ancora maggiormente quel poco di idee chiare che abbiamo davanti all’armadio per scegliere gli indumenti giusti ed uscire di casa finalmente di tutto punto.

Quale pantalone mettere … di che colore abbinare la camicia; … e le scarpe, già … le scarpe, quale indosserò per la giornata odierna? Queste ed altre domande simili, in quei frangenti, sopraggiungono a noi stessi a mo’ di interrogatorio nel mentre ancora si sta dormienti di cervello nonostante fossimo in procinto di prepararci. Tutto appare diverso … faticoso … in salita.

Ricordo avevo una mini Mk2 da ragazzo; la lucetta della riserva appariva spesso accesa. Mancava di benzina … o per meglio dire … di soldi per metterla … ma si girava lo stesso convinti che tra gli amici da frequentare … qualcuno di loro avrebbe fatto uscire una banconota da mille misere Lire per rifornire finalmente di quel poco il serbatoio che languiva energia. In alternativa, tra questi amici, sarebbe uscita fuori una mano volontaria da usare per spingere l’auto in un vicino stallo di parcheggio per riprenderla successivamente avendo avuto cura ovviamente di portarsi al seguito una tanica di benzina. Che tempi. Si viveva bene anche prendendo in gruppo l’autobus che ci avrebbe portato tutti quanti in discoteca. E quanta energia disponevamo nel vivere apparentemente spensieratamente … o, per meglio dire, con una buona dose di menefreghismo per ogni cosa.

Ebbene, svegliarsi alla maniera sopra descritta, era come quando la propria auto cominciava a “tossicchiare” di carburatore per mancanza di materia prima: appunto, la benzina. Nelle discese si va ancora; … ma nelle salite … l’auto, tentennando di andatura, si ferma inesorabilmente. Bene. Questo avviene in me in quelle singole occasioni in cui ci si sente “svuotati” di entusiasmo: fa sentire il proprio serbatoio esausto di energia. Ma come ci si carica e come ci si svuota di tale carica da procurarsi per il proprio sostentamento?

Avete presente un vampiro? Questi notoriamente ha bisogno di un collo per attingere la sua linfa vitale di cui ne ha estremo bisogno; se fossi io un vampiro … cercherei un collo possibilmente pulito … di un individuo che non abbia gatti o cani che a leccate siano passate a rassegna sull’intero corpo del suo padrone; altrimenti, sai che schifo. Un succhia energia a tradimento, quindi … dove il collo, se sporco, era solo per il fatto che il vampiro stesso deteneva un cane o un gatto nella propria casa. Avere un cane o un gatto in casa, quindi, fa pensare che faccia ricaricare d’energia il proprio benessere. Mi chiedo infatti se mai costoro (i padroni degli animali) vivano momenti scarichi simili a quelli che ho vissuto io stamattina.

Stamattina, svegliandomi, tutto mi è rimasto difficile “vivere”. Eppure non ho abusato di vino e birra la notte prima. A ragion del mio ragionamento sopra riportato mi porgo quindi questo quesito: avessi pure io bisogno di un cane … o di un gatto … da “smungerlo” a dovere per ricaricarmi nel momento del bisogno? Una sorta della tecnica Reike conosciuta da ragazzo … laddove io quando mi accostai per curiosare su questa disciplina orientale mi ritrovai avvinghiato sessualmente con la tipa che si offrì per mostrarmi tale dottrina. Ne uscii completamente esausto … peggio di come ne sarei uscito fosse stata una ninfomane. Oddio, iniziò il tutto nella maniera più “pulita” … ignorando il fatto che a quei tempi l’esuberanza della mia persona godeva altro che di un motore Mini Mk2 … ma di una Porsche bella e buona … con il pieno perennemente fatto … per poi trovarmi a finire, dopo aver praticato quella tecnica orientale, nello spingermi faticosamente fino al raggiungimento del posto più desiderato: il parcheggio rappresentato dal mio letto.

La trasmigrazione di energia per mezzo di un “non contatto” … tra i nostri due corpi che quasi si sfioravano … infatti … finì in tutt’altra maniera (anzi che non è rimasta gravida); altrochè uno scambio di energie per trovarsi meglio equilibrati nella vita, come a detta sua sarebbe avvenuto. A me parve piuttosto “lei vampiro ed io il suo cane (o gatto)”. Ma posso farmi mai un cane o un gatto … per sentirmi appagato alla mattina nel mentre magari mi lavo i denti con lo spazzolino … solo perché ho bisogno di trarre energia da chi mai potrebbe obiettare di suo nel mentre scodinzola ancora oppure comincia a strusciarsi nel fare le fusa? No di certo. Io non so approfittarmi in nome del puro egoismo da soddisfare, e così … ci sono giorni in cui si cerca di trarre linfa vitale laddove si trova messa a disposizione un po’ in giro: l’interazione con altri individui … anch’essi bisognosi di ricarica vitale.

Ritengo l’amicizia il più nobile sentimento esistente nella vita. Come si potrebbe obiettare, non è invece l’amore tra due individui (come spesso si pensa); tra loro, uno dei due, infatti, ha sempre la peggio … in quello svuotamento che avviene in natura. Nell’amicizia vera … nello scambio energetico puro … si equilibrano veramente le parti. Giocano alla pari, quindi. Se a tradire l’amore è una sciocchezza (inteso come cosa facile a farsi) … nell’amicizia vera è quasi impossibile che ciò avvenga. Se avviene … non era vera, quell’amicizia a cui mi riferivo … e qualora lo fosse stata si è perso, come dice un adagio in merito, un tesoro inestimabile. Ci si impoverisce, quindi … e ci si annienta man mano … rischiando di approdare nel baratro della depressione più totale. Questo, a mio modesto avviso.

E’ il caso mio, forse, in cui amici di vecchia data … cominciano a sparire nel quotidiano. Chi sposati e “allontanati” per miglior convenienza … chi partiti all’estero a cercare fortune mai realizzati in patria … chi ammalato gravemente … e chi morto (porco cane; scusate lo sfogo animalista) per qualche malattia magari trasmessa proprio dal suo cane o gatto. Insomma … nel crescere e nell’andare avanti nella vita, di amicizia, si vive sempre più nella penuria. Ma posso farmi mai il cane o il gatto … ammettendo l’incapacità nostra (umana) di saperci scambiare linfa vitale sana, idonea, speciale?

C’è chi lo fa (farsi l’animale in casa) e quindi si ricarica … e c’è chi come me si rivolge ad una ghiaccia bottiglia di birra da scolarsi in tutta fretta (o vino rosso, che mi piace pure altrettanto freddo) per darsi una bella ricaricata. Tanto l’epilogo è lo stesso del gattaro o del cagnaro (mi raccomando, termini usati con l’accezione positiva): ci si carica nel mentre li si frequenta … e ci si trova scaricati il giorno dopo; come il giorno prima, del resto … ma almeno, da me, rimane odore di birra (o vino) che non mi infastidisce poi così tanto …e non di pelo di animale o puzza di urina felino.

E’ inutile dirvi che è l’amicizia ciò di cui avremmo bisogno, vero?. Amicizia vera … non surrogata; altrimenti ci sposeremmo o adotteremmo cani e gatti tutti quanti … e la cosa non è normale. C’è qualcosa che non va … e non è la mia testa piena di effluvi alcolici … ma è in quella degli altri. Lo dico sempre, infatti, che l’amicizia è sacra; “chi troia un amico troia un tesoro”, insomma (o qualcosa del genere). E non ditemi che non sapreste cosa farci con un’amicizia, vi prego. Tornate in voi quanto prima. Il mondo … non è stato fatto per abbaiare (secondo il mio modesto punto di vista).
abaa9585-ab33-4603-9116-a153ecb2b70b
« immagine » A volte si fa fatica a svegliarsi; quasi come non ci si fosse svegliati con il piede giusto … o che si sospetta non ci sia un altro domani nella vita. Tutto si trascina, tutto sembra di altra dimensione spazio-temporale … nel mentre magari raggiungiamo ad occhi socchiusi il bagno come...
Post
26/06/2019 11:16:12
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. Violashocking 26 giugno 2019 ore 19:02
    Che dire? Poteva essere un post piacevole ed interessante, il concetto di amicizia, la differenza tra amicizia e rapporto di coppia, il bisogno di nuove energie/stimoli, perfino il Reiki, forse non come l'hai vissuto tu :-) sarebbe potuto essere uno spunto di confronto...
    Invece alla fine volevi solo ribadire la tua solita idea degli animali anti igenici, pericolosi e sostitutivi di rapporti umani...
    In pratica ci si ritrova sempre nel solito circolo vizioso senza apparente via d'uscita...
  2. ceravamotantoamatti 26 giugno 2019 ore 19:31
    Tutte bugie, le mie ... oppure un fenomeno sociale moderno da non citare affatto per non far destare le coscienze umane? Se non si fa così, infatti (e alludo al ripetermi sempre). non si raggiungerà mai il successo che ha raggiunto la teoria sulle scie chimiche. Oggi è di dominio pubblico.
    Quelle esistono incontrastate ... e la mia teoria deve essere bloccata facendola cadere nell'indifferenza più totale? Invece di aiutarmi a divulgare il sospetto ( tu che dici di non aver umanizzato il tuo cane) mi critichi spudoratamente? Non hai paura che stili di vita nefast possano creare pandemie micidiali? Potrai mai perdonarmi? Se non interesso la lettura con argomenti farlocchi nessuno più mi leggerebbe. Ma che pure tu hai intenzione di abbandonarmi? Uffa. Quanto è duro convivere bene. Dovrei accettare olezzi, pulci e malattie ... pur di credere di stare bene con la gente? È un'ingiustizia bella e buona. Ora che stavo riuscendo a conquistarsi in amicizia, ecco. Già ho contro di me quella del boa ... Ora rischio pure te di averti in astio con la mia mente solo perché parlo di animali. se uno ha la mente sarebbe stupido non utilizzarla. Comunque, buona serata. E un bacio (dovessi pentirmi di non avertene mai dato uno).
  3. Violashocking 28 giugno 2019 ore 11:32
    Fai bene a portare avanti la tua crociata, che come ti ho già detto, comprendo ma non condivido.
    Se dovessi leggere gli studi fatti in proposito, sicuramente metterei tutto in dubbio, come è nella mia natura di persona piuttosto diffidente e che tende a mettere in discussione sia sé stessa e le proprie convinzioni, sia quelle degli altri. Inoltre, se avessi anche l’evidenza incontrovertibile che il mio cane potrebbe farmi ammalare, credo che non riuscirei a separarmi da lui, probabilmente rischierei pur di tenerlo con me in questi suoi ultimi anni di vita (e magari anche miei).
    Quindi, come vedi, non potrai trovare in me un’alleata per la tua battaglia.
    Mi piace entrare in questo sito, a tempo perso, per farmi una risata, ma anche per un confronto su argomenti un po’ più alti, ma sempre con la giusta leggerezza , non amo tutto ciò che è monotono e ripetitivo, se ci sarà occasione di conversare ancora con te, su altri argomenti, ben venga, riguardo invece all’ argomento “animali e malattie”, credo di aver ben espresso il mio pensiero ed aver esaurito l’argomento.
    Buona giornata
    :rosa
  4. ceravamotantoamatti 28 giugno 2019 ore 11:58
    Ciao e bentornata a trovarmi. A me basta che la gente sappia prendere coscienza sui corretti usi e costumi da adottare in caso di stretta convivenza in casa con animali domestici. Ne vale della salute pubblica di chiunque (vecchi e bambini) a cui molto spesso si ignora salvaguardarla.
    Comunque ... volevo tranquillizzarti sul mio ipotetico futuro qui dentro. Forse riusciranno a spegnermi come "faro" ... forse riuscirò a distrarmi in altro modo altrove. :) Tu almeno hai una valida motivazione ... la mia è in netto contrasto con chi vorrebbe tacitarmi ad ogni mio proferir parola. Però, conoscendomi, anche tu mi mancherai.
    Facciamo un patto ... te che ami tantissimo gli animali; ogni qual volta vedrai volar in cielo una rondine ... pensa a me che io sia quella ... anche se sai che il gelo presto la caccerà altrove ... per approdare a lidi più confortevoli. Però (ed ecco il mio pensiero sul "mi mancherai") ... tornerò ad una prossima primavera; se non dovessi farlo sarà perchè finalmente qualcuno sarà riuscito ad ammazzarmi magari sparando. Mi viene da pensare in puro sarcasmo ..."menomale che gli animali si deve voler bene". Buona continuazione. :)
  5. Violashocking 29 giugno 2019 ore 11:27
    Ciao, mi piace il paragone con la rondine, animale libero che si sposta quando l’ambiente non è più consono per viverci bene… Non è giusto che ti senta imbavagliato, hai diritto di esprimerti senza censure, ovviamente rispettando le regole di chi ti ospita. Qui dentro vedo e ho visto utenti decisamente più “molesti” che scorrazzano liberi con vecchi e nuovi nick ogni giorno…
    Comprenderò se vorrai andartene e mi farà piacere se tornerai…
    Sai quando ti dissi che metto sempre tutto in discussione, compresa me stessa e le mie convinzioni? Ebbene, anche io mi sono sempre definita amante degli animali, salvo poi pensare che se davvero li amassi, non me ne nutrirei, considerato che esistono valide alternative. Diciamo che mi definisco una a cui “piacciono gli animali”, visto che non li amo solo per compagnia, ma anche ben cucinati e serviti a tavola…
    Anche la scelta di togliere il mio cane dal canile e pensare che la vita in appartamento possa essere migliore, con fresco in estate, caldo in inverno, cibo e acqua assicurati e giochi e coccole, potrebbe essere messa in discussione, poiché è sicuramente la scelta migliore per me, ma non posso avere certezza che lo sia anche per il mio cane, anche se in apparenza mi sembra soddisfatto.
    Ti lascio con un abbraccio e un “a presto”, che tanto magari domani ti rileggerò qui…
    ;-)
  6. ceravamotantoamatti 29 giugno 2019 ore 12:43
    Mi sei rimasta solamente tu, qui dentro. Non vivo nel dubbio nel pensare se ciò è una cosa bella oppure brutta giacché dalle tue parole esprimi. tutto il sentimento che ci vuole ... per casi simili al mio. Ti ringrazio se apparentemente non mi hai abbandonato ... come sempre fanno molte altre. Per me, il cane da far fuoriuscire da un canile sta alla base di una moderna civiltà da difendere ... ma vederlo considerare come lui Re e schiavi gli umani ... è di per sé inaccettabile (se si ha una mente che funziona nel farla ragionare). È come se pretendessi di essere qui dentro io Re e tutti voi miei schiavi; qualcosa nel relazionarsi e nella comunicazione non funzionerebbe. So benissimo di non essere il peggio ... e come evidenzi tu si sa benissimo chi potrebbe essere tra loro ... ma spesso si ignora che la peggior specie é chi dall'alto del suo potere può perpetrare i suoi abusi (non, quindi, quelli che inviano piselli eretti in pvt). Una sorta di ciò che vediamo oggi con lo scandalo della magistratura: cittadini malavitosi a fare ciò che pareva e magistrati distratti dalle loro beghe di sistema. Si rimane affranti e battuti se si uuole insegnare le buone maniere che i nostri nonni ci hanno insegnato. Moderazione e rischi di bannamenti verrebbero inflitti solo per capriccio o per risentimento da chi ha una pistola puntata sul sottoscritto ...solo perché parla di igiene e di schifezze come peli, bava e germi di orifizi vari sui piatti e le lenzuola. Io, quindi, considerato malavitoso a tutti gli effetti. Da condannare, manco inviassi piselli mosci nei vostri pvt. Tu, almeno, due carezze di parole me le concedi lo stesso. Ti rigrazio per tanta nobiltà d'animo. Mi fai sentire meglio di come si sentì il tuo cagnetto all'uscita dal suo cancello.
    Per il momento, come mi suggeristi, mi prendo una pausa (anche perché bordo piscina si fa fatica a scrivere concetti da pubblicare ... con questa tastierina da smartphone che ho tra i ditoni) ... poi, e sempre grazie a te che mi inviti affabilmente a farlo, tornerò a scrivere di nuovo; ovviamente se a quella tipa dello staff le avranno fatto capire che non si può uccidere un pensiero ... non si può uccidere una mente. Se lo si fa ... si rischia sempre più di rimanere con i cani, i gatti e i serpenti ... qui dentro. Sei bellissima anche per come ragioni. Grazie di nuovo. Ciao.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.