L'uomo sogna di volare...

29 giugno 2011 ore 14:25 segnala
L'uomo sogna di volare...
Guardare dall'alto,
planare sul mare
Che si trovi su un aereo
o in un grande appartamento
sui gradini di una chiesa
nella favela di Candeal
L'uomo sogna di volare
E scrive sui muri
noi siamo tutti uguali
ma prega nel buio:
la sorte del più debole...
NON TOCCHI MAI A ME


COME DIVENTA FACILE
VOLTARSI E NON GUARDARE
COME DIVENTA FACILE
PENSARE NON E' COLPA MIA
COME DIVENTA FACILE
MA TUTTO QUELLO
CHE PUO' DIRE UN UOMO E'...

L'uomo sogna di volare...
Guardare dall'alto,
planare sul mare
L'uomo ha voglia di cambiare
Ma non sa più come fare
L'uomo ha voglia di cambiare
Ma non sa più cosa fare
L'uomo sogna di volare

E allora...
Partenza, decollo,
non c'e' nessun controllo
Di scatto riparto,
Ci sono cose che volevo...
ma non ti ho detto mai

COME DIVENTA FACILE
VOLTARSI E NON GUARDARE
COME DIVENTA FACILE
PENSARE NON E' COLPA MIA
COME DIVENTA FACILE
MA TUTTO QUELLO
CHE PUO' DIRE VERAMENTE UN UOMO E'...

NON FATE COME ME
NON FATE COME ME


cc504ff3-7abd-4086-bf14-8478ef3771d1
L'uomo sogna di volare... Guardare dall'alto, planare sul mare Che si trovi su un aereo o in un grande appartamento sui gradini di una chiesa nella favela di Candeal L'uomo sogna di volare E scrive...
Post
29/06/2011 14:25:57
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

invictus

03 marzo 2011 ore 14:31 segnala
Invictus
Dal profondo della notte che mi avvolge,
buia come il pozzo più profondo che va da un polo all'altro,
ringrazio qualunque dio esista
per l'indomabile anima mia.

Nella feroce morsa delle circostanze
non mi sono tirato indietro né ho gridato per l'angoscia.
Sotto i colpi d'ascia della sorte
il mio capo è sanguinante, ma indomito.

Oltre questo luogo di collera e lacrime
incombe solo l'Orrore delle ombre,
eppure la minaccia degli anni
mi trova, e mi troverà, senza paura.

Non importa quanto sia stretta la porta,
quanto piena di castighi la vita,
io sono il padrone del mio destino:
io sono il capitano della mia anima.
William Ernest Henley

........Conflitti...

06 aprile 2010 ore 12:35 segnala

......LA VERITA' E' COME IL VETRO: E' TRASPARENTE SOLO SE NON E' APPANNATO

E PER NASCONDERE QUELLO CHE C'E' DIETRO

BASTA APRIRE BOCCA E DARGLI FIATO!.....

11510637
......LA VERITA' E' COME IL VETRO: E' TRASPARENTE SOLO SE NON E' APPANNATO E PER NASCONDERE QUELLO CHE C'E' DIETRO BASTA APRIRE BOCCA E DARGLI FIATO!.....
Post
06/04/2010 12:35:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

aforisma

26 novembre 2009 ore 09:55 segnala
E' necessario correre dei rischi ...
riusciamo a comprendere il miracolo della
vita solo quando
lasciamo che l'inatteso accada.

Paulho Coelho,


IL VIOLINISTA PAZZO

11 ottobre 2009 ore 12:22 segnala

                                    IL VIOLINISTA PAZZO ( Fernando Pessoa )

Non fluì dalla strada del nord
né dalla via del sud
la sua musica selvaggia per la prima volta
nel villaggio quel giorno.

Egli apparve all'improvviso nel sentiero,
tutti uscirono ad ascoltarlo,
all'improvviso se ne andò, e invano
sperarono di rivederlo.

La sua strana musica infuse
in ogni cuore un desiderio di libertà.

Non era una melodia,
e neppure una non melodia.

In un luogo molto lontano,
in un luogo assai remoto,
costretti a vivere, essi
sentirono una risposta a questo suono.

Risposta a quel desiderio
che ognuno ha nel proprio seno,
il senso perduto che appartiene
alla ricerca dimenticata.

La sposa felice capì
d'essere malmaritata,
L'appassionato e contento amante
si stancò di amare ancora,

la fanciulla e il ragazzo furono felici
d'aver solo sognato,
i cuori solitari che erano tristi
si sentirono meno soli in qualche luogo.

In ogni anima sbocciava il fiore
che al tatto lascia polvere senza terra,
la prima ora dell'anima gemella,
quella parte che ci completa,

l'ombra che viene a benedire
dalle inespresse profondità lambite
la luminosa inquietudine
migliore del riposo.

Così come venne andò via.
Lo sentirono come un mezzo-essere.
Poi, dolcemente, si confuse
con il silenzio e il ricordo.

Il sonno lasciò di nuovo il loro riso,
morì la loro estatica speranza,
e poco dopo dimenticarono
che era passato.

Tuttavia, quando la tristezza di vivere,
poiché la vita non è voluta,
ritorna nell'ora dei sogni,
col senso della sua freddezza,

improvvisamente ciascuno ricorda –
risplendente come la luna nuova
dove il sogno-vita diventa cenere –
la melodia del violinista pazzo.

ARANCIA MECCANICA

23 settembre 2009 ore 08:06 segnala

FORSE I TEMPI MODERNI SONO STATI PREDETTI REALMENTE DA STANLEY?

Tutto quello che le donne non dicono

14 settembre 2009 ore 18:22 segnala

I sogni sono desideri. Ma perchè non riusciamo mai a realizzarli tutti?

L'animo umano tende al desiderio naturalmente...siamo noi a forzarlo a desistere da esso.

I desideri nascono nell'animo non necessariamente perchè ci manca qualcosa ma semplicemente perchè vogliamo quella cosa. Spesso quella cosa che desideriamo non possiamo averla soltanto perchè appartiene a quella sfera di cose che i nostri vincoli quotidiani ed i nostri legami attuali ci impediscono di rincorrere. I desideri scappano, si allontanano, e noi non ci abbiamo nemmeno provato o quantomeno sfiorato.

Anteponiamo sempre la paura di quello che gli altri potrebbero pensare senza mai chiederci quello che noi vogliamo veramente.

Il gusto del desiderio nemmeno lo assaggiamo,nemmeno possiamo dire che cosa abbiamo perso.

I desideri vanno soddisfatti semplicemente perchè il nostro animo ne ha bisogno.

Abbiamo bisogno si stimoli e questi ci vengono dai desideri che rendono vivi.

Le donne non dicono mai quello che pensano ma pensano sempre a quello che fanno. 

Mi candido ad essere...tutto quello che le donne non dicono!

Yes, I can

07 agosto 2009 ore 08:41 segnala
La gente spesso definisce impossibili


cose che semplicemente non ha mai visto.

 

Non permettere mai a nessuno di dirti che non sai fare qualcosa.


Se hai un sogno tu lo devi proteggere.

 
Quando le persone non sanno fare qualcosa


lo dicono a te che non la sai fare.

 
Se vuoi qualcosa, vai e inseguila.

EZECHIELE 25.17

07 agosto 2009 ore 08:39 segnala
Ezechiele 25.17

 

Il cammino dell' uomo timorato è minacciato da ogni parte dalle

 

 iniquita' degli esseri egoisti e dalla tirannia degli uomini malvagi.


Benedetto sia colui che nel nome della carita' e della buona

 

 volonta' conduce i deboli attraverso la valle delle tenebre;

 

perchè egli è in verita' il pastore di suo fratello e il ricercatore dei

 

 figli smarriti.


E la mia giustizia calera' sopra di loro con grandissima vendetta e furiosissimo sdegno su coloro che si proveranno ad ammorbare ed infine a distruggere i miei fratelli. E tu saprai che il mio nome è quello del Signore quando faro' calare la mia vendetta sopra di te.

GABBIA SEDUCENTE

13 luglio 2009 ore 08:46 segnala

FORSE HO TROVATO UNA RISPOSTA A QUELLO CHE HO SCRITTO LA SCORSA SETTIMANA A PROPOSITO DELLA SUPERBIA E DELL'UMILTA'.

PER SPIEGARLO BENE DEVO ANCORA FARE UNA CITAZIONE DI UNA CANZONE DI UN GRUPPO CHE HA SEGNATO LA MIA GIOVENTU': I LITFIBA.

O MEGLIO UNA CANZONE MI SEMBRA TROPPO...UNA FRASE DELLA CANZONE E'MEGLIO.

BASTA TERGIVERSARE!

"SCUSATE LA CONFIDENZA MA E' UN PROBLEMA DI COSCIENZA...:PIACERE A TANTA GENTE E' UNA GABBIA SEDUCENTE.......LO SPETTACOLO DEVE ANCORA COMINCIARE...."