Dopo ti chiamo Dopo lo faccio Dopo lo dico Dopo io cambio

18 novembre 2017 ore 16:58 segnala
Il tempo non si trattiene, la vita è un compito da fare che ci portiamo a casa. Quando uno guarda sono già le sei del pomeriggio, quando uno guarda è già venerdì, quando uno guarda è già finito il mese, quando uno guarda è già finito l’anno, quando uno guarda sono già passati 50 o 60 anni, quando uno guarda si accorge di aver perso un amico, quando uno guarda perde l’amore della propria vita e diventa tardi per tornare indietro… Non smettere di fare qualcosa che ti piace per mancanza di tempo, non smettere di avere qualcuno accanto a te o di goderti la solitudine. Perché i tuoi figli subito non saranno più tuoi e dovrai fare qualcosa con questo tempo che resta. In quanto l’unica cosa che ci mancherà sarà lo spazio che solo si può godere con gli amici di sempre, quel tempo che purtroppo non torna più.

Prova ad eliminare il dopo:

Dopo ti chiamo
Dopo lo faccio
Dopo lo dico
Dopo io cambio

Ci penso dopo
Lasciamo tutto per dopo come se il dopo fosse meglio perché non capiamo che dopo il caffè si raffredda, dopo la priorità cambia, dopo l’incanto si perde, dopo presto si trasforma in tardi, dopo la malinconia passa, dopo le cose cambiano, dopo i figli crescono, dopo la gente invecchia, dopo le promesse si dimenticano, dopo il giorno è notte, dopo la vita finisce… Non lasciare niente per dopo perché nell’attesa del dopo puoi perdere i migliori momenti, le migliori esperienze, i migliori amici, i migliori amori… Ricordati che il dopo può essere tardi, il giorno è oggi, non siamo più nell’età per posticipare le cose, magari avrai tempo per leggere e dopo condividere questo messaggio, o altrimenti… lascialo per “dopo”.
608d8cd4-29a0-4085-b202-8acf16c3fc24
Il tempo non si trattiene, la vita è un compito da fare che ci portiamo a casa. Quando uno guarda sono già le sei del pomeriggio, quando uno guarda è già venerdì, quando uno guarda è già finito il mese, quando uno guarda è già finito l’anno, quando uno guarda sono già passati 50 o 60 anni, quando...
Post
18/11/2017 16:58:49
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5

Commenti

  1. giulia608 20 novembre 2017 ore 13:19
    Bellissimo!!!
  2. giulia608 20 novembre 2017 ore 13:20
    Poi torno a leggerlo!!
  3. cheyenne.51 20 novembre 2017 ore 14:34
    giulia608
    grazie
  4. rougecarmen 27 novembre 2017 ore 14:37
    bello, complimenti! :-)
  5. cheyenne.51 27 novembre 2017 ore 15:03
    rougecarmen
    Grazie
  6. Kolmar 08 dicembre 2017 ore 13:09
    «Tu non chiederti, non è lecito saperlo, quale fine abbiano riservato gli dèi a me e quale a te, o Leuconoe, e non tentare gli oroscopi babilonesi. Come sarà meglio accettare tutto ciò che verrà! Che Giove ci doni molti inverni o che ci conceda come ultimo quello che ora fiacca il mare Tirreno su opposti scogli, sii saggia (sapias), filtra i vini, e, nel breve spazio della vita, tronca una speranza lunga. Mentre stiamo parlando, il tempo invidioso sarà già trascorso: cogli il giorno, affidandoti il meno possibile al successivo». (Orazio/Carmina I 11).
  7. Kolmar 08 dicembre 2017 ore 13:09
    «Tu non chiederti, non è lecito saperlo, quale fine abbiano riservato gli dèi a me e quale a te, o Leuconoe, e non tentare gli oroscopi babilonesi. Come sarà meglio accettare tutto ciò che verrà! Che Giove ci doni molti inverni o che ci conceda come ultimo quello che ora fiacca il mare Tirreno su opposti scogli, sii saggia (sapias), filtra i vini, e, nel breve spazio della vita, tronca una speranza lunga. Mentre stiamo parlando, il tempo invidioso sarà già trascorso: cogli il giorno, affidandoti il meno possibile al successivo». (Orazio/Carmina I 11).

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.