Gocce nell’oceano

03 gennaio 2017 ore 14:58 segnala
«Quello che noi facciamo è solo una goccia nell‘oceano, ma se non lo facessimo l’oceano avrebbe una goccia in meno».
Madre Teresa di Calcutta


Il 2016 è stato l’anno più caldo della storia, degli attentati terroristici più feroci, delle vittime dell’immigrazione in mare, della tragedia consumatasi in silenzio ad Aleppo e della profonda crisi delle democrazie occidentali con conseguente crescita di scaltri populisti senza scrupoli che approfittano della disperazione e dell’insicurezza delle masse per affermare il proprio potere. Da qualche ora è giunta pure la notizia dell’ennesima carneficina ad Istanbul. Non promette proprio bene l’anno appena cominciato. Eppure, anche se il nostro pianeta sembra essere irrimediabilmente compromesso dall’acuirsi di odi razziali e tragedie di ogni sorta che vedono la maggioranza dell’umanità chiudersi nel proprio egoismo e indifferenza, non bisogna dimenticare l’esistenza di alcune persone che con le loro azioni hanno recato un piccolo contributo per rendere il mondo un luogo un po’ più bello

In un’Aleppo devastata dalla guerra e assurta a simbolo dell’indifferenza del mondo, molti sono stati i suoi abitanti in fuga. Ma un uomo, pur avendo la possibilità di andar via e lasciare quell’inferno che si consumava dinnanzi ai suoi occhi, giorno dopo giorno, ha deciso di restare. Soprannominato “Il gattaro di Aleppo“, Mohammad Alaa Aljaleel aiuta ogni giorno il suo popolo martoriato e sfama i randagi che affollano quel che resta della sua città

Il campione del mondo di pugilato Manny Pacquiao ha fatto costruire mille case per i poveri delle Filippine.
Un poliziotto albanese sorprende dei bambini ospedalizzati vestendosi da supereroe

Questo ed altro vogliamo per questo nuovo Capitolo della vita che inizia nel 2017 e per il tempo a venire!
5be92baf-711d-4324-b7d7-2b2fd60415f4
«Quello che noi facciamo è solo una goccia nell‘oceano, ma se non lo facessimo l’oceano avrebbe una goccia in meno». Madre Teresa di Calcutta Il 2016 è stato l’anno più caldo della storia, degli attentati terroristici più feroci, delle vittime dell’immigrazione in mare, della tragedia consumatasi...
Post
03/01/2017 14:58:24
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. pcwik 03 gennaio 2017 ore 18:55
    ben detto Cheyenne
  2. Illumia 03 gennaio 2017 ore 22:00
    Chissà perché queste notizie non si sentono mai al telegiornale buona serata

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.