L'amore e' un Flipper

10 marzo 2017 ore 14:13 segnala
Questo post é ispirato alla maglietta di una ragazza sulla quale era riportata questa scritta:

Love is a game.. Insert Coin.. Good Luck!!

Questa maglietta mi ha fatto riflettere ancora una volta sul mio argomento

‘preferito’ ovvero l’amore che sia esso fonte di gioia o sofferenza.

Leggendo quella scritta la prima cosa che ho materializzato davanti ai miei occhi é un flipper, Wikipedia lo definisce così

è un gioco di abilità a moneta, di origini statunitensi, molto diffuso con tale nome in Italia, Francia ed altri paesi europei a partire dagli anni cinquanta, soprattutto in bar e locali pubblici.

Il termine flipper deriva dalle piccole pinne (flippers), oggi più comunemente note come alette, comandate da pulsanti esterni e con le quali il giocatore può colpire una biglia d’ acciaio mirando a bersagli posti su un piano coperto da un vetro trasparente. Ogni singolo bersaglio o combinazione di bersagli colpiti apporta un punteggio o agevolazioni (bonus) al gioco.

La stampa sulla maglietta diceva: L’ amore é un gioco ed io ho pensato subito al flipper perchè ha quelle due asticelle che con forza respingono la pallina e decidono il punteggio che può fare, decidono se respingerla o meno, e spesso, se la loro azione non é combinata la pallina anziché ribalzare e fare i diversi punteggi, scende e quindi bisogna ricominciare con una nuova pallina.

Ma l’amore é così? E’ un’azione combinata di due parti che hanno in comune un obiettivo? E decidono sempre assieme di far finire giù la pallina quando diventa scomoda?

L’amore é un’azione combinata solo quando si ha davvero l’intenzione da ambo le parti di far funzionare la cosa, altrimenti, uno dei due o entrambi hanno solo l’illusione di volere costruire qualcosa secondo ciò che sentono, non sapendo che l’altro rema nel verso opposto.

Quindi, secondo la mia opinione, si rema insieme quando si vuole costruire qualcosa assieme e non parlo solo del Grande Amore, anche un rapporto di feeling, comprensione, un buon rapporto sessuale hanno bisogno di obiettivi comuni.

Invece, per quanto riguarda la pallina che uno dei due, perchè se si tratta di tutti e due la situazione si semplifica notevolmente, vuole mandare giù, all’inferno così quando scende esce la scrittina Game Over, per quella è un po’ come quando vai alla sala giochi, cambi un determinato numero di gettoni, però non sono mai abbastanza perché trovi sempre un nuovo gioco avvincente su cui si catalizza la tua attenzione. Il numero di gettoni, non é mai necessario, a soddisfare la tua voglia di giocare, il nuovo videogioco ti assorbe, ne vuoi sempre di più.. prima o poi finisci i gettoni e non vuoi più giocare. Hai la nausea del gioco, trovo un gioco più interessante e nuovo, di cui vuoi sapere tutto.. partendo da come é fatto e vuoi esplorarne tutte le potenzialità.. prima o poi però anche il gioco nuovo ti annoierà.

E allora cosa farai?

Sarai di nuovo davanti ad un bivio a scegliere se far punti alla pallina perché ci sei affezionato o mandarla giù perchè magari quella nuova sarà più bella e diversa dall’altra?

Non lo so.. so solo che..

Love is a game.. Insert Coin.. Good Luck!!
53c8615e-e3e0-4597-907a-29c870f8ffba
Questo post é ispirato alla maglietta di una ragazza sulla quale era riportata questa scritta: Love is a game.. Insert Coin.. Good Luck!! http://funkyimg.com/view/2q388 Questa maglietta mi ha fatto riflettere ancora una volta sul mio argomento ‘preferito’ ovvero l’amore che sia esso fonte di...
Post
10/03/2017 14:13:24
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Commenti

  1. leggendolamano 11 marzo 2017 ore 00:22
    mi piace la tua ardita metafora: l'amore visto come un gioco.....ho sempre pensato che il sesso fosse visto come n gioco e molto spesso il termine "giocare" viene usato proprio per indicare una attività sessuale trasgressiva.
    Che poi l'amore possa essere un gioco può starci se qualcuno lo considera tale... solitamente chi lo fa è colui che ne ha una paura fottuta per cui, al fine di esorcizzarne la forza, lo depotenzia al ruolo di semplice gioco.
    Ma a voler ben vedere se così fosse la vita intera sarebbe un gioco: il gicoo delle parti , il gioco del potere, il goco dei ruoli, il goco ed il carosello della politica....
    tutto depotenziato perchè così facendo riusciamo a legittimare la nostra impotenza e la nostra capacità gestionale dei rapporti e dei fenomeni complessi.
  2. cento1400 11 marzo 2017 ore 12:28
    Ciao, concordo che le cose vanno costruite insieme e che ogni tanTo per mantenere il tutto ci vuole pazienza ! Ciao, buon Sabato pomeriggio
  3. cheyenne.51 14 marzo 2017 ore 16:02
    cento1400
    Buona giornata

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.