novembr...

09 giugno 2011 ore 16:35 segnala


Com na gemm e' l'arii. lu sol cusci chiar
tu chi vi artruvenn li pricoc in fior,
di lu biancospin laddor amar
sint dentr lu cor...
ma lu biancospin e secc e li piant sicchit
segnin lu seren di macch nir ,
vuot e lu ciel, cavat chi na piticat assordat
la terr.
ci sta sol silenzii ...
intorn si sent sol lu vent
da li giardin e l'ort luntan si sent li foi chi caschin
ie l'istat fredd di li murt .
9e13a8c9-e0e9-4ca6-ade6-484f2e10335f
Com na gemm e' l'arii. lu sol cusci chiar tu chi vi artruvenn li pricoc in fior, di lu biancospin laddor amar sint dentr lu cor... ma lu biancospin e secc e li piant sicchit segnin lu seren di macch ...
Post
09/06/2011 16:35:39
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. CaraPoesia 10 giugno 2011 ore 19:47
    dovresti tradurre cosė la si capisce meglio,č solo una mia richiesta!!!
  2. chisciccis 10 giugno 2011 ore 21:16
    ok Carapoesia.... comunque non e altro che la poesia di giovanni pascoli "novembre"tradotta da me in dialetto pescarese
  3. chisciccis 10 giugno 2011 ore 21:19
    la scrivo qui .....

    Gemmea l'aria, il sole cosė chiaro
    che tu ricerchi gli albicocchi in fiore,
    e del prunalbo l'odorino amaro
    senti nel cuore...


    Ma secco č il pruno, e le stecchite piante
    di nere trame segnano il sereno,
    e vuoto il cielo, e cavo al pič sonante
    sembra il terreno.


    Silenzio, intorno: solo, alle ventate,
    odi lontano, da giardini ed orti,
    di foglie un cader fragile. E' l'estate
    fredda, dei morti.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.