Quando la coppia Scoppia.

30 luglio 2020 ore 17:23 segnala


Quando e perché le relazioni smettono di ‘funzionare’? E, soprattutto, c’è un ‘tempo’ e un ‘modo’ per recuperare il perduto amore? Può succedere all’improvviso: ti svegli una mattina e capisci che vivere in due non è più la stessa cosa. Oppure più lentamente, con un succedersi di malumori, ‘pizzicate’ verbali, frasi nervose che sfociano in litigi, incomprensioni inconciliabili. Che sia in un modo o in un altro, il risultato non cambia: è la coppia che scoppia.

I principali campanelli d’allarme di coppia sul punto di scoppiare si possono elencare così:

l’intolleranza reciproca per tutto quello che fa il partner,
il desiderio sempre minore di fare l’amore,
il rifiuto della comunicazione fisica
iniziare a pensare e poi parlare al singolare
La coppia che scoppia spesso non è riuscita a traghettare il rapporto dall’innamoramento all’amore.

E’ assurdo credere che la carica erotica e passionale dei primi mesi duri per sempre. I legami di coppia si trasformano nel tempo. La sensazione che si spengano deriva spesso dalle aspettative irrealistiche da parte dei partner, sul come dovrebbe essere l’andamento della relazione. In particolare, per esempio, sull’intimità sessuale. Il sesso erroneamente è diventato il paradigma della felicità della coppia con aspettative sproporzionate alla sua stabilità. Rimangono vulnerabili tutte quelle unioni in cui l’esaltazione scaturiva dalla novità non dall’affinità di pelle, coppie in cui manca la maturità necessaria per costruire un progetto di vita insieme. La relazione di coppia si snoda attraverso un innamoramento, una fase di amore vera e propria, per poi diventare un rapporto di grande complicità. E in tutto ciò il fatto che ci si veda o ci si parli di meno, non significa che l’amore stia finendo.

Prima il matrimonio veniva deciso dalla famiglia, poi è diventato scelta romantica, attualmente si vive nella fase del dominio emozionale che segna una specie di ritorno all’arcaico: “sto con te finché mi emozioni”. Ovviamente questa convinzione comporta molta instabilità ed è alla base di scelte mutevoli. La coppia scoppia con maggiore facilità e leggerezza.

La società odierna, quindi, favorisce il fallimento. Ora che tutto è possibile, che ci si può separare sempre e comunque, l’impressione è che le persone non facciano nessuno sforzo per cercare di capire le esigenze dell’altro. Quindi, appena qualcosa non va, si innesca un meccanismo ‘usa e getta’ per cui un rapporto viene immediatamente dato per concluso. Non ci si sforza di capire, non si pensa che i problemi dell’altro possano avere delle loro motivazioni. Nella coppia “moderna” c’è una incapacità di mettersi nel punto di vista dell’altro. Si è presi soltanto dai propri bisogni e si molla subito. Senza pensare invece che un rapporto duraturo e la capacità di mantenere un rapporto è una risorsa.
b5f0597f-7fdc-4346-8387-a3401c8a7075
« immagine » Quando e perché le relazioni smettono di ‘funzionare’? E, soprattutto, c’è un ‘tempo’ e un ‘modo’ per recuperare il perduto amore? Può succedere all’improvviso: ti svegli una mattina e capisci che vivere in due non è più la stessa cosa. Oppure più lentamente, con un succedersi di mal...
Post
30/07/2020 17:23:17
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Commenti

  1. amicodicuorereturn 07 agosto 2020 ore 09:58
    Blog interessante....ho provato a leggerlo perchè ne sono personalmente coivolto e ho trovato molto reali le parole del tuo ultimo paragrafo!!!
  2. Christy.Trans 07 agosto 2020 ore 09:58
    Grazie mi fa piacere
  3. amicodicuorereturn 07 agosto 2020 ore 10:13
    @Christy.Trans
    Grazie a te per il blog ....hai scritto la realtà che spesso accompagna molte coppie
  4. Christy.Trans 07 agosto 2020 ore 10:15
    Credo non ci sia dubbio su questo, magari puo aiutare chi ha bisogno, lo scopo del Blog e informare nulla piu
  5. amicodicuorereturn 07 agosto 2020 ore 10:24
    @christy.trans ...si diciamo che quando pensi a tante cose, ti aiuta a capire che certi pensieri alla fine sono giusti e non sono paranoie che uno/a si fa....
    e direi che è una buona informazione hai espresso una bella analisi

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.