Illuminations

16 dicembre 2010 ore 23:24 segnala
"Ho teso corde da campanile a campanile; ghirlande da finestra a finestra;catene d'oro da stella a stella, e danzo"
A. Rimbaud
Questo sarà una specie di sottotraccia di Artemisia perchè cominci a crescere,forse lo dipingerò sui muri per leggermelo ogni tanto e ricordarmi chi sono e dove sto andando
11853665
"Ho teso corde da campanile a campanile; ghirlande da finestra a finestra;catene d'oro da stella a stella, e danzo"A. RimbaudQuesto sarà una specie di sottotraccia di Artemisia perchè cominci a...
Post
16/12/2010 23:24:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    4

autobiografia

06 dicembre 2010 ore 15:41 segnala
oggi addi 6 dicembre nel finire dell'A.D. 2010 ho deciso di scrivere la mia autobiografia eccola
11842784
oggi addi 6 dicembre nel finire dell'A.D. 2010 ho deciso di scrivere la mia autobiografia eccola
Post
06/12/2010 15:41:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment

vivere

04 novembre 2010 ore 18:10 segnala
Da qualche parte
nell'infinito profondo
una sola voce
canta
la mia e la tua disperazione
11805401
Da qualche parte nell'infinito profondo una sola voce canta la mia e la tua disperazione
Post
04/11/2010 18:10:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    1

diario di queste giornate

01 novembre 2010 ore 08:49 segnala
Quando mi fermo ad osservare il mondo inteso nella sua globalità di fatti persone animali cose desideri intenzioni fatalità mi sento come un alieno,rimango stupita come se lo vedessi per la prima volta da lontano.Il mio lavoro è davvero una trama fitta di sentimenti,io lavoro con e per i sentimenti della gente : chi ha bisogno di riconquistare l'amore perduto forse x troppa leggerezza, chi deve ringraziare per un favore che nn aspettava, chi perde la persona cara e nn può più fare altro che ricordarla con un fiore,chi festeggia un nuovo amore,chi dà il benvenuto al cucciolo che si prepara ad affrontare la vita, grande impresa, ci vuole coraggio...e come l'inizio di un bell'esercizio di bioenergetica mi presento:"ciao sono Ester e faccio davvero quello che posso" e aggiungerei di mio vi guardo con occhi sempre nuovi e riconoscenti per la ricchezza che mi date.Ho allestito una stupenda chiesa nn più tardi di tre settimane fa a Verona, matrimonio bellissimo,sposa davvero splendida e raggiante...ma la storia finisce qui,lui è morto due giorni fa durante il viaggio di nozze...la sospensione significa che le parole non bastano più...bisogna allora scavare nel profondo per trovare un senso alla vita anche se un senso nn ce l'ha come dice il Vasco...basta ,oggi è giornata di sentimenti confusi e di tristezza...
11801103
Quando mi fermo ad osservare il mondo inteso nella sua globalità di fatti persone animali cose desideri intenzioni fatalità mi sento come un alieno,rimango stupita come se lo vedessi per la prima volta da lontano.Il mio lavoro è davvero una trama fitta di sentimenti,io lavoro con e per i sentimenti... (continua)
Post
01/11/2010 08:49:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

nostalgia

06 ottobre 2010 ore 18:05 segnala
ci sono cose a volte che vanno riascoltate perchè fanno bene all'anima
11768775
ci sono cose a volte che vanno riascoltate perchè fanno bene all'anima
Post
06/10/2010 18:05:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Domenica 26 settembre

27 settembre 2010 ore 17:21 segnala
Ci sono momenti nella vita di tutti credo che somigliano pericolosamente alla felicità per quanto sono preziosi.Sono quei momenti in cui tutto sembra convergere per crearti lo stato d'animo magico,quello fatto di stupore e di emozione che si avvicina alla perfezione. Ieri è stato il mio momento, stavo tornando verso casa,la strada era quella che da Casalmaggiore porta verso la città,l'ora le 19, l'aria , quella pulita di certi tramonti settembrini incerta tra il giallo dell'ultimo riflesso di sole e il blu cupo di temporali all'orizzonte,una fetta di luce schiacciata fra due ombre.La radio ha fatto la sua parte con uno dei pezzi migliori dei Dire Straits "Brothers in arms" l'anima leggera e soddisfatta per un lavoro fatto bene. A Casalmaggiore ero andata per partecipare col mio lavoro a una raccolta fondi per i malati terminali di Aids: ho fatto  piccoli bouquets colorati che tante signore hanno comprato con entusiasmo quindi soddisfazione professionale e umana per aver dato il mio piccolo contributo alla sofferenza. Poi ancora l'entusiasmo per il mio piccolo progetto di lavoro e la voglia di tornare a Casa tutto questo avevo dentro e altro ancora...

Se una sera d'autunno

21 settembre 2010 ore 18:46 segnala
Poche cose, delle piccole cose quotidiane, ti rendono desiderosa di coccole e premure come un raffreddore di quelli potenti con tutto quel bel corollario di naso incendiato ,mal di gola,tossetta senza senso.E' vero che ultimamente non hai azzeccato l'abbigliamento giusto manco a pagarlo, hai viaggiato su treni con aria condizionata al massimo (finita l'estate sui regionali spengono finalmente il riscaldamento e accendono l'aria condizionata) con quella bella camicina leggera di garza,adatta forse ai 30 gradi della stazione ma nn ai - 12 del vagone,il maglione di cotone non era forse adatto ad affrontare il vento di foen ma tant'è...e ora sei a letto come un gatto malato che per tenerti su ascolti De André, Jimi hendrix, B.B.King mentre il figlio passando mette dentro la testa e commenta "ascoltare almeno qualcuno ancora vivo no eh?!" ahhh ma io sto maleee!! i virus fanno i rave party nella mia gola!!voglio qualcuno che mi prepari il latte caldo e la spemutinaaa!!e magari mi gratti anche la testa!!e mi rimbocchi anche la copertina di pilee!! a questo punto per coerenza dovrei inserire l'urlo di Munch ma siccome nn so come si fa fate conto che l'abbia fatto...

il grande Salinas

14 settembre 2010 ore 22:51 segnala

" Tu vivi sempre nei tuoi atti.

 Con la punta delle dita

sfiori il mondo,gli strappi

aurore,trionfi,colori,

allegrie: è la tua musica.

La vita è ciò che suoni."

 Ovviamente non è mia ma l'ho presa dal poema "la voce a te dovuta" di Pedro Salinas , di cui consiglio la lettura, io non so scrivere poesie, considero la materia troppo importante per poterla semplificare con pensierini banali.Ogni tanto mi capita di avere momenti di grande incertezza o , a volte,di sofferenza e allora vado a cercare  risposte nella poesia come se interrogassi i tarocchi.Prendo un libro di poesie tra i miei preferiti e può essere Pessoa o Neruda o hikmet o la Merini o... e lo apro a caso e lascio che le parole mi raccontino o mi consolino o mi illuminino.Stasera ho aperto Salinas e sarà l'ora,sarà un pò di malinconia , sarà una sottile delusione il responso è stao questo ...assolutamente illuminante, almeno per me :"Ciò che tu sei mi distrae da ciò che dici.

Lanci parole veloci

inghirlandate di risa,

e m'inviti ad andare

dove mi vorranno condurre.

Non ti do retta,non le seguo:

sto guardando le labbra dove sono nate"

il mio supermercato

08 settembre 2010 ore 18:33 segnala
Come diceva la pubblicità di una banca che passava in tv un pò di tempo fa , posso dire che il mio supermercato è differente.Se Marc Augé venisse con me al sigma dovrebbe rivedere la sua teoria sui non-luoghi, cioè quegli spazi anonimi,spersonalizzati,funzionali solo x determinate esigenze.Il mio sigma no.Sai sempre quando entri ma mai quando ne esci.E' soprattutto luogo d'incontro, nn è più super ma solo mercato.C'è gente che si apposta tra il reparto frutta e il banco del pesce, nascondendosi dietro un branzino e ti cattura con un "ma ciaooo ma quanto tempo!! ma nn sai cosa mi è successo?!" e lì ti parte già almeno una mezz'ora tra racconti di matrimoni finiti o che stanno per finire morti incidenti o altre sfighe varie, ultimamente, sarà x questa contingenza ma va molto il tema licenziamento....e tu esci fantozzianamente due ore dopo l'orario previsto e di sicuro con l'umore cambiato, di solito in peggio... hai provato a travestirti, a nasconderti con gli occhiali scuri,a raggiungere in velocità il banco del pane, ma quando ti sembra di averla scampata da dietro il reparto profumi sbuca il peggio di tutti F!! ma ciaooo nn ti avevo visto....