Piove...

04 gennaio 2017 ore 17:31 segnala




E' notte, non riesco a dormire. I pensieri oscuri sono avvolti nella nebbia fitta come se stessero in un'immensa pianura deserta, vorrebbero uscire fuori, esplodere, con il tentativo di farmi ricordare tutto quello che ho faticosamente messo in disparte nel turbinio del mio passato. Mi tormentano. Mi alzo dal letto, infilo ai piedi i calzini e le pantofole e mi avvicino alla finestra della camera da letto. Sta piovendo. Il rumore del ticchettio delle gocce di pioggia battono sui vetri come se volessero bussare ed entrare nella mia casa. Scivolano lentamente, osservo la loro direzione, danzano fino al momento in cui la loro danza finisce... Tutto questo interiormente mi fa sentire un pizzico di romanticismo, di sensualità, la sensazione di umido e bagnato mi fa inumidire le labbra con la lingua. Penso a quanto possa essere importante, in quanto disseta la Terra del nostro bellissimo Pianeta, con essa le foglie s'imperlano e su di esse sono poggiate le goccioline che illuminate e baciate dal calore del sole, sembrano essere perle marine, quelle che vi sono nelle grosse conchiglie in fondo al Regno del mare. La pioggia è la rinascita di tutta la vegetazione. E' vita. Con il suo passare accarezza e schiaffeggia gli alberi, i prati, facendo confondere il colore del mio viso e quello di tutte le persone che camminano per strada con gli ombrelli colorati. Può nascondere le lacrime, in quanto quando piove il viso rigandosi si mescolano con le gocce di pioggia. E' bellissimo ascoltare il suono di Madre Natura, guardare, osservare, il luccichio dei lampioni e attendere le gocce cadere sull'asfalto formando delle piccole pozze d'acqua ed infine delle grosse o piccole pozzanghere. La pioggia non è mai la stessa, può scendere violentemente accompagnata dal potente e maestoso vento, oppure lentamente seguendo il ritmo melodico e melanconico di un carillon... Tuttavia, a volte mi rende triste. I miei occhi sono intrisi di lacrime, lucidi, brillano come le stelle luminose che danzano nel vasto spazio dell'universo, rigando i muri della mia prigione interiore, non vedo niente, prendo un cleenex, li asciugo ripensando ai fatti accaduti nel periodo in cui ero adolescente e durante il mio decorso storico ho dovuto spegnere tantissime emozioni, per non dover soffrire ancora. Nonostante il blocco emozionale, queste vogliono esplodere nell'ascoltare ogni piccola vibrazione del mio cuore. Dentro di me sento suonare le parole di questo post, in quanto i sentimenti seppur contrastanti vorrebbero essere incise sul mio blog o sul mio Diario personale. Quando avrà smesso di piovere, arriverà il vento. Non vedo l'ora. Porterà via questi pensieri maledetti e queste parole scritte, ma di certo non poterà mai via il mio essere e la mia essenza di donna che Amerò finché avrò l'ultimo respiro.

Autrice: Alessandra Higher
Ore: 17:30
Roma, 04/01/2017

6b601475-1761-423a-8be2-839d50406147
E' notte, non riesco a dormire. I pensieri oscuri sono avvolti nella nebbia fitta come se stessero in un'immensa pianura deserta, vorrebbero uscire fuori, esplodere, con il tentativo di farmi ricordare tutto quello che ho faticosamente messo in disparte nel turbinio del mio passato. Mi tormentano....
Post
04/01/2017 17:31:38
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. Sid.46 06 gennaio 2017 ore 03:13
    Divento acqua sotto la tua pioggia, e dinanzi a te, mi dissolvo completamente sotto i tuoi piedi, poi scivolo via lontano da te, ancora una volta, una vvolta ancora.... e per sempre..
    Pioggia, misera acqua, fiume di lacrime, mare di dolore, io ti Amo Alessandra!

    Sid 46...... :cuore :cuore :cuore :cuore :coppia
  2. CodiceHigher 06 gennaio 2017 ore 16:05
    Hai scritto un bel pensiero Siddino, sicuro che ti sia passata l'influenza?? E' da 14 anni che scrivi di Amarmi :-))) :-)))

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.