Silenzi

06 novembre 2013 ore 23:26 segnala


( "Pietre in equilibrio" foto di Carlo Pietrarossi , di una performance artistica di Carlo Pietrarossi, sulla spiaggia di Portonovo ad Ancona febbraio 2011 La foto di mia proprietà scattata da me viene ceduta in pubblico dominio)




Non fu mai giorno,
né mai l'acqua restituì
il corpo di quelle attese,
sì che ne ho affidato
al buio la speranza.

Allo stesso modo
il nero tace
ogni tua parola,
silenzio greve
come il macigno
che ormai ti batte
in petto.
28261efa-8146-4a7f-8673-42d4b60fd135
« immagine » ( "Pietre in equilibrio" foto di Carlo Pietrarossi , di una performance artistica di Carlo Pietrarossi, sulla spiaggia di Portonovo ad Ancona febbraio 2011 La foto di mia proprietà scattata da me viene ceduta in pubblico dominio) Non fu mai giorno, né mai l'acqua restituì il corp...
Post
06/11/2013 23:26:47
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8
  • commenti
    comment
    Comment
    15

Alle spalle ( ?)

02 maggio 2013 ore 17:06 segnala





E’ guardando indietro
che mi ferisce il tuo ricordo,
è appeso a un tiglio
e si confonde
col profumo dei suoi fiori.


Non so se sia vivo
o se lo sia il retrogusto amaro,
ma ha intatti i tratti del tuo viso
ed una certa smorfia di dissenso.


Posso leggere sulla punta delle dita
ogni tua ruga ed ogni tuo sorriso,
come se il desiderio di una mia carezza
ne avesse immortalato i solchi.
f36ab78e-5b72-490b-8a63-446a63f6063e
« immagine » E’ guardando indietro che mi ferisce il tuo ricordo, è appeso a un tiglio e si confonde col profumo dei suoi fiori. Non so se sia vivo o se lo sia il retrogusto amaro, ma ha intatti i tratti del tuo viso ed una certa smorfia di dissenso. Posso leggere sulla punta delle dita ...
Post
02/05/2013 17:06:43
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    10
  • commenti
    comment
    Comment
    3

Impronte

11 ottobre 2012 ore 00:08 segnala



Ho perso ogni traccia.
Niente cani per fiutare il tuo passaggio,
né finestre da spiare
o porte a cui origliare.
Io? Vivo così.
Tra vapori di ricordi
e la mia nuova realtà.
Pillole ad anestetizzare ogni emozione
ed un sorriso che è paralisi sul volto.
Tutto passa
e niente è come prima.
77cd81ec-28f9-4c3b-b5d9-cc2ddcb064b2
« immagine » Ho perso ogni traccia. Niente cani per fiutare il tuo passaggio, né finestre da spiare o porte a cui origliare. Io? Vivo così. Tra vapori di ricordi e la mia nuova realtà. Pillole ad anestetizzare ogni emozione ed un sorriso che è paralisi sul volto. Tutto passa e niente è come prim...
Post
11/10/2012 00:08:37
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    10
  • commenti
    comment
    Comment
    20

San Lorenzo

10 agosto 2012 ore 23:15 segnala


Non piovono più stelle nella notte.
I desideri
fantocci abbandonati
ai margini di strade impraticabili.
L'estate è solo ambra sulla pelle,
tasche sdrucite a contenere nulla
e un mare nero
a divorare attese.
5884ffea-912a-443e-be34-6be4fb283939
« immagine » Non piovono più stelle nella notte. I desideri fantocci abbandonati ai margini di strade impraticabili. L'estate è solo ambra sulla pelle, tasche sdrucite a contenere nulla e un mare nero a divorare attese.
Post
10/08/2012 23:15:28
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    9

Il maestro

06 giugno 2012 ore 17:32 segnala


Anche stamattina all'ora di sempre mette giù le gambe dal letto, uno sguardo ed un saluto silenzioso alla foto della sua sposa.
In cucina solo il rumore delle sue pantofole indolenti e il borbottare della caffettiera. La sua tazzina di caffè bollente in una mano e la sigaretta accesa nell'altra .
A scuola i bimbi lo attendono gioiosi e lui si butta nel loro entusiasmo, ne prende quanto più può e cerca di far sua quella spensieratezza che da troppo non gli appartiene più. Si siede in mezzo a loro, a volte li prende benevolmente un po' in giro ripetendo la loro errata coniugazione dei verbi e tutti esplodono in una risata fresca e bella come solo quella della loro età può essere.
Per qualche ora lontano dagli affanni, dai pensieri e dalle sue tristezze.
E' l'ora di rientrare a casa ma non ha voglia di fermarsi a far la spesa, improvviserà qualcosa da mangiare. Dietro al cancello di casa lo aspetta il suo cane che si agita e scodinzola festoso, il cellulare squilla:- "Ciao papy tutto bene?" Accenna una fugace risposta, domanda del nipotino poi riattacca sulla parola "baci".
La pentola per la pasta sul fornello e accende il fuoco. Il frigo è deserto come quello di un piccolo negozio di alimentari la sera prima delle ferie estive, no qualcosa c'è: un pomodoro triste messo in castigo in un angolo, andrà benissimo come secondo con un po' di pane. Intanto butta gli spaghetti in pentola ed apre un barattolo di sugo pronto star versandolo in un tegamino per scaldarlo.
Allora gli viene in mente lei, quella volta in cui la chiamò chiedendole se poteva conservare parte di quel sugo già scaldato risultato troppo per un piatto di pasta. E ricorda la risata di lei al di là del telefono, il suo dargli del pasticcione, il loro amore rimasto sospeso come un volo a mezz'aria.
Si siede, il cane sente la sua tristezza e gli si struscia sulle gambe. Lui guarda le sue tele mai finite e lo accarezza stanco.
dbf254fc-a65c-451c-a2fc-03ec1dcd39bf
« immagine » Anche stamattina all'ora di sempre mette giù le gambe dal letto, uno sguardo ed un saluto silenzioso alla foto della sua sposa. In cucina solo il rumore delle sue pantofole indolenti e il borbottare della caffettiera. La sua tazzina di caffè bollente in una mano e la sigaretta accesa...
Post
06/06/2012 17:32:54
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    37

Dichiarazione d'amore

26 maggio 2012 ore 22:17 segnala


"Di quanti azzurri è capace il tuo mare?"-chiese lui guardandola dritto negli occhi.
"Di tutti quelli che riesci a immaginare tu più uno"-rispose lei ,e con un mezzo sorriso intimidito portò altrove il suo sguardo,depositandolo su un ibisco giallo poco lontano.
Sperò non si vedesse il rossore alle guance, da sempre inorridiva all'idea che potessero trapelare le sue emozioni senza il suo totale consenso,ma lui non le diede tempo di riflettere oltre, la prese per mano conducendola su quella balconata che sovrastava l'intera città. Poi con un rapido movimento del mento indicò un punto lontano :-"Credi che fra trenta anni saremo in grado di venire quassù e vedere ancora ad occhio nudo ciò che stiamo vedendo adesso?"
Lei ebbe un sussulto ma la risposta le restò imbrigliata alla bocca sigillata dalla bocca di lui.
d23410fe-071e-448b-8589-51a6ce81dc21
« immagine » "Di quanti azzurri è capace il tuo mare?"-chiese lui guardandola dritto negli occhi. "Di tutti quelli che riesci a immaginare tu più uno"-rispose lei ,e con un mezzo sorriso intimidito portò altrove il suo sguardo,depositandolo su un ibisco giallo poco lontano. Sperò non si vedesse i...
Post
26/05/2012 22:17:22
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8
  • commenti
    comment
    Comment
    24

Oggi è ancora ieri

18 maggio 2012 ore 16:52 segnala


Trovare somiglianza
in altri volti,
sentir parlare solo della tua terra,
vedere in ogni cane il tuo,
sentire per caso le nostre canzoni...


Ciò che non passa
è sempre presente.
41ae42d8-7682-4b0d-813c-311c7bea80f6
« immagine » Trovare somiglianza in altri volti, sentir parlare solo della tua terra, vedere in ogni cane il tuo, sentire per caso le nostre canzoni... Ciò che non passa è sempre presente.
Post
18/05/2012 16:52:57
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment
    6

La mia rosa non fiorisce più

06 maggio 2012 ore 12:33 segnala


Ho sempre creduto ai simboli, pensato che gli oggetti e tutto ciò che ci circonda potesse ad un tratto possedere un'anima e parlarci attraverso dei cenni che solo la nostra sensibilità avrebbe avuto la capacità di cogliere.

La mia pianta di rose...

Viveva come noi, ci "sentiva" , percepiva i nostri stati d'animo. Ha sempre fiorito anche durante l'inverno, già..."le rose di dicembre" (7 dicembre 2011)... e offerto alla mia vista i suoi petali rosso amore anche sotto la neve: "Neanche la neve...( 3 febbraio 2012) ed oggi?

Siamo in maggio, un tempo si diceva il mese delle rose.
Ovunque vedo roseti rigogliosi, piante in fiore, ovunque tranne che sul mio balcone.
Lei mi guarda triste, non ha un solo fiore, un solo bocciolo.
Foglie spente e spine.

E' ciò che rimane di lei

e di noi.
d61614df-119d-4736-92df-217671410a57
« immagine » Ho sempre creduto ai simboli, pensato che gli oggetti e tutto ciò che ci circonda potesse ad un tratto possedere un'anima e parlarci attraverso dei cenni che solo la nostra sensibilità avrebbe avuto la capacità di cogliere. La mia pianta di rose... Viveva come noi, ci "sentiva" , p...
Post
06/05/2012 12:33:43
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    18

Per salvarmi da te

01 maggio 2012 ore 18:33 segnala


Fuggire via.
E' l'unico modo che ho.
Fuggire dal tuo sguardo, dalle tue parole.
A che serve ascoltarti?
A cosa guardarti dritto negli occhi?
Tante parole, sorrisi, amore che trasuda
e poi sparisci.
Sempre
puntualmente
sparisci.
E allora fuggo io
prima di cadere ancora
sotto i tuoi colpi.
ffb63d83-c7b1-41df-9dc1-f355f552cf69
« immagine » Fuggire via. E' l'unico modo che ho. Fuggire dal tuo sguardo, dalle tue parole. A che serve ascoltarti? A cosa guardarti dritto negli occhi? Tante parole, sorrisi, amore che trasuda e poi sparisci. Sempre puntualmente sparisci. E allora fuggo io prima di cadere ancora sotto i tuoi c...
Post
01/05/2012 18:33:30
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    11

18 aprile

18 aprile 2012 ore 09:34 segnala


Oggi sarebbero 56.
Il tempo passa su cose persone e dolori.
Ma ogni tanto si sofferma e riprende vita tutto.
Così ti vedo nei nostri giochi di bambine,
nelle nostre piccole liti,
nel tuo nasconderti il profumo
sapendo che lo avrei usato anche io.
I nostri pomeriggi estivi
sedute in terrazza giocando a scala 40,
le sigarette, il gelato,
le tue lacrime la mattina del mio matrimonio...

Già, rivive tutto:
cose persone e dolori...



(Nell'immagine Le due sorelle P.A. Renoir)
86cbbba2-df0a-4bce-be1c-3263648e3221
« immagine » Oggi sarebbero 56. Il tempo passa su cose persone e dolori. Ma ogni tanto si sofferma e riprende vita tutto. Così ti vedo nei nostri giochi di bambine, nelle nostre piccole liti, nel tuo nasconderti il profumo sapendo che lo avrei usato anche io. I nostri pomeriggi estivi sedute in t...
Post
18/04/2012 09:34:07
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    10