oggi

12 dicembre 2010 ore 15:44 segnala
Un giorno vuoto. Pieno  della tua assenza nelle mie ore
e della mia nelle tue.
Pieno di quest'amore che va' oltre i nostri volti e le nostre voci. 
No, non è un giorno vuoto.
11848998
Un giorno vuoto. Pieno della tua assenza nelle mie ore e della mia nelle tue. Pieno di quest'amore che va' oltre i nostri volti e le nostre voci. No, non è un giorno vuoto.
Post
12/12/2010 15:44:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    6

Grazie

10 dicembre 2010 ore 11:53 segnala
Gli angeli esistono.Planano silenziosi sulle anime dannate e le accolgono sulle loro ali.
Poi salgono su  e regalano loro un altro angolo di cielo.


11846802
Gli angeli esistono.Planano silenziosi sulle anime dannate e le accolgono sulle loro ali. Poi salgono su e regalano loro un altro angolo di cielo.
Post
10/12/2010 11:53:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    1

Sopravvivenza

15 novembre 2010 ore 11:09 segnala
Spesso quando si parla di morte si pensa a quella fisica, alla fine del nostro ciclo vitale.C'è però una morte altrettanto distruttiva e spesso irreversibile che ci colpisce interiormente. Le cause possono essere molteplici, una di queste è "l'evento luttuoso"  inteso non solo come la perdita reale e fisica di una persona a noi cara, ma anche la fine di una grande amicizia, la fine di una relazione amorosa; il distacco quindi da una persona a  cui siamo profondamente legati da un forte e sincero sentimento. Questo senso di "abbandono" lo si vive realmente come un lutto,e come tale spesso viene metabolizzato attraverso una più o meno lunga elaborazione della sofferenza il cui aiuto forse fondamentale , è il passare del tempo. Quanto tempo ci voglia per "uscirne" dipende dall'evento , dal modo più o meno traumatico  in cui si è verificato, una fine senza spiegazioni apparenti o volutamente non fornite, può rendere la sua risoluzione molto più lunga e laboriosa, perchè nella nostra mente  sussisterà sempre la rabbia e il dolore di non averne mai conosciuto la causa, dibattendoci tra mille perchè. Infine dipende anche dalla persona che "subisce" questo lutto, dalla sua sensibilità, dai suoi percorsi di vita, qualcuno ci impiega mesi, qualcuno anni...lunghi anni in cui questo "male di vivere" si cronicizza e finisce con l'annientare anche le sane passioni che magari un tempo si coltivavano; in poche parole ecco la morte interiore.
So per certo che molte persone non ce la fanno ad uscirne, e chi ne esce dopo un lungo e laborioso percorso , reca con sè cicatrici che mai potranno essere rimosse e che si consolidano in una profonda disistima nonchè nell'impossibilità di credere ancora nei rapporti umani.
A chiunque si riconoscerà in questo breve profilo che la vita mi ha portato a conoscere, il mio abbraccio.
11817994
Spesso quando si parla di morte si pensa a quella fisica, alla fine del nostro ciclo vitale.C'è però una morte altrettanto distruttiva e spesso irreversibile che ci colpisce interiormente. Le cause possono essere molteplici, una di queste è "l'evento luttuoso" inteso non solo come la perdita reale... (continua)
Post
15/11/2010 11:09:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    13

Lettera a me stessa

28 ottobre 2010 ore 08:51 segnala
























Scusami se non ce l'ho fatta.Scusami per averti delusa, per essermi sottratta all'impegno che ti avrei reso "viva" in tutti i tuoi giorni.
La vita è così sai? In fondo ero una bambina quando ti feci questa promessa, in fondo non sapevo che dietro ogni angolo ad attenderti c'è un destro dritto in faccia o un bellissimo sorriso. Anche adesso che son perfettamente conscia della prevedibilità di tutto l'imprevedibile, continuo a negarlo a me stessa, perchè ogni essere umano ha bisogno di un appiglio che si chiama speranza. 
Se vuoi "vivere" devi battere la testa contro un muro mille volte e mille volte tamponarne il sangue, diversamente avrai "un'esistenza" silenziosa ma senza ferite da curare. Non è rimasto un centimetro del tuo corpo dove non ci siano suture, un'altra piccola ferita e sarebbe la fine.
 E allora dammi la mano, ti porto dove non ci sono più muri, in un limbo di emozioni dove lascerò che il silenzio ti protegga da me stessa.




11796521
Scusami se non ce l'ho fatta.Scusami per averti delusa, per essermi sottratta all'impegno che ti avrei reso "viva" in tutti i tuoi giorni.La vita è così sai? In fondo ero una bambina quando ti feci questa promessa, in fondo non sapevo che dietro ogni angolo ad attenderti c'è un destro dritto in...
Post
28/10/2010 08:51:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9
  • commenti
    comment
    Comment
    19

...

25 ottobre 2010 ore 09:40 segnala
E' giunto il momento di andare.

...

16 ottobre 2010 ore 15:38 segnala






 






Ovunque tu sia,sentimi addosso.
Perchè ovunque tu sia
sto abbracciando il tuo ricordo.

Dimenticare mai

07 ottobre 2010 ore 08:34 segnala
Quante pagine scritte velocemente, con poca attenzione e a matita. E quante ancora "vissute" intensamente, dettate dall'anima e scritte con inchiostro indelebile.E' il libro della nostra vita. Nessuno credo possa sottrarsene, così come non può sottrarsi all'umano desiderio di avere ancora un episodio felice da raccontare. E' proprio il fine ultimo della nostra esistenza la felicità? O forse ad un certo punto ti fermi per strada... ti guardi introno...guardi dentro te stesso e ti accorgi che la serenità è un valore impagabile,forse l'unico che alla nostra età vale la pena inseguire, perchè di base c'è la salute,l'accettazione di ciò che hai, e un quieto trascorrere di giorni. Ma è forse vita non aver più mete da raggiungere? E' forse vita la quotidianità scandita da gesti uguali e ripetuti ma che ti danno tranquillità? Non so rispondere o forse temo di farlo, ma tanto c'è sempre qualcosa che infrange questo muro di ovatta che ti sei costruito intorno: son quelle pagine forti che ti son rimaste dentro, quelle con sopra il timbro INCANCELLABILE.


















































































11769394
Quante pagine scritte velocemente, con poca attenzione e a matita. E quante ancora "vissute" intensamente, dettate dall'anima e scritte con inchiostro indelebile.E' il libro della nostra vita....
Post
07/10/2010 08:34:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

.......

03 settembre 2010 ore 20:47 segnala
Se solo trovassi una parola capace di descriverti di quale amore io t'ami,ti siederesti nella mia anima e ne faresti per sempre la tua dimora.
11730123
Se solo trovassi una parola capace di descriverti di quale amore io t'ami,ti siederesti nella mia anima e ne faresti per sempre la tua dimora.
Post
03/09/2010 20:47:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    15

Ho bisogno

31 agosto 2010 ore 22:01 segnala
Ho bisogno di spazio e libertà.Spazio dove vivere la mia libertà.
Un campo di grano, o una spiaggia nella notte:
uno spazio silenzioso e solitario.
Voglio esser libera di piangere
o di urlare,
o semplicemente libera di pensare
con  occhi tristi
senza nessuno che mi chieda "come stai oggi"?
"cosa ti succede"?
E se proprio non posso aver questo, 
almeno  la forza di attraversare
queste notti aspettando l'alba che
ci coglierà avvolti in un solo abbraccio.


11726996
Ho bisogno di spazio e libertà.Spazio dove vivere la mia libertà.Un campo di grano, o una spiaggia nella notte:uno spazio silenzioso e solitario.Voglio esser libera di piangereo di urlare,o...
Post
31/08/2010 22:01:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

L'attesa

28 agosto 2010 ore 21:14 segnala
Aspetto di tornare a vivere,e per farlo ho bisogno della tua bocca
ove dipingere il mio sorriso.
11723940
Aspetto di tornare a vivere,e per farlo ho bisogno della tua boccaove dipingere il mio sorriso.
Post
28/08/2010 21:14:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment