Pezzi di carta

18 giugno 2011 ore 12:46 segnala



Se non fossi nata.
Ci pensavo stamani, mentre mi scorrevano nella mente le immagini di un vecchissimo film di F.Ford Coppola "La vita è meravigliosa". Un film il cui protagonista, interpretato magistralmente da James Stuart,in un momento di grande disperazione si rammarica di esser nato , e come per magia si trova catapultato in un'ipotetica "vita" senza di lui, e così si rende conto quanto sia stata importante la sua presenza nell'esistenza di molte persone.
Ho cercato di immaginare se fosse successo a me.Ho cercato di proiettarmi in una dimensione irreale da cui poter vedere la vita delle persone con cui ho avuto un qualsiasi legame, senza la mia presenza.
Ho iniziato dalla mia famiglia d'origine, ho pensato che non avrebbero avuto il mio amore, e ho pensato che mio fratello adesso sarebbe davvero più solo, senza più nessun elemento della sua famiglia d'origine... ma ho pensato anche che avrebbero vissuto meglio in 4 col misero salario di papà, che forse mia sorella avrebbe avuto la possibilità di realizzare il suo progetto di divenire un architetto, cosa a cui ha dovuto rinunciare perché frequentare l'università sarebbe stato un lusso che non ci si poteva permettere, c'era ancora una ragazzina da far studiare:me.
Ho pensato agli amici a cui ho dato tanto ma che non ho più, e quindi mi dico che non sarebbe cambiato poi molto.
Ho pensato alle mie due splendide creature che adesso non calpesterebbero il suolo di questa vita, ma che non si ritroverebbero neanche di fronte l'immagine di una madre "assente" mentalmente, a volte troppo assorta nei suoi pensieri e troppo spesso chiusa in un silenzio dagli occhi lucidi.
Ho pensato a lui, ai lunghi anni di amore incondizionato, alle tantissime volte in cui mi "raccontavo" che tutto andava benissimo anche se eravamo così diversi, ai momenti in cui mi sono resa conto che non era così e che di quell'enorme splendido mazzo di rose rosse, fosse rimasto solo un unico fiore avvizzito e stracolmo di spine.
Infine ho pensato a te.
A cosa sia valsa la mia presenza nella tua vita, al rammarico, al rimpianto che rappresenta il mio nome.
Ieri ti avevo scritto una lunga lettera d'amore, penna e foglio... ricordi? Ti ho sempre detto che prima o poi l'avrei fatto, amavo immaginare le tue belle mani mentre aprivano la busta, toccare quel foglio dove si erano posate anche le mie mani, l'unica cosa tangibile che sarebbe sopravvissuta a tutto. L'ho messa in una busta, nascosta tra le lenzuola nel cassetto, lunedì l'avrei affrancata e spedita.
Stamani l'ho presa, riletta e fatta in mille piccoli pezzi.
Sarebbe stato un dolore in più ,ho preferito evitartene almeno uno.
Almeno ciò che dipende da me, da me che avrei voluto colorare la tua vita , che avrei voluto cospargere i tuoi giorni di sorrisi, da me ora costretta a restare inerme mentre penso a ciò che non sarà di noi.
77e6a047-8846-4eb8-be12-dd1eb916356f
« IMMAGINE: http://1.bp.blogspot.com/-SdoiD27wgGg/Tafww3uE7mI/AAAAAAAAAFA/dvJIG8goNOQ/s1600/love_letter.jpg » Se non fossi nata. Ci pensavo stamani, mentre mi scorrevano nella mente le immagini di un...
Post
18/06/2011 12:46:54
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4

Commenti

  1. Evelin64 18 giugno 2011 ore 17:47
    Sembra una biografia di un'attrice protagonista del film della vita, la quale ha lasciato che sia il fato a scriverne la trama, ma forse trattandosi di realtà e non finzione, credo cio' che è stato scritto sia il percorso che si doveva fare per poter poi un giorno rileggere il tutto e capire per quale motivo sei nata :-))
    Mi hai emozionata Anna cara....buona serata...Evelin :bye
  2. codiceluna 18 giugno 2011 ore 17:56
    Sai Evelin che vorrei capire anch'io quel motivo? Ma credo che sia una domanda retorica che tutti prima o poi ci poniamo, inutile tentare di rispondersi, qualunque cosa ci racconteremmo sarebbe un alibi per auto assolverci , o una delle mille verità opinabili ... Meglio passare alla domanda numero due.
    Grazie mille per la tua affettuosa presenza
    :rosa Anna
  3. cicalasiciliana.SR 18 giugno 2011 ore 19:54
    Cara Anna, sono rimasta un pò così nel leggere il tuo post. Come puoi pensare, perché sono nata! Hai provato a dirlo a tua madre che ti ha partorito, amata, cresciuta, che si è preoccupata quando stavi male, che si è interessata alla tua crescita? Hai provato a dirlo a tuo padre, a tuo fratello, a tua sorella? Secondo te cosa ti avrebbero risposto? Avresti dato loro un grande dolore. E i tuoi figli avrebbero voluto una mamma diversa? Forse tu pensi, se non fossi mai nata, le cose sarebbero andate meglio per tutti. No Anna, non sei qui in questo mondo per caso, nulla nasce e vive per caso. Tu hai avuto una missione da compiere, sei stata scelta, perché eri la persona giusta per compiere il destino di chi ti sta accanto. Ma non ti rendi conto Anna che sei una persona speciale, unica, con una bellezza interiore che a volte mi lascia meravigliata! Sei una poesia, sei la grazie fatta persona, la riservatezza per eccellenza, sei l'eleganza in carne e ossa. Non pensare che siano complimenti Anna, perché ho scritto di getto, esprimendo tutto ciò che di naturale sentivo. Se tu ti vedessi come ti vedo io che ti leggo in vari blog quasi tutti i giorni, non avresti mai partorito questo post. Anna, perdona il tono duro del mio commento, spero che tu mi abbia capita...una buona serata Anna cara..... :rosa
  4. codiceluna 19 giugno 2011 ore 12:22
    Rita carissima,
    oggi volevo evitarmi di piangere, ma sembra ormai che un giorno non lubrificato da lacrime, sia un giorno non vissuto, e allora va bene anche così;soprattutto se son lacrime di commozione per la stima che mi hai confermato in questo commento.
    Non credo di meritare tanto e giuro non è modestia o peggio ancora falsa modestia, è consapevolezza di avere sì un mondo interiore enorme ma anche troppe macerie volute da me stessa e per questo da me imperdonabili poco clemente come sono nei miei stessi confronti. Son felice però che qualcosa di "buono" riesco a trasmettere a qualcuno, in questo caso a te carissima; spero di non deludere mai la stima e l'affetto che nutri nei miei confronti, stima e affetto del tutto ricambiati.
    Grazie di cuore per tutto.
    Un abbraccio e buona domenica
    :rosa Anna
  5. arebil 19 giugno 2011 ore 19:58
    come ti capisco, quando parli di madre spesso assente e con gli occhi lucidi, quando fai riferimento al tentativo non riuscito di dirsi che in un rapporto va tutto bene, quando invece niente va bene...
    ma non ho capito di chi sono le mani bellissime e perchè avresti dovuto colorare la vita a questa persona...a te l'ha colorata? sento tanto dolore ...
    penso che quando il mondo attorno non ci "colora"la vita dovremmo riappropriarcene e colorarcela noi...di mille vivaci colori che esprimono amore per noi stessi...
    buona serata :rosa
  6. codiceluna 20 giugno 2011 ore 10:25
    Grazie arebil per il tuo commento.
    Ti auguro una giornata serena
    :rosa Anna

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.