Volo cancellato

15 settembre 2011 ore 12:25 segnala


Ho capito di saper volare.
E' quanto di più semplice
ti offra questa vita.
Non servono istruttori,
né libri o prontuari
neanche è indispensabile
dover chiudere gli occhi.
Direi, al contrario,
che tirar su le palpebre
è invece imprescindibile
per far scorta di immagini
da riportare in terra,
per ricoprirci giorni
che poi saranno vuoti.
Ciò in cui difetto invece,
è l'atterraggio morbido,
un placido planare
che mi impedisca
di schiantarmi al suolo.
Pare che non esista
il giusto manuale,
piuttosto la saggezza
mi induce a riposare.
Riposte in soffitta
le ali ormai in disuso,
non mi rimane che
fingere a me stessa
e raccontarmi quindi
di non saper volare.
7628925d-334f-492b-87a2-8367a8f4058c
« IMMAGINE: http://farm5.static.flickr.com/4012/4435186184_3c65bb2629.jpg » Ho capito di saper volare. E' quanto di più semplice ti offra questa vita. Non servono istruttori, né libri o prontuari n...
Post
15/09/2011 12:25:52
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4

Commenti

  1. tontone 15 settembre 2011 ore 16:36
    Cara Anna, è facile volare, più facile di quello che credi, ed è anche facile atterrare: il difficile è rimanerci, in volo...
    Un abbraccio

    Tonino
  2. codiceluna 15 settembre 2011 ore 16:57
    Grazie Tonino,
    infatti è facilissimo volare lo so, ma quando non resti in volo precipiti...ecco perché l'atterraggio è l'epilogo drammatico.
    Grazie ancora e ricambio l'abbraccio
    Anna
  3. karmine70 16 settembre 2011 ore 11:55
  4. Evelin64 17 settembre 2011 ore 07:37
    Son d'accordo con Tonino...il difficile è restare in volo, in equilibrio con la mente, lasciando il corpo libero di seguire le emozioni :-)) ...ma capisco che il volo sia stato cancellato, poichè atterrare in una realtà di cio' che ci circonda, a volte è come schiantarsi al suole delle illusioni. :-(
    Buon sabato Anna cara...Evelin :bye
  5. codiceluna 17 settembre 2011 ore 08:45
    Ciao Evelin,
    magari qualcuno che sa atterrare con maestria esiste, o forse anche se batte la testa cadendo è in grado di rialzarsi subito. Dipende dalle ali che si possiedono, dai cieli che si sorvolano , dagli stormi improvvisi d'uccelli che ti si parano davanti e.... da quanto ci si sia alzati in volo. Dice una canzone di R. ZEro "...da quest'altezza sai non ci si salva mai...". Ed io ho ho volato sempre troppo in alto.
    Un abbraccio carissima :bacio
    Anna
  6. cicalasiciliana.SR 18 settembre 2011 ore 21:44
    Perchè fingere Anna, non è meglio andare in cantina e mettere in funzione le ali in disuso. Poi arrivi qui da me in Sicilia e l'atterraggio sarà morbido, perchè dove c'è amicizia e sincerità, tutto è morbido.
    Un abbraccio, Rita :rosa :rosa
  7. codiceluna 19 settembre 2011 ore 08:24
    Cara Rita,
    sai quanto adoro la nostra terra ma sai anche quanto queste "ali" e questo "volo" siano solo metaforici. C'è un tempo per volare ed uno per accettare di guardare il cielo solo da lontano attraverso i ricordi.
    Un abbraccio e un buon inizio settimana carissima :rosa :bacio
    Anna
  8. cicalasiciliana.SR 19 settembre 2011 ore 12:44
    Un abbraccio anche a te Anna cara :rosa :rosa Rita
  9. serenella21 21 settembre 2011 ore 20:25
    se smetti di volare smetti si sognare e senza sogni
    la vita è soltanto un vegetare
    riprendi il volo piano adagio ti alzerai in volo
    evitando pericoli ke potri incontrare
    volare è facile difficile e saper atterrare
    ciao un bacio
  10. codiceluna 22 settembre 2011 ore 08:03
    Un bacio a te Lisa cara :bacio
    Anna

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.