.........CLAUDIO CIULA ...7......

13 ottobre 2018 ore 15:45 segnala
....C'è fiera, oggi, in città.... Claudio pensa che avrebbe dovuto accompagnare i suoi amici, che ormai, pur avendolo accettato come uomo normale....non più con quell'appellativo orribile, che se lui lo sentiva ripetere.... conciava per le feste il malcapitato....non si peritavano nel lasciarlo solo se altre occasioni fossero loro state offerte...... E infatti anche ora, all'ultimo momento.... uno si era sfilato perchè accompoagnava la fidanzata.....un altro aveva fatto lega con una nuova ragazza e questa era una occasione da non perdere.....un terzo.....e così via, si era accorto che sarebbe rimasto solo.... In una fiera, da solo, poteva essere ammissibile solo se ci fosse passato per un occasionale transito, non per altro.....Poi pensò ad Alice.... Cosa era per lui?... Fu un pensiero tanto imbarazzante.....La fidanzata...semplicemente ridicolo..... la sua ragazza.....ma va là!....troppo!..... una conoscente simpatica.... NO, ASSOLUTAMENTE RESTRITTIVO!======== Decide di telefonarle, essendosi scambiati i relativi numeri... anche se non avevano mai avuto il coraggio di farlo.... Massì... perchè no?... Sapeva che la trattoria sarebbe rimasta chiusa per una settimana, per ferie....lavori interni...o qualcosa di simile ====== "Pronto".... la voce è femminile....ma non gli sembra quella di Alice...."Sì, pronto..... potrei parlare con la signorina Alice?.....Sono Claudio"... "Un attimo, prego".....Il cuore gli batte un pò più velocemente....deve essere la eccezionalità della sua iniziativa.... che altro se no?..... "Pronto.... Claudio?" ------- Ma lui,estremamente imbarazzato, ora,pensando di telefonarle solo per tappare un buco nel suo tempo che doveva riempire.... fa fatica a trovare le parole adatte...."Claudio... qualcosa non va?"..... "Alice.... no,no....mi chiedevo....se tu fossi libera"....poi tutto d'un fiato...."Vieni in fiera con me?"..... Alice, forse per la prima volta, vede il suo cavaliere un pò ammaccato.... senza armatura.... senza cavallo....con quella ridicola cornetta in mano...... che immagina stringa fino quasi a spezzarla..... "Beh, ecco.... lascia che vada a chiedere ai miei se avevano progetti"..... Ma in verità rimane dov'era.... a riflettere ------- Perchè non era più capace di sognare ?.... e rivede il suo Claudio come un normale giovanotto qualunque..... No, riconosce....qualunque no.... lei ci aveva ricamato un pò troppo sopra.... lui non c'entrava,certo..... Il tempo stava scorrendo.... si doveva decidere.... non accettare significava togliergli quella anomala spinta che lo aveva deciso a telefonare... che probabilmente non avrebbe più avuto il coraggio di fare in futuro------ accettare, in fondo, non significava nulla.....E decide che lui era un caro ragazzo...che sarebbe stata felice in sua compagnia, insomma che.....cominciava ad amarlo?....ma va, cretina....."Pronto..va bene, d'accordo, Claudio...dammi dieci minuti... puoi venire a prendermi?....Bene.... Ciao, a presto"..... Ma mentre si prepara,in quei dieci minuti, che diventeranno ovviamente almeno trenta.... riflette ancora.... Claudio... che strano.... stava prendendo ai suoi occhi un altro tipo di considerazione....ma il desiderio di farsi abbracciare....ohh, quello era rimasto intatto!.....
2a070579-4e62-46ee-9185-e0e2a932466a
....C'è fiera, oggi, in città.... Claudio pensa che avrebbe dovuto accompagnare i suoi amici, che ormai, pur avendolo accettato come uomo normale....non più con quell'appellativo orribile, che se lui lo sentiva ripetere.... conciava per le feste il malcapitato....non si peritavano nel lasciarlo...
Post
13/10/2018 15:45:39
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.