............SIGFRID 3 ........

10 febbraio 2018 ore 19:20 segnala
......ancora pochi passi...apre l'uscio.... lo richiude subito alle sue spalle, appoggiadovisi con tuto il peso del corpo, per contrastare la furia degli elementi... si ferma un attimo a riprendere fiato... a permearsi dell'atteso calore che ora lo avvolge....Poi, con gesti lenti che risentono di una lunga consuetudine alla solitudine, si toglie cappello a mantello, li pone ad asciugare dinnanzi al camino ===== Ravviva il fuoco quasi spento, fascine, legna.... e ristà immobile a contemplare la fiamma che si eleva alta, vivace, in uno scoppoiettio di legna secca ...e par quasi che si inerpichi su per la cappa per presto fuggire....e vedere anch'essa, al di sopra, quell'apocalisse scatenatasi ===== Si riscuote, l'uomo; pure, ancora nessun pensiero aveva aveva preso forma nella sua mente..... una specie di ipnosi, che quel baluginare della fiamma gli aveva procurato ====== Toglie infine da un armadio panni asciutti... si denuda...si lava...si asciuga... li indossa ....Senza sostare, prende nella sua forte mano una delle pipe poste con ordine in una rastrelliera, dopo di averla scelta... la riempie di un odoroso tabacco tratto da una grossa ciotola.... lo comprime lentamente col pollice, prima di portarla alla bocca.- ===== Ogni gesto ha la lentezza di chi ha la padronanza del Tempo.... e ha la grazia come se la loro successione fosse l'ispirazione di una danza.... E' cambiato molto, il Franz // Ben // di un tempo..... Il suo sguardo, da qualche tempo, è quasi perennemente perduto in una lontananza da cui sembra voler trarre un qualcosa.... una visione....un richiamo... che a lui voglia ricondursi per uno straziante anelito..... ancora una volta.... di vita =============== Sigfrid avvicina ora al fornello della pipa un breve ramo che ha acceso al fuoco... siede alfine su di una comoda poltrona a fianco dell'ampio camino..... Il profumo del tabacco si spande per l'aria.... il suo sospiro di benessere si fonde con quel crepitare, che sta a indicargli che lui non è solo.... c'è anche l'altro, il fuoco.... che con la sua fiamma guizzante gli ha dato un pacato benvenuto...lo riscalda... gli illumina ora il viso di una rossastra luce ========== Gli occhi sono appena socchiusi, invitati da un filo di fumo, ma anche da una stanchezza che ora si manifesta.....La mano,lieve, allontana la pipa da sè... gli occhi già completamente chiusi....la depongono sul tavolino accanto ======= Tutto è immoto, in quell'allontanarsi dalla realtà....un'ultima cognizione di quello scoppiettio...... l'ultimo bagliore che carpisce la pupilla sotto le palpebre abbassate..... E l'uomo è vinto.... in un completo abbandono ========================= Ma con l'ultimo balenio di pensiero.... si è visto ancora barbone.... ciondolare per le strade della grande città...... Poi.... cos'è accaduto dopo?.....Un sogno.....forse solo un lungo sogno.....
40ec3d0c-f4cb-4ed9-ba06-f49a49562e12
......ancora pochi passi...apre l'uscio.... lo richiude subito alle sue spalle, appoggiadovisi con tuto il peso del corpo, per contrastare la furia degli elementi... si ferma un attimo a riprendere fiato... a permearsi dell'atteso calore che ora lo avvolge....Poi, con gesti lenti che risentono di...
Post
10/02/2018 19:20:03
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.