Forse dobbiamo pensare diversamente?

14 giugno 2010 ore 01:26 segnala
Voi avete suole leggere: io ho l'anima di piombo che m'inchioda al suolo; non posso muovermi.
-Tu sei innamorato: fatti prestare le ali di Cupido e vola al di l di ogni limite.
-Io sono ferito troppo profondamente dalla sua freccia per poter volare con le sue penne leggere: e cos legato, non posso sorvolare l'altezza del triste dolore: sotto il grave peso dell'amore, io precipito.
-E tu precipitando su di lui schiacceresti l'amore: troppo grave peso per una cos tenera cosa.
-L'amore una tenera cosa? E' troppo rude, troppo brutale, troppo aspro e punge come una spina.

William Shakespeare.