6 il Regalo della Mia viTA

10 marzo 2010 ore 09:18 segnala
La vita raramente ti regala gioie che non vai cercando… ma con me ha voluto provare un’altra un’eccezione.

Me ne ha incartata una scelta tra le più grandi e le più belle.

Non è difficile immaginare quale questa possa essere… è una gioia che esula dagli occhi, ma nasce dallo stare insieme, dalla tenerezza di un contatto a fior di pelle, da un bacio appena sfiorato, dal guardarsi negli occhi capendosi in un istante.

Dal sentire la cronica mancanza durante la sua assenza e quel martellante desiderio di cercarla ovunque fosse anche solo nei tuoi segreti pensieri.

Dalla convinzione di averla afferrata e di esserti aggrappato a questa  con tutte le tue forze, e se per caso… un giorno… comincerai a sentire che poco alla volta comincerà a scivolarti dalle dita, ti rimarrà la consapevolezza di aver fatto tutto… l’impossibile… affinché questo non accadesse, arrendendoti non a quella volontà ma ad un’altra. . . l’unica capace di farti rinunciare al suo amore.

Il suo sorriso.

11467529
La vita raramente ti regala gioie che non vai cercando… ma con me ha voluto provare un’altra un’eccezione. Me ne ha incartata una scelta tra le più grandi e le più belle. Non è difficile immaginare...
Post
10/03/2010 09:18:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Lettera segreta. . .

10 marzo 2010 ore 08:05 segnala
 ... e crescendo impari che la felicità non è quella delle grandi cose. Non è quella che si insegue a vent'anni, quando come gladiatori si combatte il mondo per uscirne vittoriosi.... e poter conquistare la donna dei tuoi sogni  La felicità non è quella che affannosamente si insegue credendo che l'amore sia tutto o niente... perchè solo gli anni ti sapranno spiegare se non sei caduto in inganno. . Non è nemmeno quella delle forti emozioni che fanno il "botto" e che esplodono fuori con tuoni e fuochi d'artificio... la felicità non è quella di grattacieli da scalare, sfide da vincere mettendosi continuamente alla prova. la felicità non è nel raggiungimento di un unico obiettivo... . Crescendo... impari che la felicità è fatta di cose piccole  ma preziose...  impari che la felicità è fatta di emozioni che ti sorprendono arrivando in punta di piedi,  di piccole e continue esplosioni che in sordina ti allargano il cuore. Che la luna è in grado di commuoverti e la sofferenza del mondo di inumidirti gli occhi. . E impari che i regali più grandi sono quelli che parlano delle persona che ami... e non importa che tu le abbia conosciute nella tua vita reale o in questa nuova realtà perchè il sentimento che provi lo riconosci vero anche attraverso un video anche nel leggere una frase muta... E impari che c'è felicità anche in quell'urgenza di scrivere su un foglio i tuoi pensieri e nel non saper aspettare il mattino per correre nuovamente qui quasi fosse l'unico nostro luogo di appuntamento per dirti che ti penso o semplicemente  per augurati buongiorno. . Impari che c'è qualcosa di amaramente felice anche nella malinconia. e impari che nonostante le tue difese... nonostante il tuo volere o il tuo destino ti basta immaginare un sorriso, un viso una voce leggere una parola una tua risposta  e ti accorgi quanto sia bella e grandiosa la semplicità. La semplicità di un pensiero di un affetto... di un amore impossibile. Sei un sogno fantastico vorrei trovare il coraggio per potertelo dire. . . . . . perchè ciò che più tendi a nascondere in realtà è ciò che desideri maggiormente.

L' essenza di un Amore. . .

09 marzo 2010 ore 07:48 segnala
Accade in questo modo. . .  ogni volta sembra assolutamente diverso ma in realtà lo è solamente il posto in cui questo accade.

Ad un tratto, mentre inconsapevolmente stai fissando un’oggetto, o ascoltando una canzone o percependo un profumo.

O mentre stai guidando da solo o stai guardando dalla finestra o ti ritrovi sul divano a fine giornata a vedere la tv.

E ti viene in mente di quell’ultima volta in cui ti sei trovato al suo fianco, tanto da riassaporare ancora il gusto di quell’emozione.

Vi è mai capitato – ad esempio – che, mentre siete vicini alla vostra donna tanto da percepirne il profumo della sua pelle e dei suoi capelli, un tormento vi violenti qualsiasi altro pensiero?. . .  Qualcosa di impellente, qualcosa che non vi lasci modo di ribellarvi a quel richiamo, e che vi suggerisca di pronunciare queste parole:

<<Chiudi gli occhi tesoro, ho voglia di guardarti mentre dormi>>

A me si.

Dopo aver fatto l’amore con la donna che ami, rimanere sdraiato al contatto della sua pelle e contemplarla mentre riposa è un’emozione meravigliosa.

Lasciar posto alla delicatezza ed accarezzarle i capelli, mentre con le labbra ancora umide torni a seguire il profilo del suo viso.

E poi rimanere in silenzio tanto da poter sentire il battito del suo cuore. . . un battito che nel grande orologio della tua vita in quel momento sta battendo solo per te.

L’essenza dell’amare è tutta lì. . . e in quel momento è come se non mi riuscisse di capacitarmi che Lei possa essere al mio fianco solo per me mentre io altro non potrei fare che faticare nel vano tentativo di trattenere la felicità di quel momento che vorrei non si esaurisse mai, se non quando riaprendo nuovamente gli occhi torni a leggere in lei il tuo stesso desiderio di ricominciare a fare l’amore.

I miei giorni non sono ricchi di queste emozioni. . . ma in cuor mio so di aver vissuto questa grande emozione. . .  e questo mi regala un ricordo dolcissimo, indimenticabile.

Un’ora. . . un giorno. . . una vita, che differenza fa? 

Una carezza sul cuore. . .

08 marzo 2010 ore 10:51 segnala
Posso chiederti una cosa?. . . domandò lei con un filo di mentre facendosi ancor più piccola si avvicinò ancor di più al petto di lui che notando quel gesto la strinse tra le proprie braccia cingendola da dietro.

Dimmi pure rispose Thomas provando a quelle parole un leggero brivido sulla pelle.

Sei mai arrivato a sfiorare un sogno con le dita ?

Ci fu una lunga pausa carica di significato in cui lui credette di cedere ad una lacrima. . . poi la sua mano uscì dalle lenzuola e accarezzo il viso di lei e quel gesto valse più di mille parole. . .

Tu 6 quel Pensiero.

08 marzo 2010 ore 07:54 segnala
a volte…un desiderio si insinua nella mente con forza e prepotenza tanto a farci credere tutto possibile, ed è quell’invadenza che si fa assaporare sensazioni di cui non sappiamo fare a meno.

Sei entrata nel mio desiderio di uomo senza che me ne accorgessi tanto da diventare tu quell’invadenza.

Sei quel pensiero fisso a cui non so più rinunciare sei quella sensazione che vorrei trasformare emozione e battito sulla mia pelle.

 

per te. . .

05 marzo 2010 ore 09:49 segnala

tu forse non lo sai mai io non faccio che pensarti. . .non posso dirtelo, non posso chiamarti non posso vederti. . . ma in fondo non smetto di pensarti. (Ti amo Giulietta)

Otto Marzo. . .

05 marzo 2010 ore 09:01 segnala
Otto Marzo visto dalla parte dell’uomo. . .

Spesso mi inoltro nella sfera più eccitante che il mio istinto di uomo vorrebbe continuamente perseguire. . . vorrei poterlo fare ponendomi una domanda: Quando noi uomini ci soffermiamo a guardare una donna, tanto da spogliarla con gli occhi, davvero vorremmo che questo accadesse? Oppure è quella velata o spudorata  sensualità presente in tutte le donne che vi rende meravigliosamente attraenti  alla nostra vista tanto da non poter  far altro che voltarci al vostro passare e rimanere imbesuiti assaporando la scia del vostro inconfondibile profumo?

Ci sono 1000 cose che una donna è in grado di fare nel migliore dei modi…ma il più sensuale ai nostri occhi è quello con cui portate ovunque la propria femminilità, il vostro modo di vivere la giornata compiacente di esser donna, di lasciarvi guardare per il semplice fatto di essere una creatura desiderabile e non certo perché avete esclusivamente un corpo nudo, spoglio o da vetrina. Ovvio che per tutte quelle donne a cui la natura ha regalato una gran fetta di ben di dio, diventa facile mettersi in mostra anche con una semplice mogliettina  viola aderente, una normale scollatura su di un prosperoso seno,un leggero spacco sulla gonna o una camminata su di un tacco 12.

Eppure…ciò che calamita indecentemente l’attenzione un uomo è il cercare di intuire ciò che in realtà non si riesce a vedere ma solo immaginare…vorrei provare a spiegarmi meglio… guardiamo quest’immagine , che cosa vediamo? In realtà nulla, ma la nostra immaginazione ci spinge inesorabilmente a comprendere ciò che in realtà non è visibile….arrivando a considerarlo cibo per la nostra bocca…e questo non lo trovate splendido? Che meraviglia abbandonarsi a questo pensiero… poterlo far nostro e solo nostro anche se è sotto gli occhi di cento mille altre persone…perché la consapevolezza di poter osservare in maniera unica un gesto ci permette di sfiorare ed accarezzare con lo sguardo ciò che invece gli altri a nostra differenza crediamo che possano solamente vedere.

La femminilità?... è una veste di seta rossa che ricopre un corpo sinuoso e che al buio di una sola candela non aspetta altro che il contatto delle nostre mani e l’essenza della Sensualità… è il proprio portamento, il sapersi muovere, una risata, il saper guardare in un certo modo fino ad arrivare a comunicare con lo sguardo ciò che si desidera e che come un’ossessione si osserva in modo continuativo.

Ma se provo ad invertire questi due concetti, ne risulta che la sensualità altro non è che il ricamo di un autoreggente che sotto le lenzuola richiama la mie carezze, mentre la femminilità è la capacità di sapersi muovere in gesti languidi che si lascino guardare… è il saper sfiorare in maniera muta, imbarazzata e colma di timidezza con lo sguardo ciò che invece desideri osservare di continuo….Eppure non stiamo parlando della stessa cosa???  Forse è azzardato e provocatorio, ma credo che alla fine non possiamo dire che queste due cose, così astratte ma allo stesso tempo concrete, si contrastino e allo stesso tempo vicendevolmente si completino….portando ad un’equivocabile risultato…LA donna sa esprimere Femminilità e allo steso tempo risulta possedere in se una propria Sensualità.

In conclusione il mio pensiero di uomo è quello di incentivare qualsiasi tipo di donna ad essere fiera del proprio corpo e di sprigionare quella Femminilità e quella Sensualità che forse per mille banali complessi fino ad ora non sono mai state in grado di esprimere... perché nulla è più vero di una frase che un giorno lessi su di una pubblicità…nessun’altra persona al mondo potrà mai essere come te.  ricordatelo donne. . . e buon 8 MARZO

Io Ripudio la Guerra. . .

04 marzo 2010 ore 08:45 segnala

Io ripudio la Guerra. . . sostegno Emergency.

Se Fossi Acqua. . .

04 marzo 2010 ore 07:57 segnala
Se fossi acqua

scivolerei lungo le curve morbide del tuo corpo

come pioggia di primavera

e fermandomi a terra

mi raccoglierei . . .  e mi berrei

dissetandomi di te

Sopperire al mio desiderio

al tuo corpo, ai tuoi baci

mi è impossibile.

Ma da ora in poi,

in ogni sorso d'acqua ritroverò un sapore nuovo,

 il sapore di te. . .

Un sapore colmo del tuo profumo

da odorare al buio di una stanza

accarezzando la consistenza dei tuoi capelli

il calore della tua pelle

il sapore delle tue labbra.

Tomas

Ama . . .

04 marzo 2010 ore 07:52 segnala
Questa mattina ho letto alcuni blog a cui sono affezionato. . . in uno di questi ho voluto lasciare un messaggio, come se ne sentissi il bisogno. . . è stato come se da una parte sentissi la voce di una donna che invocava amore, un’amore diverso da quello che troppe volte ci fa soffrire, un’amore vero, ricco, pulito, complice,  carico di entusiasmo. . . dall’alta una risposta incolore, fredda una risposta che rispecchia la realtà che non dovrebbe essere, una risposta pronunciata con la voce profonda di un’uomo in cui però non mi associo.

Perché ci sono uomini che amano più delle donne, e ci sono uomini che vivono il timore di poter soffrire tanto quanto può aver timore una donna che ha sofferto.

Chi mi conosce sa quanto per me è importante la parola Luna. . . ebbene sai cosa ti dico Luna?

Io ti dico che l’amore è meraviglioso anche per il timore che incute e che arriva inaspettatamente quando meno lo credevi possibile. . . e che per quanto tu senti di voler amare potrai incontrare sempre chi è in grado di amarti di più e di manifestartelo in mille modi a cui tu non avevi mai pensato prima.

L’amore non chiede permesso, non si preannuncia. Sei tu a doverlo riconoscere e se lo consideri vero amore allora non lasciarlo scappare.

Coltivalo. . . dagli importanza, fa che il tuo cuore non ne possa più fare a meno.

E’ così bello essere innamorati e ricambiati. . . Solo tu saprai se vale la pena di viverlo con passione e sentimento. . . e sentirai dentro di te tanto amore da renderti felice ogni istante della tua giornata.

Ti darà forza per tutto ciò che avresti voluto fare e non hai mai trovato il coraggio di iniziare. Ti toglierà il sonno, il fiato, ogni altro pensiero. . . ma in cambio ti regalerà infinite emozioni ogni volta diverse.

L’amore è così. . . è attesa, è desiderio, è sentirsi vivi.

Ama più che puoi Luna. . . perché amare è la cosa più bella che un uomo ed una donna possano fare.