BELLEZZE NASCOSTE: IL LAGO DI VICO

29 luglio 2015 ore 11:47 segnala

Un caldo spaventoso. La via Cassia circondata da distese di coltivazioni basse, talmente bruciate dal sole che il giallo domina all'infinito. Nugoli di alberi di nocciole che invitano alla sosta e al rapido furtarello per ricordare sapori dimenticati. Il viaggio prosegue e l'auto salta sulle imperità del fondo neanche fossimo truppe cammellate ma non c'è Lawrence d'Arabia al mio fianco, anche se la mia barba può far pensare ad Omar Sharif. C'è mio figlio e sembra spassarsela, mentre armeggia con gli occhiali ai quali ha applicato le visiere da sole. Dove andare? Non lo sappiamo, seguiamo soltanto i segnali stradali aspettando di trovare qualcosa di allettante. Ed ecco apparire i segnali marroni turistici che indicano il lago di Vico.



La strada ci offre, una volta giunti alla foresta che costeggia il lago, poche zone per sostare ma, una volta lasciata la macchina, ci infiliamo tra la selva e gli alti cespugli raggiungendo gli strapiombi da cui si vede il minuscolo ma bellissimo lago di Vico. Riserva naturale dagli anni ottanta, raggiunge i 4.100 ettari comprendendo il lago e il suo bacino a ferro di cavallo e tutta la zona boscosa di Ronciglione. Una volta raggiunta la stretta striscia di spiaggia che ne circonda buona parte, si gode la vista lontana di una gigantesca distesa piatta erbosa.



Lungo le spiaggette si susseguono centri residenziali con basse villette e piccoli ristoranti che tengono in ordine le spiagge e offrono sia da mangiare ai tavoli che a portare via per chi vuole fare picnic nei boschi. C'è fresco, e una calma silenziosa e corroborante, mentre passeggiamo sulla sabbia, immagine interrotta assurdamente da un vù cumprà che gira anche qui con paccottiglia cinese. Riprendiamo la marcia e facciamo il giro completo del lago passando per la "via dei parchi" che attraversa monte Venere, zona ad alta popolazione di cinghiali e infatti notiamo ovunque cartelli di segnalazione e di pericolo.


La foresta è fittissima di querce, noccioli, castagni e soprattutto faggi. La faggeta di monte Venere è famosa in tutta la zona. Dopo aver visto tutta la zona montuosa ci accorgiamo che si è fatta ora di pranzo, il thermos e le merendine che abbiamo portato di scorta sono finite quindi via, a cercare un buon posto. I ristoranti sulle spiagge ci hanno lasciati perplessi, sia perchè sembravano volersi dedicare solo ai clienti che avevano preso sdraie e ombrelloni sia perchè erano ancora tutti non attivi, in attesa che i bagnanti si ritirassero. Per cui scendiamo a Ronciglione e cerchiamo un ristorante valido: passando per corso Umberto I°, al civico 108, ecco il ristorante Trilussa. Fortunatamente nel vicolo di fianco troviamo da parcheggiare ed eccoci dentro: locale minuscolo ma elegante, fresco e ben sistemato. Accetta carte di credito e bancomat, cosa ovviamente fondamentale per noi che ci portiamo dietro sempre pochi spiccioli. In cucina Eléna e ai tavoli Fabio, suo marito, che con grande simpatia ci hanno accolto, accudito e servito. Abbiamo preso bucatini alla amatriciana , delicati e non piccanti, e mezze maniche ai quattro formaggi, sapide e ben mantecate. Per secondo petto di pollo ai ferri, scaloppina al limone, patate fritte - non quelle fine tipo surgelate, ma a pezzi grossi e insaporite con paprika e varie spezie - due bottiglie d'acqua, pane e coperto , il tutto al prezzo complessivo di soli 40 euro. Un prezzo dignitoso, non da fast food ma competitivo se rapportato al locale, e tenete presente che le porzioni erano veramente abbondanti. Per chi lo desidera c'è una vasta scelta di pizze, di piatti di mare e una buona carta dei vini. Decisamente consigliabile per le vostre escursioni gastronomiche. Dopo il caffè eccoci di nuovo in auto a fare salti sulle asperità della via Cassia, fino al ribollente ritorno a casa. E la prossima, dove andremo?



e4b791fa-7da9-448b-af2d-af7ef2965d17
« immagine » Un caldo spaventoso. La via Cassia circondata da distese di coltivazioni basse, talmente bruciate dal sole che il giallo domina all'infinito. Nugoli di alberi di nocciole che invitano alla sosta e al rapido furtarello per ricordare sapori dimenticati. Il viaggio prosegue e l'auto salt...
Post
29/07/2015 11:47:26
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    18

Commenti

  1. giusi62 31 luglio 2015 ore 16:47
    Ciao Maco vi invidio un po,ma che be posti,
    visitate,bravi avete buon gusto anche nel cibo,
    bacioni ad entrambi.
  2. crenabog 01 agosto 2015 ore 07:21
    X giusi62 grazie ma è quel poco che riusciamo a fare e vorremmo fare molto di più. Le mie ferie non collimano con quelle della famiglia e così non c'è tempo per fare nulla. Peccato! Abbracci e bacioni a te.
  3. Cicala.SRsiciliana 02 agosto 2015 ore 12:52
    Un viaggio meraviglioso di luoghi a me del tutto sconosciuti. Come mi piacerebbe visitarli! Non ti nego che un po’ t’invidio. Un’invidia benevola ovviamente, sii felice Marco, e continua il tuo viaggio, regalandomi emozioni, un abbraccio, Rita
  4. salyma 04 agosto 2015 ore 08:14
    Si, meglio viaggiare, non importa andare lontano, l'essenziale è toglierci da questo luogo dove c'è moria di gente e di idee e non solo, basta collegarsi qualche minuto su bacheche e allora ti viene anche il voltastomaco per l'imbecillità che vi regna.
    Il lago di Vico, lo conosco solo di nome e così ora me l'hai fatto conoscere con le tue foto. Certo un luogo tranquillo e dalle descrizioni anche molto caratteristico oltre che circondato dal verde. Ganzo l'episodio del vucumprà, quelli ormai sono in ogni dove :-)))
    Ma di tutto quello che hai raccontato la cosa più bella è la compagnia di tuo figlio, soprattutto a tavola quando insieme, gustando le ottime cibarie si crea quell'intimità che niente eguaglia. O no? almeno così mi sembra di vedere.
    Buona giornata e alla prossima gita......un abbraccio!
  5. crenabog 04 agosto 2015 ore 13:03
    X Cicala.SRsiciliana grazie di cuore e scusa se scrivo solo ora perché col lavoro non posso collegarmi. Il tempo è poco e le linee col cellulare spesso cadono. Grazie ancora, sono io che invidio le favolose pasticcerie della tua terra! Bacioni e a presto.
  6. crenabog 04 agosto 2015 ore 13:09
    X salyma sono d'accordo con te e sono davvero stanco dell' ambiente qui dentro. Per i pochi amici e non per altro, resto e scrivo... Fuori? Giusto perché c'è Bruno. Altrimenti. Mah... Abbracci carissimi e a risentirti!
  7. Ladra.dilibri 06 agosto 2015 ore 08:49
    Carissimi amici miei, tu e Bruno siete un orgoglio vivente, padre e figlio che scrutano, scoprono, assaporano il gusto dell'estate ignari di un caldo torrido. Per i gusti alimentare mi sento molto vicina a Bruno, ehm...a parte quella robaccia rossa che solo a vederla mi disgusta, qui ci vorrebbe mia figlia a far compagnia a Bruno. E poi la scoperta dell'avventura, ove tutto è possibile, ogni percorso diventa novità e ogni passo fatto insieme a tuo figlio è un passo in più di reciproca vita insieme e fidati Marco non c'è nulla al mondo di più bello che una comunione di intenti. Bacioni a tutti e due e non far morire questa idea bellissima neanche se ti ammazzano. Eheheehehe......
  8. crenabog 08 agosto 2015 ore 14:25
    x Ladra.dilibri eh sì, il problema del nostro essere insieme è il tempo che passa e presto, fin troppo presto, finirà tutto. già da un anno a questa parte le cose sono cambiate visto che cresce e ci sono nuovi amici e altre esigenze e così entro un altro paio di anni le cose cambieranno ancora più logicamente e il nostro vivere le cose insieme apparterrà al passato; cosa che a me, che di queste cose me ne rendo conto purtroppo, mi amareggia ed intristisce profondamente. comunque, faccio quel che posso fin che posso. per quell'altra faccenda dell'ospedale, dopo avermi imbottito di toradol e avermi mezzo sfondato una vena, mi hanno dimesso senza averci capito nulla. ho una lista di analisi invasive da fare che è lunga un chilometro e siccome queste sono state le avvisaglie che hanno preso sia mio padre che mio nonno non sto vivendo giorni tranquilli. vedremo. nel caso ti farò sapere. abbracci.
  9. Lacrimedunastella2 14 agosto 2015 ore 17:06
    Ehi non mi spaventare sai !!! (Ho letto il commento qui sopra :-( cosa succede???) ...
    Ti raccomando, tienimi informata e spero vivamente non sia niente ma solo cose che si possono risolvere così che tu possa continuare le tue meravigliose avventure con tuo figlio a fianco.
    Un abbraccio forte
    Mary
  10. crenabog 15 agosto 2015 ore 00:04
    X Lacrimedunastella2 ancora non so niente ma a settembre approfitto delle ferie per farmi tutte le analisi - anche invasive - del caso. Poi si vedrà. Per ora continuo a lavorare e a stare quotidianamente su instagram dove ho un afflusso di gente enorme da tutto il mondo e che poi di riflesso vengono a cercare i miei blog. E' una soddisfazione, visto che qui sembra si sia afflosciato il nostro mondo di blogger. Un caro abbraccio e abbi gioia e serenità.
  11. c.ioccolatino111 17 agosto 2015 ore 11:57
    Bellissimo il lago di Vico, finalmente mi è apparso, (accade che, appena entrata, le immagini non si presentino subito) assieme ad un bel ragazzo, serio e tenero allo stesso tempo! Tutto questo, i viaggi e lo stare vicini, rimarranno impressi nella sua memoria e non saranno soltanto dolci ricordi quelli che Bruno terrà in serbo per sé.
    Non so quale problema di salute di affligge, spero però tantissimo che sia un controllo per un "qualcosa" che non esiste!
    Un abbraccio. :rosa
  12. salyma 06 ottobre 2015 ore 21:37
    Perché non scrivi più? hai scritto sopra che devi controllare la tua salute se ho ben capito. Spero a quest'ora tu abbia risolto e che tu non abbia nessun tipo di problema.
    A presto :staff
  13. crenabog 26 ottobre 2015 ore 13:18
    @c.ioccolatino111 grazie del caro commento. Bruno anche se non ha molta voglia di studiare e' almeno un bravo ragazzo e ci vogliamo bene il che è tanto di questi tempi. Per il resto le cose vanno così, non granché bene ma cerco di sopravvivere. Un abbraccio.
  14. crenabog 26 ottobre 2015 ore 13:23
    @salyma anche a te, sempre gentile, un grazie di cuore. Vero non riesco quasi più a collegarmi e questo mi ha fatto cadere la spinta a scrivere. Non so se o quando ricomincerò. Per il resto io vado avanti, mia moglie invece a giorni ha un altra operazione da fare. Speriamo bene ma sai, ormai si sono accumulate talmente tante cose negative... Mah. Ancora abbracci di cuore.
  15. c.ioccolatino111 04 novembre 2015 ore 18:15
    Ed è la cosa più bella e importante quella di volersi bene e stare insieme, sia nei momenti sì, sia nei momenti no !
    Un abbraccio. :rosa
  16. albaleone 05 novembre 2015 ore 11:51
    Sono alba,rediviva finalmente. Ho riletto con piacere il post che già conoscevo.
    Se vuoi contattarmi sono .Albaleone. Un abbraccio.
  17. methos1phd 14 dicembre 2015 ore 21:07
    Fai da cicerone a tutti noi :-) e sei davvero bravo nella descrizione dei magnifici posti che di volta in volta visiti e fotografi per i tuoi post. Il piccolo sta crescendo, insieme siete troppo teneri !! Un caro saluto. Angie
  18. crenabog 22 dicembre 2015 ore 14:59
    @c.ioccolatino111 in effetti è così. un caro abbraccio e se non ci sentiamo tanti carissimi auguri!
  19. crenabog 22 dicembre 2015 ore 15:01
    @albaleone felice di risentirti, se non sbaglio mi pare che ti avevo anche scritto in pvt ma è così tanto che non entro che non potrei giurarlo. anche a te cari auguri di lunga e serena vita in occasione delle feste in arrivo.
  20. crenabog 22 dicembre 2015 ore 15:02
    @methos1phd carissima, grazie. è tantissimo che non entro a scrivere e mi dispiace di non aver più tenuto i contatti con gli amici e amiche. rivolgo anche a te i miei migliori auguri per le feste sperando che forse un giorno per me sia possibile ricominciare a restare attivo qui dentro.
  21. albaleone 22 dicembre 2015 ore 17:47
    Tanti auguri ed un abbraccio affettuoso a te e a Bruno .(Un giovanottone !)
  22. crenabog 23 dicembre 2015 ore 10:32
    @albaleone grazie! effettivamente da un paio d'anni è diventato più alto di me. ehhh si vede proprio che sto invecchiando, eh!
  23. c.ioccolatino111 24 dicembre 2015 ore 15:22
    Grazie Marco. Ricambio i carissimi auguri e gli abbracci a te e al bel ragazzo che mi godo cui sopra. :-)
    Buon Natale caro.
  24. Dr.Pentothal 02 febbraio 2016 ore 23:58
    Hai la capacità di farmi sentire interessato anche alle ore di veglia di un ornitorinco. Qualunque cosa tu scriva è interessante. Addirittura un escursione turistica fuori dalle guide, diventa interessante. Sai perchè? Semplice, vecchio mio. Perchè tu anche nella descrizione geografica di un viottolo o del fogliame di cui è ricoperto metti un ingrediente inconfondibile: il cuore. E quando un burbero come me scorge quell'ammasso rosso, tutto diventa poesia. E tu quella...la sai raccontare bene.
    Ehi, ti ricordo che è dal cibo che vien furi il conflitto generazionale. Ahahahaha.
    A presto Marco.
  25. crenabog 03 febbraio 2016 ore 10:05
    @Dr.Pentothal giustamente, soprattutto quando lui sa che non ho un soldo, andiamo da Burger King, io prendo un miniburger da un euro e mezzo e lui ordina due menù completi formato extralarge, modificati e con salse. che poi non mangia ma porta a casa pensando che la moglie ci faccia hamburger, che non fa, perchè io quasi non mangio carne. eh che pazienza, avrebbe detto Andrea se non fosse morto. Andrea Pazienza, giusto per dare un colpo al cerchio e uno alla botte, stante il cerchio per il colto pubblico e la botte per l'inclita guarnigione. bene, vado a farmi una piattata di rigatoni e poi a dormire. abbracci e formaggi.
  26. Dr.Pentothal 03 febbraio 2016 ore 12:24
    @crenabog - Vedo che ne convieni. Ahahahaha..... Il che fa traboccare il mio cuore di gioia. Almeno non sono l'unico a produrre i miei Je accuse! Ahahahah
    Salutamii il figliolo, papy.
  27. crenabog 04 febbraio 2016 ore 09:49
    @Dr.Pentothal eheheh sono totalmente fuori di testa, è ben noto. Porterò a Tato i saluti e ti ringrazio in anticipo. abbracci.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.