CAPISCI DI ESSERE UN PADRE...

24 marzo 2011 ore 11:19 segnala


...quando ti incavoli come una bestia quando in televisione vedi quelle cose che ti piaceva tanto vedere di nascosto quando eri giovane.
...quando davanti ad una vetrina di fiammanti Harley Davidson l'unica cosa che ti domandi è se hanno un casco che gli vada bene in testa.
...quando ti presenti alle maestre della prima elementare e ti raccomandi che non succeda nulla al bambino, lasciando aperto il giubbotto perchè vedano la pistola nella fondina ascellare.
...quando te ne freghi di rischiare un ernia girando con lui a cavalluccio anche se oramai pesa quaranta chili, perchè il mondo è più divertente da là sopra.
...quando in campagna gli spieghi che quelle non sono buche di talpe ma tane degli gnomi.
...quando gli spiccioli per il caffè finiscono nel fondo per le figurine dei calciatori o degli amici cucciolotti.
...quando capisci che le cazzate della vita non sono niente in confronto a lui che si gira nel letto e ti abbraccia mentre dorme.
...quando le sue foto, nella cartella Immagini del pc, sono trecento volte più di tutte le altre.
...quando lavori solo la notte e non dormi mai per essere sempre disponibile per portarlo, prenderlo ed accudirlo.
...quando provi vergogna perchè vorresti che lui avesse tutto quel che hai avuto tu da giovane e sai che non ci riuscirai.
...quando ti tatui addosso il suo ritratto perchè così starà sempre con te.
...quando ti viene spontaneo pensare a quanti litri di benzina ti servirebbero per darti fuoco sulla sua tomba se morisse prima di te...
291354fd-05fb-43f9-94e4-6a083808e01f
« immagine » ...quando ti incavoli come una bestia quando in televisione vedi quelle cose che ti piaceva tanto vedere di nascosto quando eri giovane. ...quando davanti ad una vetrina di fiammanti Harley Davidson l'unica cosa che ti domandi è se hanno un casco che gli vada bene in testa. ...quando...
Post
24/03/2011 11:19:46
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    23

Commenti

  1. tenalady 24 marzo 2011 ore 11:30
    Buon giorno Crenabog
    Che dire... sei una persona fantastica e un giorno tuo figlio ricambiera' piu' di adesso l'affetto e l'amore che nutri nei suoi confronti.
    Sei una persona come tante che probabilmente crede poco in cio' che è..
    Probabilmente subisci la quotidianita' e sei convinto di non possedere gli strumenti per cambiare la vita.
    Se non ti senti stanco tu... che ogni sera ti ritrovi proiettato in un luogo sconosciuto...chi dovrebbe esserLo?
    Hai tutte le ragioni di questo mondo...io pagherei oro per avere un padre cosi..un padre che non ho e che mi manca.. che ormai ho smesso di cercare perchè e' come tirare il sangue alle rape! Impossibile.
    Ti rispetto e nutro affetto incondizionato per te perchè sei unico , come ho sempre sostenuto un vero babbo!
    Ti abbraccio
  2. crenabog 24 marzo 2011 ore 11:36
    Cara Jaia, lo so dei tuoi casini familiari e me ne spiace tanto, sempre così, mai una volta che la gente simile vivesse con i propri simili, tutti spaiati stiamo... Tato è contento, ci divertiamo e ci vogliamo bene, questa è la sola cosa che conta. Poi, se io credo in me stesso...eh, be', io sono uno che - come avrebbe detto Gassman - aveva un grande avvenire dietro le spalle. Stavo sulle enciclopedie ed ora eccomi qui, a far la guardia per la pagnotta quotidiana e senza più riuscire a fare un disegno, quadri meno che mai...mah. La vita è andata, ora si tratta solo di contare i giorni che restano e viverli al meglio possibile. Un abbraccio con tanto affetto ed amicizia.
  3. tenalady 24 marzo 2011 ore 11:49

    Anche se virtuale :-)
  4. tenalady 24 marzo 2011 ore 11:50
    Scusa crenabog....
    non riesco ad inserire la foto..peccato era tanto bellina.
    A presto
    iaia
  5. sifossifoco 24 marzo 2011 ore 11:51
    Sei un vero padre,dividi con il tuo piccolo ogni istante,però devo dirti, come lo dico sempre a me stessa..vai oltre , pensa anche a te..autostima, progettiamo ancora, siamo piu' forti del caso e del tempo....provo per le mie due fanciulle cio' che provi tu per il tuo gioiello :-)
  6. crenabog 24 marzo 2011 ore 11:55
    x Iaia, fa niente, sarà per la prossima volta, vedrai che prima o poi comparirà!
  7. crenabog 24 marzo 2011 ore 11:56
    x sifossifoco... arderei lo munno, soprattutto se qualcuno me lo tocca. Non sono un uomo, ho l'animo del canguro... e certo sì, dovrei pensare anche a me, per fortuna ho almeno il web dove poter sfogare la mia creatività che altrimenti viene ritualmente e quotidianamente tarpata. Felice che le tue figliole siano così fortunate!
  8. SOGNANDO59 24 marzo 2011 ore 12:22
    Non ti conosco tantissimo ma il tuo sguardo parla per te! Sei un bravo papa' e tuo figlio sara' sicuramente fiero di te come lo sei tu di lui
    Un abbraccio :-) :rosa
  9. crenabog 24 marzo 2011 ore 12:25
    Grazie, faccio solo quel che ritengo giusto e col rimpianto di non averlo potuto avere prima, quindi con la piena coscenza che gli anni che vivremo insieme sono dannatamente limitati. Questo sì, mi dispiace tanto. Un abbraccio.
  10. tina67 24 marzo 2011 ore 13:06
    Wow che foto!! Quanta tenerezza... Tatino felicissimo. tu altrettanto!
    Tutti i bambini meritano un padre così, purtroppo la realtà è diversa. Anche mio padre era sempre presente per me, ed io non dimenticherò mai che mi è stato sempre accanto. Purtroppo mio figlio non ha avuto un padre così, almeno fino a poco tempo fa. Ora vive con lui, e pian pianino mio ex si rende conto che è stato praticamente assente per i primi 15 anni della vita di suo figlio. Spero solo che si godi quei pochi anni che può accudirlo finché sarà grande e autonomo. Lo spero tanto, per Marco, mio figlio.

    un abbraccio grande grande (anche a Tatino!)

    Annette P.A.
  11. venuste 24 marzo 2011 ore 15:29
    ti avevo lasciato un lungo commento.
    e poi.....zac......sparito..
    ...........
    dicono che la mamma......è l'angelo del focolare......
    certo......
    ma un padre.......è un eroe..
    il padre per le figlie femmine... è il nostro primo amore......
    ..........
    un vero padre ti forma...
    ilpadre è l'albero.....e noi siamo i suoi rami..
    .............
    ed anche quando non c'è piu.......
    rimane......tutto cio che ci ha lasciato....
    il suo amore.....a sua umilta'... la sua onesta'...
    ................
    tuo padre l'ha fatto con te......
    e tu....sempre meglio.....
    lo fai con tuo figlio..
    dandogli cio che tuo padre......non ha potuto darti.....
    un giorno quando tuo figlio sara'padre....
    dara' a suo figlio.....
    cio' che tu..... non hai potuto dare a lui......
    vedi.......è una ruota che gira......
    tuo padre è felice di cio che stai dando a tuo figlio.....
    e chelui avrebbe voluto dare a te.
    ed un giorno......tuo figlio.....
    ...si chiama......eredita'...
    che non sono le cose materiali.......
    .......ma....... è l'amore.........
    che non si potra' mai comprare..
  12. Mr.Prozac 24 marzo 2011 ore 15:37
    Un commento, ti lascio un commento perchè il post lo merita.

    Anche se leggendo certe cose capisci che non troverai parole giuste, migliori o di eguale bellezza. Quando pensi che commentare sarebbe come aggiungere una pennellata al capolavoro di un altro.

    maurizio

    p.s. - mi dichiaro adottabile!
  13. venuste 24 marzo 2011 ore 19:47
    Stavo sulle enciclopedie ed ora eccomi qui, a far la guardia per la pagnotta quotidiana e senza più riuscire a fare un disegno, quadri meno che mai...mah. La vita è andata
    .............
    ehi come sei catastroficooooooo..........
    ma quale vita andata...
    ...............
    avrai tanto di quel tempo.......quando andrai in pensione..
    a voglia di disegnare...
    ...............
    e di arrabbiarti......perche i tuoi nipotini..
    ti verranno a fregare...... i colori ed i pennelli..
    e dipingeranno i muri della tua casa...
    a mo' di graffiti.........
    come fanno il nipotino con mia sorella..
    devrai.....
    un giorno ti verranno in mente queste mie parole...
    e mi penserai......
    :kissy
  14. Xx.MIRCOxX 24 marzo 2011 ore 21:58
    molto bello questo post,hai detto tutto quello che un padre puo' dire penso non ci sia altro da aggiungere alla lista,ciao :-)
  15. crenabog 24 marzo 2011 ore 22:29
    x la Senatrice Padmè, so bene tutto quel che ti è successo e mi spiace tanto. Io ci sono andato vicino ma ho stretto i denti per non perderlo e alla fine sono ancora qui, con lui. Teniamo duro e cerchiamo di non dover rimpiangere nulla.
  16. crenabog 24 marzo 2011 ore 22:31
    x venuste, in pensione? ma no, io morirò sul lavoro come mio nonno e come mio padre, con due spiccioli in tasca che non basteranno neanche per le esequie e quel che lascerò saranno solo ricordi. spero saranno belli, spero saranno buoni. questo è tutto quel che posso fare...
  17. crenabog 24 marzo 2011 ore 22:33
    x Mr.Prozac, gentilissimo e commovente, ti ringrazio. Circa l'adozione dovresti avere almeno diciotto anni meno di me, può darsi pure sia possibile, sono ancestrale... un abbraccio.
  18. crenabog 24 marzo 2011 ore 22:34
    x Mirco, ti ringrazio, sei sempre un caro e vecchio amico. Ciao!
  19. venuste 25 marzo 2011 ore 08:48
    Crena.........scusa......ma te lo meriti......un bel vaffaculo.....ma sonoroooo...................ma di quelli strong come le campane a festa a Pasqua...
    mazza ohhhhhhhhhhhhhhhhhh......sai gia' com'è il tuo destino?????
    e chi sei domineddio????? o il suo segretario....???????
    mi hai fatta incazzare.......... strunzzzzz.......
    pensi alla morte......lei.......quando arriva arriva...
    non c'è bisogno di programmarla...
    ecco.... nel frattempo.......ti suggerisco.......di togliere fuori le 00..
    e di metterle in funzione...
    non solo per accoppiarti...... e dato che sei a dieta..
    usale.......... per mantenerti sempre a galla in questo vita che è un mare di :cens.... pensa a tuo figlio.......e a quando gli puoi dare ancora...
    la vita non è un segmento dove noi mettiamo inzio e fine..
    infatti si nasce......e non lo programmiamo noi........
    e fino a quando.......arriviamo alla fine... presto o tardi che sia..
    dobbiamo fare di tutto..... per arrivarci... con le lacrime nel cuore.. ma il sorriso sulle labbra...
    .......................
    pensa solo che tuo figlio........ha bisogno di te........
    e non ti devo dare io lezioni.......visto che sei.....un padre unico..
    ............
    ma non pensare... alla :amen....
    non pensare al domani.........goditi il presente....giorno per giorno.....
    e non sprecare un solo istante...
    a cazzate... baciiiiiiiiiiiiiiii..
    una mamma tosta.... !!!!
  20. goccesulmare 25 marzo 2011 ore 08:53
    si capisce che sei un padre amoroso, un padre che si preoccupa per il suo bambino (rimarranno sempre bambini per noi genitori), che si occupa di lui e sacrifica il suo riposo ed il suo tempo per stargli vicino e seguirlo nei suoi passi...
    non tutti i papà sono così ed è stato bello scoprire che tu lo sei!
    gocce
  21. venuste 25 marzo 2011 ore 09:29
  22. crenabog 25 marzo 2011 ore 09:33
    x venuste, intanto eviterei cortesemente gli strunz e tutto il resto, molto più appropriati in altri blog e con altri bloggers che notoriamente hai avuto contro mentre qui mi sembra sia sempre stato l'angolino della correttezza. poi, il retroterra è facilmente spiegato, visto che a volte bisogna parlare anche degli affari propri per spiegare frasi che andrebbero invece accettate e basta. La mia famiglia ha avuto un impresa edile per generazioni, cosa che ci consentì di vivere in modo più che decoroso anche se sputando sangue sudore e lacrime tutti i giorni sia per stare dietro agli operai menefreghisti e ladri del materiale sia per combattere con chi voleva i lavori e poi non pagava, una delle tante ragioni per cui, alla fine, non essendo affiliati alla mafia nè una banda di rumeni in nero, siamo colati a picco, rovinati fino all'osso mentre gli operai si facevano le auto nuove e le case al mare. Mio nonno lavorò sui cantieri fino a ottant'anni, poi disse va bene, ora mi riposo un poco, il risultato furono tre mesi di tumore allo stomaco e via nella tomba. Mio padre a sessantasei anni gli scoprirono una cirrosi epatica mai diagnosticata trasformata in ascite e tumore, e non beveva e non fumava, diagnosi curabile e almeno sei anni di vita, risultato sei mesi di agonia al Gemelli, tra flebo e sbocchi di sangue e morfina, ancora con il blocchetto degli appunti del lavoro tra le dita per portare avanti il lavoro. Io a 45 anni disoccupato e a pezzi mi trovai questo straccio di lavoro che mi sta massacrando, non riesco più a dormire, ho il fegato a pezzi, non bevo ma fumo per calmarmi, sto sempre pronto a tirare una revolverata a qualcuno, ho i nervi a palla e le palle non ho bisogno di tirarle fuori perchè ne ho talmente tante, per resistere a questo e portare avanti una vita familiare che stava per finire in divorzio e l'ho retta a denti stretti per il bene del figlio, che non devo dimostrarlo a nessuno. Pensare alla morte? Ci penso dal giorno che è nato mio figlio, da lì ho realmente capito che sarei finito prima o poi e ovviamente penso all'oggi, ma solo per me, perchè per lui devo assolutamente pensare al suo futuro. Non al mio, che non esiste e del quale me ne frego. Così come me ne frego di accoppiarmi, perchè non ho più nessuna fantasia nè di stare ancora a pregare mia moglie per qualcosa che legalmente dovrei avere e sentimentalmente mi aspetterei, oltre che fisicamente mi entra da un orecchio e mi esce dall'altro (poi dopo il fatto che scoprii puoi capire quanto non me ne freghi più nulla) nè di andare in giro a rimorchiare nessuna, non ho tempo nè stimolo. Anche nel web, non parliamo di qui ma anche di facebook, non lo uso per rimorchiare nè invento falsi nick per chattare allo scopo. Me ne sbatto e basta. La gente mi vede, mi conosce, mi legge: e scuserai se dico, senza alcuna modestia, che uno come me dovrebbero pagarlo per portarselo a letto invece di perder tempo con tutti i cialtroni, fasulli e figli di buona donna che girano. Ma anche questo è uno sfogo che non serve a nulla, solo a liberarmi momentaneamente dal malumore. Torno a scrivere per sentirmi vivo e a pensare a mio figlio, unica realtà in un mondo illusorio. Ciao.
  23. crenabog 25 marzo 2011 ore 09:36
    x goccesulmare, grazie, hai avuto un pensiero gentile e se avrai pazienza e continuerai a leggermi o magari a vedere le cose scritte nel tempo, mi conoscerai nei minimi particolari. non sono mai stato un uomo "segreto". Ciao.
  24. venuste 25 marzo 2011 ore 09:55
    si lo so che non dovevo scrivere.......:cens..
    mi è scappato......scusa.......ero arrabbiata..
    di aver letto quella cosa.....
    lo so quanto ami tuo figlio.......
    e non c'è bisogni di scrivere quella papella di storia..
    puoi anche cancellarla..
    io volevo tirarti su.......
    lo sai che ci tengo a te.......
    ù:kissy
  25. serenella21 25 marzo 2011 ore 10:08
    nn pensare al peggio tatino è l'unica vera realta' ke hai in qsto mondo illusorio come hai detto tu
    pensa a stargli vicino come stai facendo e di restare in vita x altri 50/60 anni ok..pensa cosa farebbe tuo figlio se perdesse te
    allora vivi e insegna a tuo figlio tutto cio' ke sai come lottare e come nn mollare mai come stai facendo tu
    sei un padre esemplare ce ne fossero di padri cosi'
    un forte:staff
    e baci x tatino
  26. methos1phd 25 marzo 2011 ore 11:09
    Amor di padre verso il proprio figlio e credo non sia il caso di aggiungere altro ... Una serena giornata. Angie
  27. crenabog 25 marzo 2011 ore 11:17
    x venuste, no, non serve cancellare, non lo faccio mai nè per me nè verso gli altri, anzi serve a chi passa e non mi conosce per capire qualche altra cosa di me. male non fa. un caro saluto.
  28. crenabog 25 marzo 2011 ore 11:19
    x serenella21, ciao piccola, grazie, cerco sempre di fare il meglio per lui ma a volte mi sento inadeguato, mi intristisce non potergli dare tutto quello che mio padre diede a me e allora pareggio il conto sulla bilancia della mia storia personale eccedendo in dimostrazioni di affetto visto che null'altro le mie scarne tasche possono donargli.magari così è anche meglio però nel profondo mi sento molto in colpa a dovergli negare la mia stessa giovinezza. e ti assicuro che se non fu dorata fu almeno di ottone finissimo... un bacio tvb
  29. crenabog 25 marzo 2011 ore 11:20
    x methos1phd, ci ho messo tanto ad averlo ed è la sola cosa che ho, nel concreto. il resto è il nulla. ti abbraccio.
  30. venuste 25 marzo 2011 ore 11:25
    quando ci sono i figli......
    che sono sangue del nostro sangue...
    carne della nostra carne.......
    si mette tutto da parte......e si pensa a loro.....
    finche morte non ci separi..
    ....................
    ho messo anche io la mia vita da parte..
    e mi sono dedicata a mia figlia.....
    e non rimpiango nulla.....
    avevo unbel lavoro..
    .............................
    un amore? l'amore di una donna o di un uomo..
    non valgono come l'amore incondizionato per un figlio..
    ...............
    la felicita' totale non esiste..
    infatti viviamo in una valle di lacrime..
    ed io come mi ha insegnato mio padre..
    ho lacrime trasparenti..
    anche se i figli se ne accorgono..
    .................
    non sbandiero qui i miei dolori......
    sono felice di averli...e soprattutto di averli.....in parte superato..
    non uso il miodolore per avere...
    consensi come se fosseo elemosina..
    e questo è un sistema che adotto anche nella vita reale..
    ..............
    chi mi incontra e mi dice... ciao come stai.....io rispondo bene gazie..
    ..........
    tu sai bene che i figli.......
    che l'amore dei figli non si compra...
    anche se i soldi....ci fanno vivere meglio.......
    l'amore che dai e che diamo ai figli....
    non ha prezzo........
    .....................
    sarai ricompensato........
    dai coraggio........
  31. crenabog 25 marzo 2011 ore 11:29
    ma sì, l'importante è volerlo credere e convincersene. ah, una precisazione per i miei tre lettori casuali, ovvio che Venuste non si riferiva a me nel dire di sbandieramenti di dolori personali, lei e voi sapete che se parlo è solo per farmi conoscere non certo per ricevere consensi nel web. lo faccio perchè non ho mai nascosto me stesso a voi, anzi ne faccio un vanto. perchè alla fine io so' io e gli altri so' sè stessi, fake a parte. anche perchè se mai pensassi che si riferiva a me gli tiro un caspo di banane in testa.....
  32. venuste 25 marzo 2011 ore 11:39
    SCUSAMI........ SE SONO STATA... UN Pò DURA PRIMA CON TE..
    MA QUANDO HO LETTO... DELLA MORTE.....
    HO AVUTO PAURA...
    HO AVUTO PAURA PER TE........PERCHE ERA DA TEMPO CHE TI LEGGEVO GIU'..
    TROPPO STANCO.......
    TI VOLEVO DARE UNA SPINTA..
    POI SI SA CHE QUI..... NON CI SI PUO' ESPIRIMERE NEL GIUSTO SENSO..
    O COL GIUSTO TONO... E MAGATI INUN MOMENTO GIU'
    SI CAPISCE LUCCIOLE PER LANTERNE..
    ...................
    HO AVUTO PAURA...
    PERCHE è FACILE SCIVOLARE........
    TI CAPISCO BENE.........ANCHE IO PER MIA FIGLIA.....VORREI DARLE CIO CHE IO
    NON HO AVUTO.......
    E IN CERTI PERIODI...... MI SENTO COME UN'AUTO IN FOLLE.....ACCELLERI E RIMANE FERMA...
    ...........
    VOLEVO VOLEVO.......E LA VITA MI HA PUNITA..
    FACENDOMI VEDERE LA MORTE...... DA VICINO.......
    ............
    MA PER ME è STATA UNA LEZIONE......POSITIVA.....
    PERCHE HO CAPITO...... CHE NON BISOGNA ACCELLERARE..
    MA GODERSI LA VITA......GOCCIA A GOCCIA..
    ..................
    DAI CHE PASSA..........
  33. venuste 25 marzo 2011 ore 11:43
    lo so che non sbanderi i tuoi dolori per avere consensi..
    lo so.....e lo sanno tutti quelli che ti seguono......e ti stimano..
    .......
    infatti....i tui post...... sono come i tuoi umori.....
    una volta tristi.......una volta inca:cens una volta ironici.......
    ma mai solo di dolore......
    oggi è cosi...... un pò giu'........
    ..............
    ti capisco......sono come te......
    anzi tu.......con la tua vita che fai....
    per me e per mia figlia........sei
    UN GRANDE ESEMPIO........
    ...................
    ho avuto paura....... ho solo avuto paura..
    che ti eri depresso troppo.......
    :kissy
  34. crenabog 25 marzo 2011 ore 11:46
    non più di quanto mi sia già capitato. in fondo ero convinto di non arrivare nemmeno a cinquant'anni, secondo le statistiche di famiglia... meglio così, ogni giorno guadagnato è un soldino da metter via nella cassaforte del cuore. ti mando un abbraccio.
  35. spazio1969 25 marzo 2011 ore 18:36
    quando.... rifaresti esattamente tutto da capo (compreso sposarne il padre con tutte le conseguenze drammatiche che ne sono seguite...) solo per averlo nella propria vita, perchè mio figlio è l'unica persona che senza mai aver chiesto nulla, (soprattutto di venire al mondo) mi ha insegnato cosa vuol dire amare veramente, oltre ogni stanchezza e difficoltà.
    ciao Crè
  36. crenabog 25 marzo 2011 ore 22:50
    x spazio1969, brava, son contento che da quel punto di vista almeno le cose siano state positive, anche questo a volte è raro. un abbraccio ciccia.
  37. PATTYROUGE 26 marzo 2011 ore 01:21
    magari lo avessi avuto io un padre cosi' e magari lo avesse avuto mio figlio.Sii fiero di te stesso
  38. crenabog 26 marzo 2011 ore 06:22
    grazie Pattyrouge, spero che un giorno se ne renda conto, quando capirà come sono fatti gli altri... un caro saluto!
  39. PATTYROUGE 26 marzo 2011 ore 10:27
    dici mio figlio?se ne'è reso conto,ma è molto sereno(il 19 marzo,mi ha fatto gli auguri :-))
  40. Antelao 26 marzo 2011 ore 10:44
    la cosa più bella che mi sia capitata in 50 anni di vita è essere padre. Stringere a se il proprio figlio, stare con lui, amarlo e proteggerlo, educarlo e insegnargli tutto quello che sai, giocare con lui, asciugargli i capelli, rimboccargli le coperte...Nulla da le stesse sensazioni. Hai ragione!


    UdM
  41. illaka 26 marzo 2011 ore 13:06
    non ho piu parole. grazie per avermelo ricordato.
  42. serenella21 26 marzo 2011 ore 15:56
    con tutto l'amore ke puoi stai vicino al tuo bambino
    un giorno sara' fiero di suo padre e tutto l'amore ricevuto da te lo trasmettera' ai suoi figli
    un grande immenso abbraccio
    ciao papa' marco
    bacini x tatino :bacio :bacio :bacio :bacio :bacio :bacio
  43. venuste 26 marzo 2011 ore 17:36
    NON C'è RICCHEZZA AL MONDO
    CHE POSSA UGUAGLIARE.......
    IL CORAGGIO DI UN PADRE........
    E TU LO SEI......
    IO HO AVUTO UN PADRE COME TE...
    NON AVREI VOLUTO
    TUTTO L'ORO DELMONDO........
    MA L'AMORE DIMIO PADRE........
    E SE SONO COSI FORTE LO DEVO A LUI......
    ECCO PERCHE FACCIO DA PADRE......
    A MIA FIGLIA..
    CHE QUANDO TI LEGGE..
    SI COMMUOVE.....PERCHE VOLEVA UN PADRE COME TE.......
    ,,,,,,,,,,
    VEDI QUANTI FIGLI HAI?????
  44. chanel1965 26 marzo 2011 ore 19:48
    ciao, nn sapevo di quest'altro blog,ti faccio i complimenti per ciò che scrivi e per il tuo modo di essere genitore, nn tt ci riescono così bene.
    P.s, complimenti al tuo piccolo uomo. :bye
  45. DonnaDiClasse 26 marzo 2011 ore 21:16
    Esseri stupidi e superficiali (parole dedicate a me stessa) nessun altra parola mi si addice dopo aver letto un post come questo, quasi mi vergogno del mio agire come sempre impulsivo, per cosa e per chi poi, per chi non ha altro da fare che inviare messaggi di poco conto diretti o indiretti alla mia persona?
    Questi che hai descritto tu, l'amore per un figlio, i sacrifici che in fondo non sono sacrifici ma solo atti d'amore, questo è ciò per cui vale la pena di vivere, tutto il resto è nulla, sono solo parole scritte da chi non ti conosce! Poi ci sono persone che spesso non sanno ben decifrare nemmeno i contenuti di un messaggio scritto con un sentire fuori dal comune, si, proprio così, fuori dal comune comportamento di molti altri padri.
    Ho letto la tua storia che tra l'altro già sapevo e che in un certo qual modo somiglia un pò alla mia, sono tornata con il pensiero a diversi anni fa, storie quasi parallele, con l'unica differenza che i miei figli sono ormai grandi ed hanno la loro vita, ma questo non significa che non tornino alla mente periodi di vita sofferta, di voler dare e non potere, l'unica cosa che non abbiamo mai fatto mancare loro, così come stai facendo tu è l'amore, per questo sono cresciuti, nonostante tutto, in maniera perfetta ricambiando ogni giorno ed in ogni occasione l'amore che gli è stato e che tutt'ora viene dato loro.
    Credimi Marco, in fondo, l'unica cosa che conta per loro è il non abbandonarli mai a se stessi ed è fisiologico ed umano che ricambino costantemente ciò che viene elargito loro, non può essere altrimenti, l'amore chiama sempre amore.
    Mi hai davvero emozionato con tutto quello che hai scritto, non solo per il contenuto ma solo chi ha provato a vivere certe situazioni può capire il tuo modo di essere padre. Poi scusa, tuo figlio ha 10 anni se non sbaglio, tu ne hai 53, quindi hai esattamente l'età di mio mio marito quando mio figlio aveva l'età del tuo, adesso ormai è un uomo, vive con la sua compagna, ha il suo lavoro, stamani mattina alle 9 era già qui perchè è stato fuori appunto per il suo lavoro una settimana all'Isola d'Elba, è tornato ieri sera, e, come vedi, la prima cosa che ha fatto è venire a salutare i suoi genitori e...........mi ha fatto anche una partaccia :-))), non mi ha vista del solito umore e gli ho spiegato il perchè, e questo perchè riguarda ciò che ti avevo scritto :-)))
    No , non me ne vado, non ancora ! :-)
    Un abbraccio a te ed un bacio( se posso ) al tuo tatino :-)
    :staff
    Anna
  46. nerorosso 26 marzo 2011 ore 21:49
    NESSUN COMMENTO SERVIREBBE A DARE A QUESTE TUE PAROLE IL GIUSTO RISALTO. SEI UNICO PAPA'. BUONA DOMENICA VECIO
  47. crenabog 26 marzo 2011 ore 22:07
    x Antelao, in fondo è bello poter vivere con loro e mai riuscirò a capire cosa passi nel cervello di quelli che li fanno tanto per farli e poi li maltrattano, ne abusano, non li fanno crescere bene, e tutto quel che di male ci può essere. Ma dico io, fatevi un cane, almeno c'è la possibilità che se gli gira vi azzanna e vi lascia stesi...mah. Se la gente facesse usare il cervello insieme al cuore tutto funzionerebbe meglio. Un abbraccio anche a te, fratello.
  48. crenabog 26 marzo 2011 ore 22:09
    x illaka, grazie a te. è giusto che ci ricordiamo certe cose, anzi, che le teniamo fisse davanti ai nostri occhi come piano di vita, come ordine del giorno. Un caro saluto.
  49. crenabog 26 marzo 2011 ore 22:11
    x serenella21, lo farò, certamente. non c'è altro che io abbia da fare in questa vita... un abbraccio a te con tutto il cuore da entrambi noi.
  50. crenabog 26 marzo 2011 ore 22:13
    x venuste, già, mio figlio, serenella, jaia... tra poco dovrò regolamentarmi con uno statuto tipo Onlus, magari becco anche la sovvenzione statale...eheh!
  51. crenabog 26 marzo 2011 ore 22:18
    x chanel1965, grazie, è pazzo come me e ci divertiamo da pazzi, di solito non passa sera che non gli tocchi alzarsi di tavola con le lacrime agli occhi dalle risate per le bischerate che racconto. Meglio così, un bambino che ride è un bambino che cresce bene. Ciao!
  52. crenabog 26 marzo 2011 ore 22:26
    x Anna, grazie cara, so bene che in quanto a sentimenti siamo sulla stessa lunghezza d'onda e abbiamo fatto di tutto per loro, noi come anche altri padri e madri che gentilmente hanno voluto lasciare qui traccia del loro essere intimo. C'è da ringraziare Iddio se ancora calchiamo questa terra, e se cerchiamo di far fronte alla devastazione morale imperversante. Speriamo di poter andare avanti così e di essere degli esempi per i nostri cari. Speriamo. Ti abbraccio di cuore.
  53. crenabog 26 marzo 2011 ore 22:27
    x nerorosso, siamo della vecchia guardia, altra razza, altri ideali e con le spalle adatte a resistere alla vita. Continuiamo così, le barricate non crolleranno mai. Un abbraccio.
  54. follettoarrabbiato 27 marzo 2011 ore 01:00
    Ciao Marco..conosco l'amore che hai per lui, sei un padre di quelli che io definisco strepitoso...non aggiungo altro..un abbraccio fortissimo Cri :bacio :rosa
  55. venuste 27 marzo 2011 ore 10:39
    buona domenica crenabog.........
    hai girato le lancette??
    io mi ero dimenticata.. ahahaha..
    oggi è domenica..
    chissa' se sei di riposo...
    e se porterai il tuo bel figliolo in giro..
    baci.........e mi raccomando.....asta la vita...
  56. chanel1965 27 marzo 2011 ore 12:30
    Ciao Marco, sai io ho due figli ormai grandi,ma ancora oggi ci divertiamo a stare insieme, sono un pò pazzarella, nn mi stanco mai di coccolarli ed essere per loro sempre presente, anche quando scherzosamente mi ci mandano a quel paese. Inculcare ai propri figli determinati valori è molto importante per una giusta crescita interiore.
    Buona domenica. :rosa
  57. venuste 27 marzo 2011 ore 16:02
    ciaoooooooo ........come stai coccolino..
  58. crenabog 28 marzo 2011 ore 09:20
    x folletto, ciao Cri, tutto bene? io stanco da morire...lo so che mi conosci e - bontà tua - apprezzi la vita che porto avanti. Vorrei essere contagioso, nei confronti di tutti quei padri da quattro soldi che vagano per il mondo facendo danni ma purtroppo sono un esemplare in via di estinzione...baci.
  59. crenabog 28 marzo 2011 ore 09:21
    x venuste, sabato notte ero al lavoro quindi certo che non mi son scordato le lancette, poi domenica son partito da solo e tornato nel pomeriggio. Normale amministrazione. Roba da bikers...
  60. crenabog 28 marzo 2011 ore 09:25
    x chanel1965, sono lieto di sapere che anche tu hai adottato uno stile di vita giusto nei loro confronti, come dico sempre non hanno chiesto loro di venire al mondo e dunque è nostra responsabilità fargli capire le cose buone che ci sono e proteggerli contro quelle sbagliate. Per quanto possiamo e finche ci riusciamo. Un abbraccio e un augurio di vita serena.
  61. follettoarrabbiato 28 marzo 2011 ore 09:52
    Ciao Marco, bene grazie, stanca pure io ma gagliardi e tosti andiamo avanti, se fossi davvero contagioso molto probabilmente i figli starebbero tutti molto molto meglio...un bacio enorme a te ciao e buona giornata
  62. venuste 28 marzo 2011 ore 10:04
  63. crenabog 28 marzo 2011 ore 10:20
    x folletto: Cristina cara, lo so, purtroppo non sono un virus...eheh, che peccato! tieni duro e leggiti le mie avventure domenicali così ti rilassi un po'.un bacione...
  64. crenabog 28 marzo 2011 ore 10:21
    x venuste: ma buongiorno Pallina, ben trovata...stavo scrivendo il postone là sopra...
  65. venuste 28 marzo 2011 ore 10:22
    ma si loso... che eri impegnato....fai pure.......come se fosse il blog tuo :prrr
  66. follettoarrabbiato 28 marzo 2011 ore 10:24
    ok vado a leggere..e grazie :-))
  67. crenabog 28 marzo 2011 ore 10:24
    eheheheh e ci mancherebbe che facessi come se fosse il tuo, le gif animate mi uscirebbero dallo schermo ahahah!
  68. venuste 30 marzo 2011 ore 15:50










  69. did.lina 12 maggio 2011 ore 21:31
    Che bello! Mi hai commossa. Quanta poesia c'è in questo tuo brano
    Sei bravissimo! :-))
  70. crenabog 12 maggio 2011 ore 21:47
    grazie cara, in fondo c'è soltanto l'amore di un padre per suo figlio. Bacioni
  71. parnassius2 23 febbraio 2012 ore 13:52
    affermo sempre che un Figlio è il dono più prezioso che la Vita può dare. Riuscire ad essere dei buoni genitori, non è facile, ma l'amore che possiamo dare a loro....i nostri figli....quello è solo dentro di noi.....

    nel nostro
  72. crenabog 23 febbraio 2012 ore 19:20
    certo, non penso esista altro di paragonabile, almeno per chi ha un minimo di coscienza e senso di responsabilità.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.