DESAPARECIDOS

03 maggio 2019 ore 10:40 segnala


Ritornare a scrivere qui dentro è stata, ed è tutt'ora, una specie di prova di forza con me stesso dopo tutto questo tempo. Grazie al cielo ho ancora qualcosa da dire e la voglia - non il tempo - di farlo , ma il tornare mi ha portato anche ad andare in giro nei vari blog, ritrovando nomi ben noti all'epoca e moltissimi altri che non conoscevo. Tra i vecchi amici, o diciamo meglio followers che di amici potrei dire di averne avuti davvero un numero ristretto, con i quali ci si frequentava assiduamente, quotidianamente, tra questi dunque, nel ripassare da loro, lasciando like o commenti, pochissimi sono stati quelli che hanno dato un segno di vita, e immagino che questa sia la prova che non hanno interesse a tornare a leggermi. Fa niente, non muoio per questo, ma quello che mi ha lasciato davvero - potrà sembrare una esagerazione ma non lo è - sconvolto è stato vedere come moltissimi dei vecchi nomi, quelli che hanno creato un epoca gloriosa in Chatta, un vortice scoppiettante di post, dibattiti, ragionamenti, anche liti e a volte anche pesantissime, questi nomi/nick appaiono fermi, congelati, dimenticati come se i loro reali proprietari improvvisamente, in un lasso di tempo di un paio d'anni, intorno al 2015 più che altro, abbiano in massa deciso di abdicare, di emigrare, di sparire lasciando dietro di sè - quando non si sono cancellati (qualcuno/a tornando con nuovi nick, ma pochi in verità)- come un sedimento bituminoso che un giorno avrebbe potuto offrire carburante ai nuovi lettori casuali che nei loro blog fossero incappati. Eppure quante bellissime cose scrissero, quanti racconti, ricordo certe anziane poetesse dal gusto raffinato, certi blogger arguti e sarcastici, una sterminata messe i cui frutti gratuitamente coglievamo ogni giorno, per divertirci, per rilassarci, per risparmiare sugli oscar Mondadori perchè no!, e che meraviglia era. Ancora oggi, vedo che sono parecchi i blog attivi ma sono tutte cose diverse, ancora appare qualche racconto, ancora appaiono informazioni, ed è bello, confortante poterne approfittare. Ma sembra, nei loro casi, quasi un ritornare ai primordi di Chatta, quando anche io magari mettevo fino a tre o quattro post al giorno ma piccoli, personalissimi, magari solo in forma di saluto ai lettori, post che avevano senso solo per chi se li scriveva addosso. Una specie di radio libera, dove tutti facevano la loro telefonata, chi per mettere solo una dedica, chi per dire la sua - e lo so bene, avendo fatto il dj in giovane età, che cosa voleva dire all'epoca. Chi sa cosa è successo, quale gioia sarebbe ritrovarli ad uno ad uno e chiedere, come stai, come mai te ne sei andato, perchè non ci regali ancora un poco la tua voce? Che senso struggente di mancanza, quella profonda malinconia al ripensare a cose perdute anche se non sempre erano piacevoli. Dove siete, amici miei? Cosa mai capitò in quegli anni? A chi sussurrate all'orecchio, su quali pagine scrivete i vostri pensieri adesso. Oro, tonnellate d'oro precipitato in fondo alle grotte dei nani, senza più potervi attingere; tutti quei volti che ebbi l'idea di salvare e mettere nella colonna del mio blog, con quale commozione ancora vi guardo mentre la vecchiaia piano piano mi trascolora i sentimenti diversi che provavo verso ognuno/a di voi, mentre lentamente i nomi, quelli veri e sì, persino i nick, cadono fuori dalla mia mente come gocce di pioggia d'autunno. Tornate, se siete ancora qui, tornate se mi leggete, basterebbe un "ciao" per non farmi sentire un animale in via d'estinzione che guarda indietro verso il deserto e non vede più i propri compagni. Tornate e scrivete ancora qualcosa sui vostri bei blog, un ultimo regalo, una scintilla per illuminare il buio che sempre più ci circonda. Vi abbraccio tutti.
8fd49772-f795-4a33-8ec9-7ad1d59ad890
« immagine » Ritornare a scrivere qui dentro è stata, ed è tutt'ora, una specie di prova di forza con me stesso dopo tutto questo tempo. Grazie al cielo ho ancora qualcosa da dire e la voglia - non il tempo - di farlo , ma il tornare mi ha portato anche ad andare in giro nei vari blog, ritrovando...
Post
03/05/2019 10:40:21
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    13

Commenti

  1. ceravamotantoamatti 03 maggio 2019 ore 11:25
    La storia può solo che ripetersi similmente ... ma mai ripresentarsi la stessa che fu. Eraclito docet. :)
  2. crenabog 03 maggio 2019 ore 11:28
    x @ceravamotantoamatti per dirla cinematograficamente più che in un reboot spererei in qualche sequel eheheh
  3. LINTERDIT 03 maggio 2019 ore 14:45
    post nostalgico , LA STESSA NOSTALGIA CHE MI HA RIPORTATA QUI ... avevo il cuore in gola leggevo i blog senza un nik e desideravo tanto partecipare ...mi mancava la bacheca , mi mancava tuffarmi nei blog e leggere post vecchi e riportarli alla luce , mi mancava chatta e tutti voi anche quelli a cui non piacevo!
  4. FavoleNere 03 maggio 2019 ore 16:00
    Be lo stesso potrei dire di te che sei sparito nel nulla senza ne più un saluto o altro.
  5. crenabog 03 maggio 2019 ore 16:28
    x @LINTERDIT speriamo si riesca a rimovimentare un poco alla volta anche qualche vecchio amico, vedremo...
  6. crenabog 03 maggio 2019 ore 16:35
    x @FavoleNere hai ragione, sono stato assente un anno e mezzo, da metà 2017 infatti a gennaio 2019, per un insieme di motivi tra cui i turni lavorativi di quasi dodici ore a notte che mi hanno costretto a passare le giornate mangiando dormendo e correndo dietro alla famiglia, cosa che si è ripercossa anche sulla motivazione a scrivere; il fatto che il mio vecchio desktop compagno di mille avventure in giro ci metteva quasi tre quarti d'ora a caricare una pagina, non essendo più valido e quindi anche volendo con il piccolo cellulare nokia non potevo fare grandi cose mentre ora abbiamo un pc a casa che però ci sta incollato mio figlio a tutte le ore; non ultimo anche tutto l'insieme di discussioni e litigi che venivano fuori di continuo con alcune persone che non mi davano più il divertimento a scrivere e rapportarmi. bene, io almeno mi sono confessato, direi che qualche motivo per essere stato lontano ce l'avevo, ma anche la fantasia o almeno ci provo a ritornare a scrivere quando posso. se avessi voluto andare via certo avrei avvertito e salutato, forse ricorderai che lo feci in occasione di quelle cancellazioni di un paio di miei vecchi blog i cui testi ho poi in parte riportato su un vecchio blog che ho su blogspot dove anche lì vado di rado. saluti.
  7. l1berox 03 maggio 2019 ore 19:15
    Probabilmente i "grandi blogger degli anni d'oro di chatta", si sono cancellati per dedicarsi completamente all'attività di scrittori e scrittrici ed ora hanno tutti e tutte all'attivo una decina di best seller, come te, del resto, altro Grande Autore che può permettersi di vomitare merda su chi scri
  8. l1berox 03 maggio 2019 ore 19:16
    Probabilmente i "grandi blogger degli anni d'oro di chatta", si sono cancellati per dedicarsi completamente all'attività di scrittori e scrittrici ed ora hanno tutti e tutte all'attivo una decina di best seller, come te, del resto, altro Grande Autore che può permettersi di vomitare merda su chi scrive attualmente
    .
  9. crenabog 03 maggio 2019 ore 19:22
    x @l1berox a parte che mi sembra di aver evidenziato nei miei post e commenti che c'è gente che scrive cose buone e interessanti e chi scrive cose di minor tenore, quindi non ho riversato certamente merda - come molto signorilmente dici tu - sulla gente, non so quanti di loro abbiano avuto la ventura di diventare grandi scrittori. glielo auguro, a molti di loro, perchè sarebbe stata la giusta realizzazione per quel che producevano. io, ho cominciato negli anni ottanta a scrivere per l'editoria con centinaia di articoli e racconti, ho collaborato a riviste e quotidiani nazionali così come nelle più piccole fanzine amatoriali, richiesto da chi le editava, perciò sinceramente lezioni in questo campo non ne prendo da nessuno, e come vedi non ho neanche la necessità di cancellare il tuo commento . perchè io cortesemente rispondo a chiunque e lascio spazio alla gente di venire e dire quel che vuole. chi legge giudica, e tanto basta.
  10. l1berox 03 maggio 2019 ore 19:24
    Io ti trovo noioso, prolisso e spocchioso e il trucchetto del blog di una "amivpca" nuova iscritta , che ti dedica pipponi di complimenti è squallore puro, tanto si sa che sei tu che ricorri a sti mezzucci per farti pubblicità
  11. crenabog 03 maggio 2019 ore 19:25
    ah dimenticavo, ma ammetto che non ero venuto a vedere, cosa altro potevo aspettarmi da un nick che si è iscritto ieri, senza una foto, senza un blog, senza nulla di scritto? esattamente quello che è sempre successo, da undici anni che sto qui dentro, che ogni tanto qualche personaggio al quale sto sulle scatole si inventa una nuova verginità e con quella appare e tira fuori tutto quel che gli rode dentro.
  12. l1berox 03 maggio 2019 ore 19:28
    I fake sono quelli che ti mettono i like, tutti nuovi iscritti e quella persona che ti ha dedicato un pezzo solo per farti pubblicità! A crenabogghe ma pensi che siamo tutti scemi?Ci sei tu dietro tutti i fake....eddaieeeee
  13. crenabog 03 maggio 2019 ore 19:30
    x @l1berox tu continua a pensare quel che ti pare, io continuo a fregarmene delle cazzate con le quali da anni mi intasi le pagine.
  14. Frammenti.dicuore 04 maggio 2019 ore 00:50
    io nn giudico nessuno ..ogniuno e libero di scrivere ciò che vuole ed e libero di leggerlo oppure no...Buona notte crenabog...
  15. LINTERDIT 04 maggio 2019 ore 08:23
    dovevamo aspettarcelo .....non so quali vuoti abbiano alcuni per dedicarsi ad ibrattare queste pagine ,ecco perche' poi qualcuno va via ,mi dispiace marco !
    la cosa bella che ci rimane e' l'amicizia e la stima che abbiamo costruitoanche fuori di qui....la pochezza di questa gente e' nel non capire che si e' grandi non per le visite ricevute in un blog ,ma per i sorrisi che hai strappato alle persone leggendoti
    e la disponibilita' di ascoltare gli altri , non sanno ovviamente che non tutti i nik nuovi iscritti sono i fake di qualcuno ( probabilmente e' questo il modo con il quale attaccano senza esporsi) se si ha bisogno di fare questo per affermarsi nella vita ...allora c'e' davvero molta vuotezza .....
  16. friar 04 maggio 2019 ore 09:15
    Un tuffo nel bel passato. Mi sono soffermato a guardare i volti (noti) e i nick dei vecchi frequentatori e mi sono accorto di quanto tempo sia passato. Purtroppo nulla torna, però è bello ricordare il percorso fatto da ognuno di noi in questa valle virtuale. Anche questo nick scassacaxxo, presente nei commenti, sembra uscito dal libro dei ricordi, altrettanto stupido come quei rari fake di allora, inoffensivo nel suo squallore. Ricordo che copiai da te un bel racconto "La favola dei tempi oscuri" dicendoti che l'avrei letta a mio nipote, oggi lo farò. Un abbraccio
  17. friar 04 maggio 2019 ore 09:16
    PS @biberox quanto ti rode :-)))
  18. freccia40 04 maggio 2019 ore 11:44
    Dopo aver letto mi sembra che x qualcuno sia difficile separare la chat dal mondo reale,dare dei giudizi stà bene, se costruttivi meglio,la chat è anche un modo x staccarsi dai problemi di tutti i giorni,chi scrive un blog lo fà non solo per ricevere i like,ma semplicemente per il piacere di scrivere il suo modo di vedere certe cose,i suoi pensieri e magari condividerli con chi legge.
    Dare giudizi negativi che offendono direttamente o indirettamente l'autore del blog lo fà semplicemente perchè si sente al sicuro dietro una tastiera,non certo perchè gli interessa il blog,se poi questi tipi di giudizi continuano e sempre dalla stessa persona io lo chiamo Trollare.
    La cosa migliore è ignorare chi commenta in modo offensivo e continuo,se è uno stupido continuerà a farlo ma non avrà nessuna soddisfazione da altri,quindi destinato a fallire nel suo intento che non è altro che cercare di creare battibecchi inutili che non portano a nulla.
    Cercare di combattere degli stupidi è una guerra persa ti batterebbero per la troppa esperienza (stupidità)
    Questa è la mia opinione .
    Saluti.
  19. LINTERDIT 04 maggio 2019 ore 12:42
    @friar grande friar
  20. EtruscanLady 04 maggio 2019 ore 14:53
    Caro Marco, evidentemente se hanno deciso di andarsene hanno concluso il loro ciclo in questo sito. Non credo abbiano smesso di scrivere, immagino lo fanno altrove ritenendo probabilmente che in questo social non fosse più il caso di lasciare i loro scritti. Avranno trovato qualcosa di più congeniale alle loro intelligenze qui inutilmente sciupate. Dispiace anche a me non poter più leggere alcune persone del tempo passato mentre per alcune di loro diversamente da te anche se non tornano non sento alcuna nostalgia. Sono transitate in questo sito persone colte e intelligenti ma anche qualche carogna quindi queste ultime saranno andate a fare le carogne altrove e, meno male. Alcune vecchie conoscenze le ho ritrovate su FB e anche se non frequento molto quel social ogni tanto un saluto ce lo scambiamo ma sono poche a dire il vero. Speriamo che il tuo appello venga raccolto, se qualcuna di esse dovesse tornare, almeno quelle che dico io sarebbe davvero una gran cosa.
    Ho letto anche i vari commenti sotto al post, e non poteva certo mancare l'idiota di turno, ecco sicuramente è una di quelle che se ne sono andate e prova un rancore molto particolare soprattutto nei tuoi confronti. Addirittura in questo tempo della loro lontananza hanno scritto libri, addirittura una decina di best seller :-))) me posso fa 'na risata de core? .
    Questa è gente che ama mettere scompiglio, si insomma quelle che prima ho definito carogne.
    I social vengono costruiti dalle persone, e credo, che siano proprio quelli che si vergognano per come si sono comportati in passato che si intrufolano per mettere zizzania ma è anche vero il fatto che prendendoli in considerazione facciamo il loro gioco , quello di far sloggiare le persone per bene rimaste. Io ce l'ho fatta a superare il male che mi è stato fatto restando e non dando loro la minima soddisfazione.
    Solo il fatto di ricordare quando scrivesti quel libricino e ne acquistai per fare regalini di Natale a nipoti ed amici ritorno ad un tempo ormai lontano ma colmo di rispetto.
    Gli stronzi ci sono sempre stati e come vedi piano piano ritornano a galla. Aspetta e vedrai.
    Ti auguro un buon fine settimana con un abbraccio e scusa se nell'esporre i miei pensieri talvolta non sono stata troppo delicata ma......sono sempre e orgogliosamente una maledetta e sincera Toscana.
  21. crenabog 04 maggio 2019 ore 17:56
    x @Frammenti.dicuore ma certamente, e così dovrebbe essere per tutti, un saluto e un augurio di serena nottata
  22. crenabog 04 maggio 2019 ore 18:06
    x @LINTERDIT sì, e penso di aver fatto bene a lasciare qui l'immondizia altrui, tranne gli ultimi due pieni di eccessive schifezze. sono grato anche a come mi ha chiamato, perchè è come mi chiamava il solito - sì dico a te - imbecille che se ne è rimasto nascosto da anni con il suo blog dedicandosi a fare altri fake con cui restare in chatta a scassare l'anima e, appena ha visto che sono tornato, ha avuto un travaso di bile. grazie, fior di imbecille, per esserti firmato, che se avevo qualche dubbio me l'hai tolto. comunque tornando a noi teso', speriamo di riuscire a ingranare di nuovo e a tornare a scrivere bene così da radunarci tutti una volta ancora intorno al fuoco per ascoltarci e crescere. bacioni.
  23. crenabog 04 maggio 2019 ore 18:11
    x @friar come sempre la tua cortesia e la tua attenzione mi onorano e te ne rendo merito. francamente non mi aspettavo tante cose, non pensavo di accumulare quasi mille visite con queste nuove ultime poche cose che ho scritto - segno che ancora sono in tanti (veri, e non creati con i bot) a cercare cose da leggere, anche se non lasciano altri segni dei loro passaggi. e non pensavo che subito sarebbe rispuntato il solito soggetto. stavolta ho lasciato che imbrattasse tutto come sua abitudine, le prossime volte cancellerò tutto così eviterò di perdere tempo prezioso. noi, tutti noi, (e per dirla col Bardo, noi pochi, noi felici pochi, noi manipolo di fratelli) ce ne staremo qui - o nelle vostre pagine - a scambiarci oneste e gustose chiacchiere, mantenendo stile e buona creanza. proviamoci che male non fa. un abbraccio.
  24. crenabog 04 maggio 2019 ore 18:17
    x @freccia40 in verità mi dai consigli sensati, e tutti noi che nel tempo siamo incappati in simile gente avremmo già dovuto seguirli da un pezzo, il guaio è che siamo solo esseri umani e ci lasciamo trasportare dalle nostre piccolezze, colpiti come siamo dallo stress, dalle tristezze quotidiane, da tutto quel che ci rende deboli e facili a soffrire. ed è sempre lì che si attaccano certi soggetti, incapaci di costruire cose loro e dediti ad autoglorificarsi devastando le cose degli altri. bene, tiriamo avanti, facciamocene una ragione. mi ha fatto piacere trovarti qui, spero che troverai ancora - magari nelle vecchie cose - qualcosa che ti faccia passare qualche minuto di tranquilla lettura. un cordiale saluto.
  25. crenabog 04 maggio 2019 ore 18:22
    x @EtruscanLady Annina carissima, ma ancora ti stai a preoccupare di quel che mi dici e come me lo dici? con te sarebbe uno spasso persino prenderci a schiaffoni dal vivo, gli amici fanno anche questo, e magari di toscani ce ne fossero, con il loro spiritaccio (si sente che mi manca la mia bella Siena), a rallegrarci l'anima... ti ringrazio per essere venuta a seguire i commenti e a lasciare il tuo legittimo e gradito pensiero e a farmi ricordare quando uscì il mio libro tratto dalla infinita saga del Narratore comparsa su queste pagine. ti dirò in verità che i miei racconti al momento sono in mano ad alcuni editori che li stanno esaminando, chi sa, mai mettere fine a sogni ed illusioni, speriamo che prima o poi ne venga fuori qualcosa di nuovo. io, intanto, fin che mi riesce, continuerò a riempire le mie pagine sempre ringraziando chiunque di voi, vecchi o nuovi amici, avrà voglia di regalarmi un pò del suo tempo e della sua attenzione. un abbraccio di cuore.
  26. Epi.centro 07 maggio 2019 ore 17:01
    Cambiano i tempi... cambiano le nostre storie...
    Scrivere, per me, era riversare linfa di emozioni provate (belle o brutte che fossero...) in questo "scrittoio"... e farne partecipe il mondo... tu lo sai meglio di chiunque altro.
    Arriva però il tempo in cui quella linfa non ha più serbatoio per restare viva... prosciugata da cuore e anima induriti... e, ancor peggio.. vuoti.
    Forse questo tempo non arriva per tutti... ma per me lo è stato...
    C'ho provato a riprendere.. ma sento che non è più la stessa cosa.. non è più il tempo che bene hai descritto nel tuo post..
    Un giorno chissà...
    Non ho mai cambiato lidi... perchè nonostante tutto il mio motto è stato e sarà sempre.. "semper fidelis".
    Felice di averti riletto, crena..

    Oggi epi.centro.. una vita fa.. Odirke.
  27. crenabog 07 maggio 2019 ore 17:59
    x @Epi.centro la felicità è tutta mia, e onore al Comandante. immagino bene, ricordo i cambiamenti e gli abbandoni ai quali ci abituasti negli ultimi tempi - tempi ultimi, nel senso di quando ancora stavo scrivendo e poco prima che anche io migrassi, su Instagram - anche per me è difficile riprendere il ritmo, soprattutto per quanto riguarda i racconti veri e propri, che la vena polemica non si è mai assopita anzi, forse per la vita che sono costretto a fare, si è esacerbata. proprio per mantenere vivo il ricordo delle molte meravigliose cose che scrivevi costruii il blog dedicato a Odirke, e ne avevo, eccome, ancora tanti di post da pubblicare poi successero varie cose, il mio pc portatile sul quale ho ancora memorizzato tutto cominciò a funzionare lentissimamente, sia per la vecchiaia sia perchè funzionava col glorioso windows xp, e non riuscivo più a fare post, quindi inizialmente diedi la precedenza solo a quelli miei, poi nemmeno più quelli. poi, e qui sono sincero, avevo l'impressione che fosse una cosa che ti dava fastidio, e benchè tutti i lettori dei tuoi - non miei, ovviamente - post salvati ne volessero sempre di più alla fine mi sembrava di stare a fare un lavoro non voluto, e iniziai a lasciare perdere. peccato, doveva davvero diventare un museo, figurati, ero riuscito a salvare persino quasi tutte le foto (tranne quella della meganave che non ho più ritrovato) e va bene, anche questa è stata una bella avventura, forse se un giorno riuscissi a tirar fuori tutti quei post dal vecchio pc e usarli con il pc di mio figlio, potrei proseguire...mah. non ci pensiamo. pensiamo a quello che siamo stati, cerchiamo di ritrovare quel noi stessi che piaceva e ci piaceva, ci faceva stare bene, e noi siamo stati veramente gli esempi di scrittori autobiografici, avendo narrato tutta la nostra vita. che liberazione è stata, vero? molto catartico, ma non mettiamoci limiti, l'orizzonte è rotondo, non ha fine. facciamo finta di salpare ancora. ci ritroviamo a Typee , sai le risate che ci faremo. un grande abbraccio .
  28. crenabog 07 maggio 2019 ore 18:03
    x @Epi,centro si vede che dei gradi me ne son sempre fregato, eh? ancora mica lo so se c'è differenza tra capitano e comandante (sarà che io ho un capitano e associo la parola comandante al concetto di nave) non te la prendere e scusa l'ignoranza!
  29. Epi.centro 08 maggio 2019 ore 16:56
    x @crenabog ... figurati... ma ricorda... su una nave ci sono tanti capitani, ma un solo comandante.

    Semper FIdelis
  30. crenabog 08 maggio 2019 ore 19:01
    x @Epi.centro ah bene bene, allora avevo scritto bene, mi era venuto il dubbio guardando il tuo blog e leggendo "capitano" in un post, un abbraccio
  31. Moscan.sx 14 maggio 2019 ore 01:13
    Ciao Crena. La parabola di qualcuno,forse,segue un percorso di sviluppo,una sorta di linfa vitale che,forse,si esaurisce quando viene a mancare la fiamma,l'illuminazione,la voglia di stupire,di raccontare come vediamo il mondo. Il ciclo concettuale (la mole della sensazioni ed emozioni che proviamo) a volte,viene spremuto in tutte le salse e ci fermiamo in attesa di sentire qualcosa di nuovo. Se tarda ad arrivare,perdiamo il ritmo e anneghiamo nella oceanico anonimato. Poi,un giorno scocca ancora la scintilla...e ritentiamo una avventura che con occhi diversi vale sempre la pena di raccontare.
    Saluti
    Moscan.sx
  32. crenabog 14 maggio 2019 ore 08:59
    x @Moscan,sx ti ho letto ieri notte ma non sono riuscito col cellulare a risponderti, lo faccio adesso, mi scuserai . Condivido ampiamente il tuo ragionamento, spesso abbiamo tanto ma tanto da dare però è anche vero che chi di noi ha dato questo tanto fino a dare tutto si ritrova ad un certo punto di fronte a scelte problematiche. fare lo scrittore di professione - intendo articoli, come facevo io, per l'editoria - e dunque farlo come un lavoro perciò anche se non hai ispirazione hai comunque talento ed esperienza e ti riesce lo stesso, o cascare nella trappola che la Musa prepara agli artisti, quella in cui lei li porta ad un passo oltre il baratro, facendogli credere che possono volare anche da soli e lì li lascia affinchè capiscano che senza di lei c'è il nulla. e cadono. poi, per rialzarsi ce ne vuole di sangue, sudore e lacrime. altro discorso infine, e purtroppo quello più vicino a quasi tutti i vecchi nomi di chatta, è lo stress causato da certi soggetti che vivono per far scoppiare il fegato agli altri, e a questo raramente c'è rimedio, i più sensibili crollano, i meno sensibili bloccano, le vecchie carogne denunciano e vanno in caccia di certi soggetti. che preghino il loro dio di non essere trovati... io sto di nuovo qui ma avrai visto anche tu, leggendo i post nuovi, che sono ancora allo stadio di articolo o di elzeviro, racconti come una volta mi costa troppo farli, se dice bene magari arriveranno anche quelli, chi sa. comunque, ben felice di averti ritrovato in questi lidi.
    cordialità e grazie ancora.
  33. Moscan.sx 14 maggio 2019 ore 23:12
    Grazie a te. Stessa cosa, stessa persecuzione capitata ad un altro grande personaggio e cioè Laviniesoul. A presto. Ciao

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.