GIUSTIFICAZIONI

16 ottobre 2019 ore 09:58 segnala


Com'era quella vecchia barzelletta della maestra che chiede a Pierino di dargli il compito da fare a casa? "Non ce l'ho, lo ha mangiato il cane" , diceva lo sfaticato Pierino. E fin qui si sta nell'ambito dell'umorismo barzellettiere, la cosa patetica, defatigante, è invece quando nella vita ti trovi a dover dare reali giustificazioni: che ci si può anche stare, quando si tratta di mancare sul lavoro per una malattia, mancare al pagamento di una rata per oggettiva impossibilità, insomma quelle cose che succedono prima o poi a tutti e fin qui nulla di male, si deve fare e lo si fa, a meno che non si sia dei bugiardi inveterati - o presidenti del Consiglio.Più triste ancora è quando ti trovi a doverti giustificare di cose che fai normalmente, che peccati non sono, nè furti, nè altro di perseguibile civilmente o penalmente: sono solo cose che fai, che ti piace fare, che trovi normale fare. E normalmente, chi ti chiede, ti costringe, ti obbliga a giustificarti è qualche pomposo soggetto che ritiene di essere il portatore della verità assoluta, quelli che si alzano la mattina per dettare le leggi, per illustrare al colto e all'inclita la morale pubblica secondo il loro punto di vista del momento, o altro. Che a volerci ragionare sopra, ci viene da chiederci, ma cosa ce ne sbatte di doverci giustificare davanti a certa gente? Nulla, in realtà, e infatti di solito non lo facciamo però...c'è sempre quel minuscolo demone dentro di noi che ci spinge a rispondere, a commentare, a mostrare quali siano i nostri pensieri, magari aggiungendo riferimenti, citazioni, esempi di legge, trattati medico-sanitari e altro ancora. E perchè? No, dico, ma perchè, per andare a sbattere contro un muro di gomma, a batterci il petto davanti a giudici supremi che giudici non sono, anche perchè l'importanza gliela diamo noi, con il nostro andare a perderci tempo, a discuterci, a cercare di riportarli alla ragione. Che ve lo dico a fare, ci sarete passati tutti, vi siete trovati davanti a post farneticanti, dove vi siete sentiti insultati come categoria, come razza, come credo religioso, come colore della pelle o genere sessuale, vi siete letti paragonati a untori di pandemie, a condannati a morte, a bestie schifose, a soggetti che si lavano solo quando piove. Eppure, ammettetelo, ancora sentite il bisogno - ah quale tragedia! - di commentare sperando che la persona che molto intelligentemente ha buttato il sasso nello stagno ben sapendo a chi andava a spaccare l'anima ma nascondendosi dietro la generalizzazione, possa riuscire a ricevere una anche blanda illuminazione che gli faccia ammettere la propria dabbenaggine, che lo porti a pubblicare pubbliche scuse, che insomma usi il cervello - se mai ce l'ha. Inutile, è tutto inutile, siamo, siete di fronte alla celebre antica tortura della goccia cinese. bloccati su una sedia con una goccia che continuamente vi cade in testa fino a scavarvi il cervello facendovi morire di pazzia. Eh, che la sapevano lunga certi antichi torturatori, che arte sopraffina, quanta immaginazione, quanta ce ne vuole a certa gente per sparare a ripetizione post micidiali, grondanti bile e fiele, disgusto verso il prossimo, odio verso gli animali, e tutto il resto. Lasciamo perdere poi quelli che nelle bacheche giocano al massacro su toni sessuali, sfasciando l'ego delle malcapitate che hanno la sventura di incrociarli. D'altronde anche altri hanno preso il vezzo di mostrarsi galantuomini del pari di un De Bergerac, mielosi e sopraffini, fin che gli si dà ragione e corda, rivelandosi dei Landru al fine della faccenda. Andiamo a metterci tutti in castigo, in ginocchio sui ceci dietro la lavagna come ai tempi di Amarcord, andiamo in ginocchio a percorrere la Scala Santa per fare ammenda di quel che abbiamo fatto nella vita, per i mille motivi giustissimi che al personaggio in questione - giudice pari a quello del film THE WALL - non interessa minimamente sapere. Guardate un po', sta in castigo anche Moon, reo di saltare sulla tastiera del pc ogni volta che riesco a trovare qualche minuto per scrivere. Ma lui è giusto che stia in castigo, non è forse considerato il Quinto Cavaliere dell'Apocalisse, quello che arriverà al suono dell'oboe, e solo a sfiorarlo ci cascheranno i nasi e ci andrà in putrefazione qualcosa di più utile e gratificante? Vieni, dunque, Moon Apocalittico, ma vedi di scegliere bene chi devi sfiorare, fosse la volta che ci passa la voglia di andare a giustificarci.


aeab21b3-e9ee-446d-a42d-638454fa1886
« immagine » Com'era quella vecchia barzelletta della maestra che chiede a Pierino di dargli il compito da fare a casa? "Non ce l'ho, lo ha mangiato il cane" , diceva lo sfaticato Pierino. E fin qui si sta nell'ambito dell'umorismo barzellettiere, la cosa patetica, defatigante, è invece quando ne...
Post
16/10/2019 09:58:15
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9

Commenti

  1. klimo5 16 ottobre 2019 ore 10:17
    Ma che ce lo fare? me lo chiedo spesso anch'io,quel piccolo demone di cui parli,credo che dentro l'abbiamo tutti,per cui spero che Moon ti dia una mano.
    Buona giornata,amico
  2. VirPaucisVerbo 16 ottobre 2019 ore 10:24
    Io, con decisione drastica, ho preferito evitare qualsiasi contatto "social" e "sociale" che non sia con persone delle quali già so sia possibile un equo e proficuo scambio di opinioni senza dover giustificare alcunché.
    Il resto del mondo lo lascio volentieri ad autocannibalizzarsi che poco me ne cale.
    Sarà un atteggiamento un po' troppo estremo? Non lo so, ma visto che così sto bene, vado avanti su questa strada.
    E - sinceramente - mi farei sfiorare da Moon ben volentieri, anche perché una epocale "paciugata" a quella palla di morbido pelo non gliela leverebbe nessuno ;-)
    Buona giornata!
  3. crenabog 16 ottobre 2019 ore 10:27
    X @klimo5 penso che sia un demone davvero molesto e pestifero visto che ci fa fare certe sciocchezze del tutto inutili. Buona notte vecchio mio. Moon credo si sia ficcato sotto il telo del divano, è stranamente rigonfio eheheh
  4. no.expectations 16 ottobre 2019 ore 10:27
    Non è forse la più immune delle vigliaccherie il " volersi giustificare" .

    Aiuta coloro che non avranno bisogno di scegliere chi sfiorare.
    ( questo post dimostra un grande maturità d'intenti, insegna e sostiene, Deo gratias esistono ancora !)
  5. crenabog 16 ottobre 2019 ore 10:37
    X @VirPaucisVerbo come sempre dimostri saggezza, riguardo all'apocalittico briccone, se io avessi avuto la barba rossa avresti potuto chiamarci Fafhrd e il Greymouser ahahah
  6. crenabog 16 ottobre 2019 ore 10:39
    X @no.expectations ti ringrazio per la gentilezza, si sa che sono spesso verboso e prolisso, colpa mia che non so limitarmi, ma cerco sempre di dare più chiavi di lettura per portare i lettori dove desidero. Cari saluti.
  7. VirPaucisVerbo 16 ottobre 2019 ore 11:48
    @crenabog: per la barba, una semplice tinta può bastare. A sto punto ti manca di impugnare Astagrigia e Spaccacuore e siamo a posto hahaha
  8. klimo5 16 ottobre 2019 ore 12:17
    eh eh un caro saluto
  9. LINTERDIT 16 ottobre 2019 ore 12:34
    So perfettamente di cosa stai parlando!
    Ma bisogna sempre ricordare a qualcuno che non è il detentore della verità assoluta!
  10. cuspides 16 ottobre 2019 ore 12:42
    è talmente sottile la differenza tra il giustificarsi e lo spiegare le proprie ragioni/pensiero....
  11. 1965spiritolibero 16 ottobre 2019 ore 18:12
    e' dal 2005 che bazzico in chatta andandomene e ritornando ogni tanto,le cose per me son peggiorate in questa chatt e chi fa da moderatore se ne frega credo per puro interesse se ci sono insulti sessisti razzisti oppure c'e' chi ancora spara cazzate sull'esistenza dell'olocausto o dei gulag(l'eterna gara del forum politica per esempio).c'e' una sorta di delirio nell'affermare qualcosa che anche chi lo afferma sa sbagliata,ma che importa poi adesso l'importante come dici tu chi non ha veri argomenti alla fine arriva alle offese e il tutto si trasforma in miseria umana .io un po' alla volta mi son depurato almeno dall'evitare di fare di queste miserevoli considerazioni.ciao.
  12. crenabog 16 ottobre 2019 ore 18:41
    X @LINTERDIT in effetti sarebbe una cosa salutare!
  13. crenabog 16 ottobre 2019 ore 18:43
    X @cuspides giusto, è su quello che ci giocano in tanti...
  14. crenabog 16 ottobre 2019 ore 18:44
    X @1965spiritolibero hai fatto una scelta giusta, difficile da portare avanti sulla lunga distanza ma andrebbe seguita da tutti. Grazie della visita!
  15. crenabog 16 ottobre 2019 ore 18:46
    X @VirPaucisVerbo certo ad avere la spada di Elric si farebbero molti più danni! Ahahah!
  16. luc.ariello 17 ottobre 2019 ore 16:23
    Ho scordato di dirti
    che vivo,
    e nel mio vivere c'è tutto:
    ed ora che lo sai
    non chieder spiegazioni.
    Non dovrò cosi
    mentire.
  17. crenabog 17 ottobre 2019 ore 16:28
    X @luc.ariello ah che bella, grazie, se in verità ci capissero non dovremmo spiegarci affatto.
  18. VirPaucisVerbo 17 ottobre 2019 ore 16:34
    @crenabog: ecco, adesso mi tocca tirar fuori la saga di Elric di Melnibonè e rinfrescarmi la memoria... Tempestosa e Luttuosa!
  19. crenabog 17 ottobre 2019 ore 20:33
    X @VirPaucisVerbo ahahah Elric e la sua divoratrice di anime... Sai che gli Hawkwind fecero un concerto live di THE CHRONICLES OF THE BLACK Sword con Moorcock? Io ho il doppio lp e anni fa riuscii a scaricare perfino il video!

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.