IL DIDIETRO DELLA TIGRE

29 ottobre 2019 ore 09:22 segnala


L'intenzione, nel titolo, era quella di usare un termine leggerissimamente più forte, più schietto, più tradizionale ma mi è sembrato di capire che culo sia una parola che non rientra nei canoni letterari quindi non l'ho usata. In effetti vi ringrazio per la pazienza che dimostrate nel tentare di capire i miei titoli ermetici e criptici, senza che io possa scrivere cose più all'altezza di ogni quotidiana bacheca che si rispetti dove parole del genere ve le tirano in faccia ogni tre per due. Ma comunque, il bieco Quinto Cavaliere dell'Apocalisse che vedete in foto, quello che allo squillo della tromba porterà orridi contagi solo strusciandovisi addosso, crolli di torri gemelle al bieco berciare del suo miagolio e sfoltimento sanguinario di intere guarnigioni armate al solo sfoderare dei suoi ferali artigli, insomma il mio gatto per farla breve, mi era sembrato rappresentare ben benino il senso del titolo, che discende ancestralmente da una classica battuta - o consiglio, se volete - "non ficcare il dito nel DIDIETRO della tigre". E dunque, cosa volevo dire, volevo dire questo, è comprensibile che a voler fare un simile gesto si rientri nella casistica degli aspiranti suicidi perchè non credo vi siano molte tigri (maschi, magari) che gradiscano un simile omaggio, anche se di solito ascoltano gli Abba o Barbra Streisand e vanno a caccia di gazzelle in tutina jeopard. Ma sembra invece essere una moda furoreggiante qua dentro, dove stormi, nugoli, sciami di personaggi se le vanno a cercare, col dito in resta, ben puntato, lanciando strali verbali di ogni tipo, possibilmente caustico e ovviamente spernacchieggiante contro chiunque gli abbia fatto un qualsivoglia torto. Magari scrivendo scempiaggini in bacheca, magari offendendo ogni grado di parentela velatamente o pubblicando link ai nick così , alla Rugantino, mettendoli alla gogna e per grazia ricevuta ancora non postano pure gli stamp delle conversazioni private. Figuriamoci poi quando attaccano dai blog, ma qui già è più raro, non usano molto i blog, anzi direi che hanno un terrore sacro all'idea di scrivere più di quattro righe di seguito, a meno che non siano inviti a pentimenti, conversioni, apparizioni della madonna, distribuzioni di posti nel parterre per vedere aprire le porte del paradiso; oppure naturalmente disgressioni politiche di quelle che le tigri ci vanno a nozze, infilagli nel didietro una battuta pro Salvini e vedi come ti staccano un braccio. Scrivigli un post sulla tragedia dell'immigrazione e vedi come ti si attaccano alla gola. Ah ovviamente ci sono pure quegli esploratori che nella jungla vanno cercando ben di peggio, cercano non il didietro delle tigri, ma il sentimento delle tigri, quelle che analizzano profondamente quali siano le cose più amate dalle tigri e poi ci scatenano sopra le loro allucinazioni, i loro reumatismi mentali, il reiterato tic-tac-toc della stessa canzone che, allucinante come il la-la-laa di "Profondo Rosso" fa tremare i polsi di ogni lettore o ascoltatore che se li trovi davanti. Senza tregua ti infilzano con fissazioni degne di un ricovero coatto nell'Arkham Asylum, e non hanno neanche la valenza di un Joker o la malignità del Pinguino, che diamine, i predatori del didietro delle tigri vivono del loro cercare rogna. Ahimè, capita pure che la trovino. Hai voglia a blandirli, a donargli il caldo senso della amicizia, a dirgli con le buone "scrivi qualcos'altro, sei capace, e fallo, invece di spaccare le palle a tutti con sempre le stesse cose" , ma no, diamine, scherziamo? Potrebbero mai accettare che la tigre gli dia consigli per il loro bene? Devono dimostrare, in quella che sembra una demenziale prova di passaggio dalla pubertà al maschio eroismo a scopo riproduttivo stile arrampicata a piedi e mani nude sulle scogliere di Rapa Nui per prendere l'uovo del gabbiano, di essere capaci di far perdere la pazienza pure a Santa Sangre, pure a quell'ultima tigre in via di estinzione che si nasconde sperando di ricevere la pensione tra i templi e le piogge di Ranjipoor, e non farebbe male a nessuno. Ed ecco che quel che agognano - emuli dei berserker, o dei kamikaze nipponici - ottengono: infila quel che devi infilare e non lamentarti se di te poi restano solo le ossa, o il ricordo delle ossa, o neanche quello - considerato che la vera livella, checchè ne pensasse Totò, non è la morte, ma Google che dopo qualche giorno che ti cancelli fa sparire ogni traccia di te dal web. Cosa ci avrete guadagnato? Nulla, un grande, cosmico nulla. Fate i bravi, direbbe il Quinto Portatore dell'Apocalisse, datemi la mia scatoletta di tonno e non rompete le scatolette agli altri...
a901fae6-8fe8-4dd5-a11b-a127b9c4bc07
« immagine » L'intenzione, nel titolo, era quella di usare un termine leggerissimamente più forte, più schietto, più tradizionale ma mi è sembrato di capire che culo sia una parola che non rientra nei canoni letterari quindi non l'ho usata. In effetti vi ringrazio per la pazienza che dimostrate n...
Post
29/10/2019 09:22:37
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9

Commenti

  1. bandolerooo 29 ottobre 2019 ore 09:45
    Nei post in bacheca i culi abbondano..ti saluta mio padre non e riuscito a contattarti e che non e' cialtrone ne maleducato..ciao
  2. LINTERDIT 29 ottobre 2019 ore 16:17
    Povero Moon di apocalittico non ha proprio niente però mi fa piacere che hai notato la differenza fra linguaggio da bacheca ee da blog
  3. LINTERDIT 29 ottobre 2019 ore 16:18
    Divido in due il commento per il problema che ho anche sottoposto allo staff ..che non ho risolto girando il cell
  4. LINTERDIT 29 ottobre 2019 ore 16:21
    Come ti dicevo Moon non è apocalittico strano che non abbia ancora ricevuto minacce di morte o simili (lol)
  5. crenabog 29 ottobre 2019 ore 18:04
    x @bandolerooo ma figurati, ci mancherebbe che pensassi che è un cialtrone maleducato, ahah, che assurdità, naturale che abbia da fare, verrà quando potrà, non deve sentirsi in obbligo, qui si sta tutti insieme a sparare balle come in "Amici miei", si cicaleggia un po' - per citare Gozzano - e si sta per divertirci non per timbrare il cartellino. un caro saluto.
  6. bandolerooo 29 ottobre 2019 ore 18:06
    grazie crenabog riferiro'..ciao
  7. crenabog 29 ottobre 2019 ore 18:08
    x @LINTERDIT ma che strano, a me in quel modo funziona, ovviamente è un poco complicato ma funziona. è anche vero che non ho mai scaricato l'app dallo store per via delle recensioni terrificanti degli utenti, mai letto tanti commenti feroci ad un app , quindi apro semplicemente il browser (INPRIVATE BROWSER, che blocca le pubblicità prima che compaiano) e digito www.chatta.it e poi navigo, certo la cosa superpallosa è che ogni e dico OGNI volta che faccio qualcosa mi appare la richiesta di accettare, che trovo insopportabile. ma dico, all'inizio ti dò l'ACCETTO e poi basta, e che cavolo, fino a che non esco, no, sarebbe logico. mah. Moon dubito riceva minacce di morte, notoriamente è fornito di un padrone inkazzato col mondo e che gira armato 24 ore su 24. quindi falli veni' che li sotterro.
  8. crenabog 29 ottobre 2019 ore 18:08
    x @bandolerooo grazie, felice serata
  9. bandolerooo 29 ottobre 2019 ore 20:29
    anche a te
  10. 1965spiritolibero 30 ottobre 2019 ore 09:57
    penso al libro la banalita' del male,un accostamento esagerato ma gli istinti primordiali primeggiano nella maggior parte delle persone nonostante ci definiamo popolo civile.sara' per questo che come dici tu alla fine una persona che ha argomenti che non riguardino alla fine del postato il mandarsi tutti al didietro della tigre che vorrebbe un colloquio serio si trovano esclusi dal branco che come si sa' e' nella storia umana sempre dalla parte della ragione e mai del torto salvo poi saltare sul carro del vincitore il cercare di cambiare casacca per salvarsi il didietro quando all'individuo rabbioso dell'andamento della propria vita capisce che non sta con la maggioranza delle bestie.nanni moretti in un suo famoso film diceva:"sa' cosa stavo pensando ad una cosa molto triste cioe' che io anche in una societa' piu' decente di questa mi trovero' sempre con una minoranza di persone ma non nel senso di quel film dove c'e' un uomo e una donna che si odiano e si sbranano su un'isola deserta perche' il regista non crede nelle persone .io credo nelle persone pero' non credo alla maggioranza delle persone mi sa che mi trovero' sempre a mio agio con una minoranza".io appartengo a questa minoranza come la tigre in via di estinzione solo da preservare libera senza volerla ingabbiare per forza.
    se ho divagato in maniera incomprensibile chiedo venia.ciao.
  11. crenabog 30 ottobre 2019 ore 10:04
    x @1965spiritolibero eheheh stiamo ben oltre il puro ermetismo rosacrociano, direi, ma comunque seppur ottenebrato dalle brume di un mancato illuminismo qualcosa mi par di capire. onore e gloria alla minoranza che non si arrende, e che fa parte della maggioranza silenziosa, pur se non se ne rende conto, quella maggioranza stretta all'angolo da centinaia di minoranze chiassose e bercianti che DEVONO avere ragione altrimenti chi non gliela dà è un oppressore, un dittatore, un infame, un fascista e millemila altri insulti. se quella maggioranza normale, tranquilla (come Dustin Hoffman in CANE DI PAGLIA) si fosse rivoltata come la mitica tigre subito - ormai non lo può fare più - tutte quelle minoranze sarebbero tornate nel loro dorato dimenticatoio. ciao
  12. bandolerooo 31 ottobre 2019 ore 14:17
    il didietro davanti c'e' la anche qualche tipa ti volevo salutare perche' sei una brava persona conosco bene mio padre e farsi dare del cialtrone in post di certe svizzere...ciao crenabog
  13. bandolerooo 31 ottobre 2019 ore 14:18
    nn in intervengo cancellerebbe i comme nti come ha fatto...stammi benissimo
  14. crenabog 31 ottobre 2019 ore 15:45
    X @bandolerooo eh, immagino che ci sia stata qualche diatriba ultimamente, magari ci sarà anche stato qualche motivo di cui non posso essere a conoscenza, chiaramente, mi auguro comunque che tutto si risolva da persone intelligenti, non come spesso è capitato a me che ho sopportato faide decennali. Ad ogni modo gli amici, ed amiche, qui possono venire a scrivere quel che vogliono, se cancello qualcosa si tratta di insulti, non le legittime opinioni personali. Un caro saluto ad entrambi.
  15. methos1phd 31 ottobre 2019 ore 16:39
    Questa volta non commenterò il tuo post per motivi di tempo mi limiterò solo a dirti che il tuo gatto è molto fotogenico e a lasciarti un saluto by Angie
  16. crenabog 31 ottobre 2019 ore 16:51
    X @methos1phd non ti preoccupare, anzi grazie per il piacere che mi hai fatto nel passare a trovarmi. Moon è di sicuro un gran bel briccone. Un abbraccio!
  17. LadyMestolo 01 novembre 2019 ore 23:56
    Mi avvalgo del piacere di leggere ogni tuo scritto, blog e bacheche..Non sempre commento, ma cio' non toglie il mio apprezzammento per il tuo appassionante scrivere..
    Le diatribe su chatta non mancano di certo ,Anche se ad onor del vero negli ultimi tempi mi sembrano molto peggiorate .Sovente nel leggerle( certe bacheche )mi sale un incontrollato senso di nausea..Educazione e rispetto appaiono pura 'utopia' .Per fortuna che c'è Moon che con il suo languido e furbesco sguardo contribuisce a sistemare ogni cattivo pensiero....Buonanotte
  18. crenabog 02 novembre 2019 ore 01:25
    X @LadyMestolo ringrazio di cuore per l'apprezzamento, ho provato tante volte a intervenire in tante bacheche con commenti, tranquilli, divertenti, semplici battute ma nemmeno rispondono, imbozzolati in una stupidità da superego come se scrivessero solo per sé stessi. Non hanno, non vogliono avere rapporti con gli altri, provocano e insultano per sentirsi vivi. Non ne trovi uno che abbia scritto 1700 post di ogni tipo e di livello e che si sia rapportato con tutti ricevendo in cambio stima e anche odio. Contento di quel che ho fatto continuo a intrattenere gli amici sperando di mostrare al mondo come si dovrebbe vivere. In compagnia di quella pelosa canaglia che sta qui a dire a tutti che chi non sa amare gli animali non sa amare neanche la gente. Un caro saluto.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.