LA FAVOLA DEI FIORI LUNARI terza parte

02 settembre 2014 ore 13:40 segnala


Libdian alzò una mano ad indicare ai suoi di fermarsi e il folto gruppo dei Wee immediatamente si precipitò a stendersi sull’erba, lasciando qua e là tutte le masserizie, i bagagli e le altre cose che si erano portati appresso. Era sì, giunto il momento di riposarsi dal viaggio, ma c’era anche un altro motivo, molto più logico - secondo la logica del cervello di un folletto. La spianata di Colle Rogath era letteralmente coperta di frondosi alberi che garantivano una sosta fresca e rilassante. Ma ancor di più: erano tutti alberi di sambuco. E Libdian si sarebbe mai lasciato sfuggire la possibilità di riempire le botti vuote che aveva fatto portare, con il nerissimo succo dei sambuchi, in previsione di qualche tiro mancino agli umani? Ovviamente no. Così, radunati i suoi e spiegato il piano, si misero allegramente ed alacremente al lavoro.





L’Uomo della Luna aveva preparato alcune cassette, riempiendole di terra e di piante fiorite, aveva legato perfettamente tutto insieme, e adesso stava calandosi nuovamente verso Bosco Buio, convinto di aver trovato la cosa più sorprendente possibile per riportare il buonumore alla regina Titania. Mentre scendeva nel buio cosmico, alla luce eterna delle stelle, apprezzò il lontanissimo, sublime spettacolo del sorgere del sole al più remoto orizzonte terrestre. Giunto nei pressi della taverna di Tom, mandò ad avvertire i servitori di Oberon: quando arrivarono si caricarono in spalla le cassette e si affrettarono verso la collina che nascondeva la reggia sotterranea alla vista degli umani. Re Oberon, saputo della novità, era lì ad attenderli e presiedette allo scavo nel suo giardino esterno e alla minuziosa posa in opera delle piante di fiori lunari. Intanto, mentre discorreva amabilmente con l’Uomo della Luna, pregustava la sorpresa che avrebbe avuto la sua triste sposa. Finalmente avevano trovato la più sorprendente delle sorprese! L’effluvio speziato, esotico, veramente fuori del comune, dei fiori si alzava nell’aria del crepuscolo, inebriando tutti i folletti, gnomi, e altre bizzarre creature. Finito che ebbero di sistemare il tutto, le piccole fate posarono un magico velo ad un metro da terra, così da nascondere le piante alla vista. Re Oberon voleva davvero godersi la sorpresa di sua moglie… poi si ritirarono, in attesa che il giorno passasse e venisse la notte. Una grande fiaccolata, pensavano, avrebbe illuminato il nuovo giardino e avrebbe fatto da degna corona alla festa che progettavano.




Nel pomeriggio il popolo dei Wee, nascosti dalla vegetazione a causa della loro piccolissima statura, giunse in vista della collina fatata sotto la quale sorgeva il regno del Popolo dei Sidhe. Solo le botti piene di succo di sambuco sporgevano tra i cespugli offrendo alla vista dei casuali osservatori animali un ben bizzarro spettacolo. Certo, non tutte erano piene: ne sapevano qualcosa le massaie del Gleeshire, che si erano trovate tutti i panni lavati e appesi coperti da minuscole impronte di mani inchiostrate, e i pesci del lago di pesca della città di Brandan, ormai immangiabili, visto che erano diventati tutti neri avendo bevuto le acque sporcate dai Wee. A farla breve, i Wee si accamparono vicino all’ingresso della collina e si riposarono, ridendo tra sé e continuandosi a raccontare le malefatte compiute nel viaggio. Poi, lo sguardo sempre attento di re Libdian, intravide il velo magico della fate e la troppa curiosità ebbe il sopravvento. Si avvicinò, mentre l’ultimo sole fiammeggiava verso le cime dei monti facendo risplendere il polline volteggiante nell’aere, e allungò la mano ad alzare il velo. Cosa poteva mai esserci sotto?, si domandava il sovrano dei Wee. Ed ebbe la risposta: ai suoi occhi ecco apparire la più incredibile distesa di fiori bianchi, neri e grigi che avesse mai colpito i sogni degli umani o dei Sidhe. Restò affascinato e lanciò un grido che fece accorrere tutti i suoi folletti. Che meraviglia! Che splendore! Oh, re Oberon ha davvero trovato la cosa più strana da offrire a Titania, ripetevano tra loro i folletti, facendo a gara per alzare il velo e intrufolarsi tra le piante per annusarle. E così, alzato che fu il velo delle fate, anche gli ultimi raggi del sole baciarono gli stranissimi fiori seleniti. Fu forse un atto d’amore del sole verso qualcosa che apparteneva alla luna? Chi può dirlo. Certo fu che tutti i fiori cominciarono ad agitarsi, a fremere, e a colorarsi. Sì. Mille e mille sfumature di ogni colore apparvero su corolle, pistilli, foglie e petali. I fiori erano ridiventati normali. Terrestri. Solari. E re Lindian non aveva più la forza di muovere un dito, agghiacciato, mentre le sue orecchie coglievano il rumore del lento alzarsi della sommità della collina. Re Oberon stava conducendo Titania ad ammirare il suo regalo.





fine terza parte




*
26b8a8af-b541-48d3-b43b-f491bf62eb71
« immagine » Libdian alzò una mano ad indicare ai suoi di fermarsi e il folto gruppo dei Wee immediatamente si precipitò a stendersi sull’erba, lasciando qua e là tutte le masserizie, i bagagli e le altre cose che si erano portati appresso. Era sì, giunto il momento di riposarsi dal viaggio, ma c...
Post
02/09/2014 13:40:30
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    30

Commenti

  1. Cicala.SRsiciliana 02 settembre 2014 ore 14:33
    La grandezza dell'amore, mette in ginocchio anche un re. Mi spiace che questa favola abbia un fine, mi piacerebbe leggerla ad oltranza. E' semplicemente favolosa. Ti abbraccio Marco, Rita
  2. julia.pink 02 settembre 2014 ore 15:36
    Ho immaginato lo spettacolo di questi fiori che magicamente si colorano.Meraviglioso!
  3. MorganaMagoo 02 settembre 2014 ore 17:16
    .... sul più bello. :-))
  4. crenabog 02 settembre 2014 ore 21:48
    x Cicala.SRsiciliana, d'altronde ogni cosa, specie se è bella, ha una fine. Godiamoci la favola fin che dura, direbbe Gozzano, e magari restiamo sintonizzati per le prossime. Chi sa, magari saranno anche meglio! Un abbraccio a te!
  5. crenabog 02 settembre 2014 ore 21:49
    julia.pink, una immagine spettacolare, sì, ma certo dubito che Oberon gradirà!
  6. crenabog 02 settembre 2014 ore 21:50
    x MorganaMagoo, eheh, sono un devoto delle sceneggiature hollywoodiane. Il momento climax è il mio pane quotidiano. Che peste, eh? ahah!
  7. Odirke 04 settembre 2014 ore 09:20
    Non manchi mai di stupire.
    Un abbraccio, vecchio mio.
    Semper Fidelis
  8. crenabog 04 settembre 2014 ore 09:36
    x Odirke, grazie vecchio mio, a volte l'idea di base mi si allarga a dismisura e quel che potevo dire in un post diventa un serial. eheheh. sono smodato! abbracci.
  9. Spiritwalker 04 settembre 2014 ore 10:46
    Sai cosa penso Crena? che tu non la racconti giusta....tu hai qualche gnomo o folletto che ti racconta la sua storia e tu la trascrivi sul blog ;-)
    Lo penso sul serio...perchè esistono veramente :-))
    In trepida attesa della 4^ parte...ti abbraccio e ti auguro buon riposo
  10. crenabog 04 settembre 2014 ore 10:52
    x Spiritwalker, potrebbe anche essere! non ho forse la Pietra della Pioggia di cui narrai in una vecchia favola? l'avevo pure messa in foto... quindi Narratore for ever, e che Toutatis ce la mandi buona! (e possibilmente bionda). a presto con la quarta parte, tra poco vado a letto, abbracci!
  11. Spiritwalker 04 settembre 2014 ore 10:55
    ehehehheh ma anche scura basta che sia buoooona ;-)
    ciao abbraccio
  12. stregaxamore.VE 04 settembre 2014 ore 10:57
    Fatine folletti , mi fai tornare bambina quando passavo le ore a leggere fiabe proveniente a tutto il mondo .Ciao buona giornata
  13. giusi62 04 settembre 2014 ore 11:23
    troppo bello,aspetto la 4^ parte,
    con piacere,buona giornata Marco
  14. p.arnassius2 04 settembre 2014 ore 13:45
    Certo Marco...che scrivi proprio bene! E' bello leggerti...i miei complimenti! Ti lascio un saluto e l'augurio per un sereno pomeriggio....:)
  15. Tu.MiStufi 04 settembre 2014 ore 14:56
    Curiosity killed the king? Ma uccide anche me...grrrrrr !!
  16. XbadX 04 settembre 2014 ore 15:25
    apro il tuo blog ...ed ogni volta mi trovo in un mondo diverso..mi nascondo in questo luogo e trovo un po' di serenita' come sempre GRAZIE MARCO!...spero tanto che titania sappia apprezzare ....
  17. Robyarch71 04 settembre 2014 ore 16:32
    Ma è la sega del Signore degli Anelli o di Harry Potter? Se intendi pubblicarlo contattami come grafico :-p
  18. Robyarch71 04 settembre 2014 ore 16:37
    Ah, quasi dimenticavo. Le immagini inserite aiutano molto l'immaginazione ad avere una visione dello scenario in cui si svolge la saga dei "Fiori Lunari"
  19. Evelin64 04 settembre 2014 ore 18:55
    Non oso immaginare il seguito !! Ci stupirai lo so'...uff che phatos pero' :(
    Evelin:bye
  20. albaincontro 04 settembre 2014 ore 19:13
    Fortunata Titania : quanti si preoccupano della sua tristezza ! Forse se avesse visto le malefatte dei folletti,avrebbe ritrovato il sorriso e ridato la gioia al suo mondo fatato. Spero che duri ancora tanto.Mi piace ,grazie per avermi avvertito.
  21. methos1phd 04 settembre 2014 ore 20:07
    Ogni volta sai creare la magìa dell'incanto con le tue bellissime storie. Chapeau :-)) un caro saluto. Angie
  22. crenabog 04 settembre 2014 ore 21:39
    x stregaxamore.VE, infatti è da questo motivo che sono nate queste fiabe, perchè le invento per mio figlio quando va a dormire (anche se ora è cresciuto e lo vedo dormire solo una notte a settimana, purtroppo...) ciao!
  23. crenabog 04 settembre 2014 ore 21:39
    x giusi62, grazie, tra qualche giorno arriva!
  24. crenabog 04 settembre 2014 ore 21:40
    x p.arnassius2, grazie, è una vita che scrivo e narro storie, fa piacere sapere che i lettori son contenti. felice serata a te.
  25. crenabog 04 settembre 2014 ore 21:41
    x Tu.MiStufi, in verità stavolta Libdian l'ha fatta grossa, mi sa che in qualche modo la pagherà...
  26. crenabog 04 settembre 2014 ore 21:42
    x XbadX, felice di sapere che riesco a darti serenità con questi racconti, è un dono gratuito ma che penso dia grandi risultati all'animo. mio e tuo! bacioni
  27. crenabog 04 settembre 2014 ore 21:47
    x Robyarch71, già, ed ogni volta è un impresa trovare immagini che si avvicinino al racconto. però così diventa più gradevole alla lettura, è vero. più che ad Harry Potter è simile a Tolkien, anche lo spunto per l'Uomo della Luna - benchè personaggio mitico a livello mondiale - viene da ROVERANDOM - il cane che volò sulla Luna, un libricino sempre di Tolkien. Dalle prime favole è stato ricavato un libro, uscito per una casa editrice specializzata in favole per bambini che le ha un po' rimaneggiate ma almeno sono comparse in libreria. quando ne ebbi un po' di copie, anni fa, le vendetti ai lettori e me ne sono rimaste pochissime copie. anche perchè tutti le volevano con la dedica personale, naturalmente. ti ringrazio del pensiero, io sono - anche se costretto ad un altro lavoro - un illustratore e nel libro ci sono molti miei disegni, in effetti. ciao!
  28. crenabog 04 settembre 2014 ore 21:48
    x Evelin64, abbi pazienza qualche giorno e ti toglierai la curiosità, eheheh...
  29. crenabog 04 settembre 2014 ore 21:49
    x albaincontro, Titania le preoccupazioni del suo popolo se le è meritate con secoli di buon e saggio regnare, ed è naturale che le vogliano bene. cercheremo di farla contenta, giusto? qualche sistema il Narratore lo troverà. un abbraccio caro.
  30. crenabog 04 settembre 2014 ore 21:50
    x methos1phd, grazie, ce la metto tutta e ammetto, mi diverte farlo! un caloroso saluto a te e figliola.
  31. tre.vess 05 settembre 2014 ore 07:23
    ciao cerca di non farla finire subito la storia
  32. crenabog 05 settembre 2014 ore 09:29
    x tre.vess, ciao caro, penso che la prossima dovrebbe essere la puntata conclusiva, ma comunque la Saga va avanti da sè, come direbbe Renato Zero e altre storie arriveranno sicuramente. alcune già sono in nuce, devo solo svilupparle.
  33. libellulach 05 settembre 2014 ore 15:00
    Ciao marco sono in vacanza ti commenterò al mio rientro abbracci
  34. crenabog 05 settembre 2014 ore 20:17
    x libellulach, allora buon relax e prenditi il tempo che vuoi. serenità.
  35. a.Qa 06 settembre 2014 ore 08:04
    IL RE le ha fatto un gradito regalo a Titania ''fiori bianchi neri e grigi''
    notti da ''sballo'' :wow e bravo il re viva il re col mega cannone
  36. crenabog 06 settembre 2014 ore 12:35
    x a.Qa, non ho capito bene la faccenda del megacannone, ma mi adeguo
  37. serenella21 06 settembre 2014 ore 17:44
    Ho letto tutta la storia dall'inizio
    bellissima..meglio di un film di Harry Potter
    ke dire..sei fantastico..ciao un abbraccio:staff
  38. serenella21 06 settembre 2014 ore 17:45
    Scusa la mia assenza,sono stata lontana
    tutto questo tempo x vari problemi ,ma
    soprattutto non avevo internet.
  39. misscredente 06 settembre 2014 ore 18:47
    Essendo io amante della notte e della luna avrei proprio voluto vedere i fiori senza che si colorassero! Ma immagino anche il giardino "solare" e son sicura che è davvero uno "spettacolo". un ciao a te...
  40. crenabog 06 settembre 2014 ore 21:02
    x serenella21, ben felice di risentirti, mi stavo preoccupando ma poi ho ricordato quante volte capita che stai fuori dal giro per del tempo e ho pensato che avevi avuto da fare. meglio così, fa sempre piacere vederti qui dentro. e contento anche che ti sia piaciuta!
  41. crenabog 06 settembre 2014 ore 21:04
    x misscredente, certo sarà stato qualcosa di mai visto prima, a meno di non ricordarci del celebre romanzo IL TULIPANO NERO. Titania si meritava proprio qualcosa di nuovo, speriamo che aggiustino tutto! ciao!
  42. dolcecarrie 07 settembre 2014 ore 19:34
    L’effluvio speziato, esotico, veramente fuori del comune, dei fiori si alzava nell’aria del crepuscolo, inebriando tutti i folletti, gnomi, e altre bizzarre creature.

    Non so che darei per sentire questi profumi...ciaoooo buona serata ! :-)
  43. crenabog 08 settembre 2014 ore 14:37
    x dolcecarrie, anche io, te lo assicuro. felice lunedì!
  44. Lessien 09 settembre 2014 ore 22:50
    Buona notte al folletto scrittore dalla barba chiara. Less
  45. crenabog 09 settembre 2014 ore 23:05
    x Lessien, un caldo abbraccio. la parte finale è stata scritta, è in via di revisione, penso che giovedì sera dovrei riuscire a pubblicarla. a presto!
  46. crenabog 09 settembre 2014 ore 23:06
    x Lessien, un caldo abbraccio. la parte finale è stata scritta, è in via di revisione, penso che giovedì sera dovrei riuscire a pubblicarla. a presto!
  47. Cicala.SRsiciliana 11 settembre 2014 ore 09:49
    Ho fatto il copia/incolla delle tre parti della favola per leggerla tutta insieme. Per circa mezz'ora mi sono estraniata dalla realtà, non pensando alla quotidianità. Ho respirato profondamente quell'aria cheta esalante di mille profumi; ma ciò che mi ha colpito molto è la mano serena e fiduciosa del narratore e la sua capacità di non farsi notare. Voglio dire che nella favola è come se non ci fossero interferenze, è una favola libera che si racconta da sola. Marco, questa è la mia impressione, probabilmente mi sono sbagliata. Se così è per favore correggimi. Aspetto con immenso piacere la continuazione di questa favola veramente meravigliosa. Un abbraccio, Rita
  48. crenabog 11 settembre 2014 ore 10:03
    x Cicala.SRsiciliana, sono ben contento che la storia ti piaccia e mi auguro quindi che l'ultima parte che ho postato adesso sia ritenuta all'altezza delle precedenti. Rita, dato che mi leggi da tempo, avrai notato lo stile dei racconti, sia i fantasy della Saga, sia gli horror, i mistery, sia quelli diciamo così normali quindi storie di vita vissuta. Lo stile è sempre il mio, spesso elaborato, a volte semplice: sempre con una trama ben delineata, prologo-svolgimento-epilogo, sovente c'è una caratterizzazione dei personaggi, certo mai quanto quella che impregna tutta la Saga e che va avanti da anni. i momenti poi sono suddivisi per arrivare al climax che coincide con la fine della puntata, o che sta verso i tre quarti di quelle monopuntata. insomma, diciamo che c'è mestiere, ricerca e anche tanto rispetto per i gusti - che oramai conosco - dei miei lettori. e alla lunga questo ha sempre ripagato in termini di apprezzamenti. meglio così. altrimenti che scriverei a fare? un abbraccio e aspetto un giudizio anche sull'ultima. Ciao!
  49. Cicala.SRsiciliana 11 settembre 2014 ore 10:11
    Hai ragione Marco, vedi su ciò che mi hai scritto non avevo riflettuto. Ovviamente per ogni tipo di racconto di tipologia diversa, il narratore si espone un maniera differente. Infatti, in ogni racconto, il narratore quando scrive, cambia espressione. Grazie tante Marco, Rita
  50. crenabog 11 settembre 2014 ore 10:33
    x Cicala.SRsiciliana, sai, sono un intrattenitore maniacale. cerco sempre di far coincidere quel che voglio narrare, con i miei tempi e modi, con quello che so che i miei lettori desiderano e si aspettano. e alla fine direi che ho raffinato e perfezionato questa tecnica. è molto difficile che i miei racconti non piacciano, ma mica perchè sono Stephen King, bada, è proprio perchè come un buon sarto capisco chi entra nel negozio e gli drappeggio addosso le stoffe che possiedo in magazzino. eh! abbracci!

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.