LO SAI COS'E' UN' ARANCIA ?

04 maggio 2019 ore 19:10 segnala


Cosa è un'arancia? Domanda stupidissima a tutta prima, ma mettetevi nei panni - che so - di una persona che non ha mai letto un libro, che non ha il televisore, che non conosce internet. Una persona, in definitiva, che si trova davanti per la prima volta un'arancia: questa specie di uomo delle caverne, probabilmente irsuto, certamente illetterato e solitamente coperto da pelli di animali (erbivori o carnivori non importa) si troverà davanti ad un'arancia e cosa succede? Cosa penserà? Cos'è 'sta cosa? Cosa rotonda, sì. Cosa di colore brillante. Tocchiamola un po', mhhh, abbastanza morbida. Be', carina. Poi la posa per terra e se ne andrà, in caccia di saporiti conigli o in fuga da un insistente velociraptor. E l'arancia resta lì, abbandonata sul sentiero. Così, il nostro cavernicolo ha perso per sempre, o fino alla prossima arancia che cascherà in terra, la possibilità di allargare i propri orizzonti, la propria mente. Ha perso la capacità di ragionare, fantastico vero? Perchè poteva star lì a guardarla, a immaginare cosa diavolo fosse, a che servisse, ma soprattutto a come fosse fatta. Perchè diciamo la verità, voi lo sapete bene, cosa è un'arancia, sarà colpa della deriva dei continenti, della memoria dell'acqua, dei ricordi primigenei che scorrono tra le nostre sinapsi da eoni facendoci sfuggire qualsiasi cosa abbia l'aspetto di un velociraptor (o di un esattore delle tasse) e facendoci sbavare davanti a qualsiasi cibo gradevole (o esponente dell'altro sesso, egualmente gradevole, e qualcuno anche se non è proprio gradevole, basta che respiri). Ma lui non lo sapeva, ha visto solo una cosa rotonda, non ha pensato a vedere come fosse dentro, se fosse integra, ammaccata, ammuffita, dolce, aspra, piena di un enorme nocciolo oppure di tanti spicchi, e di che colore fossero, e che sapore avessero, e che effetto avrebbe avuto mangiarla. O tirarla in faccia al velociraptor. O giocarci a pallone. Non lo ha fatto e resterà un cavernicolo, precludendosi avanzamenti mentali, nuove possibilità gastronomiche e gradini evolutivi. Avrebbe potuto conoscere qualcosa di nuovo, sperimentare, goderne, apprezzare: ha preferito lasciarla lì. Certo, non era il Monolite Nero di Arthur C.Clarke e Stanley Kubrick, e magari il nostro cavernicolo non ha - dai, guardatelo bene, perdeteci un po' di tempo, fateci caso...- veramente pelli di animale addosso. Oh no, mi sembra proprio che invece porti dei calzoni con la piega, ohh, ha anche una cravatta, e gira in una città... Che strano! Dovrebbe allora ben sapere cosa farci di un'arancia, giusto? Ma no, lui l'arancia l'ha vista, e l'ha lasciata lì. Non ha pensato a tutto il mondo che c'era dentro quell'arancia, agli infiniti significati che conteneva, a tutte le strade che poteva aprirgli. Ecco, lo vedo, lo vedete? Si allontana contento, peccato non ci sia davvero un velociraptor nelle vicinanze. Una storia buffa, questa qui? Forse sì, forse no. Forse ve la ricorderete mentre starete seduti/e davanti alle vostre tastiere, con la pagina del vostro blog davanti, a pensare a cosa scriverci. Perchè le arance siete voi e di cavernicoli ce ne stanno pure troppi...
90c703f3-87c8-4a5c-ab80-cd68593930e4
« immagine » Cosa è un'arancia? Domanda stupidissima a tutta prima, ma mettetevi nei panni - che so - di una persona che non ha mai letto un libro, che non ha il televisore, che non conosce internet. Una persona, in definitiva, che si trova davanti per la prima volta un'arancia: questa specie di ...
Post
04/05/2019 19:10:20
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7

Commenti

  1. LINTERDIT 04 maggio 2019 ore 19:20
    non si e' fidato di assaggiarla ......l'ha solo guardata , bellissima metafora
    se l'uomo non si fermasse alle apparenze avrebbe da comprendere molto di piu' !
    grandeeeeeeeeeeeeeeeeee
  2. 63klimo 04 maggio 2019 ore 20:14
    (Y) spesso non ci poniamo domande,che sembrano banali,non lo sono affatto.
    Un acarissimo saluto.
  3. crenabog 05 maggio 2019 ore 11:07
    x @LINTERDIT ma giustamente, e troppi ce ne sono e ce ne saranno, grazie teso'
  4. crenabog 05 maggio 2019 ore 11:08
    x @63klimo ricambiato con l'augurio di una buona domenica, concordo con te ovviamente
  5. LINTERDIT 05 maggio 2019 ore 11:09
    @crenabog sto andando a rispolvelare i link dei blog che hai qui a lato nel blog , avevo dimenticato la magia di quei personaggi
  6. crenabog 05 maggio 2019 ore 11:12
    x @LINTERDIT li avevo messi proprio perchè per me oltre che amici erano anche scrittori interessanti e non volevo diventare pazzo per andare a cercarli, così invece sono lì pronti per essere visitati, sempre che ci siano ancora o scrivano ancora o peggio si degnino di rispondere perchè c'è pure il caso che ci abbiano dimenticato
  7. LINTERDIT 05 maggio 2019 ore 11:16
    @crenabog sei uno scrigno .....
  8. crenabog 05 maggio 2019 ore 15:35
    x @LINTERDIT sempre gentilissima...
  9. ceravamotantoamatti 06 maggio 2019 ore 08:15
    A proposito di frutti: i cavernicoli, oggi, paradossalmente saprebbero come usare una banana per trovare piacere migliore di quello del gioco del pallone. Invece, quasi tutti assatanati della Juve, della Roma, Lazio, dell'Inter e compagnia bella. Il mondo sta diventando una palla ... dove pure le donne, con il loro tifo da stadio (vita trash accompagnate spesso da solo cani e gatti), hanno perso quella vitale eleganza che veramente le emancipava nella vita. Non tutte sanno sbucciare "nabanana" come meglio converrebbe; ma del calcio, a proposito dell'arancia che somiglia come evidenzi a ad un pallone, ne sanno ormai una più dell'esperto giocatore. Di peli, della bava e di altro del proprio beniamino segregato in casa o al guinzaglio ... non ne vogliono sapere. Cavernicoli veramente? No ... solo trogloditi moderni. Ciao Crena ... portami pazienza sui discorsi da amareggiato che faccio sulla vita moderna.. :) Un saluto a te e la tua piacevole combriccola.
  10. crenabog 06 maggio 2019 ore 08:55
    x @ceravamotantoamatti ah be' non c'è problema, io non seguo minimamente il calcio, se mai mi capita che una sera non lavoro e stando a casa ci fosse in televisione una partita dove gioca l'Italia potrei pure vederla tanto per fare qualcosa di diverso ma no, in verità non lo seguo quindi non saprei mettermi nei panni di chi tifa. un saluto e un buon inizio settimana - per me no , facendo i turni, non so cosa siano i weekend e gli inizi settimana...
  11. ceravamotantoamatti 06 maggio 2019 ore 09:07
    :)

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.