Lasagne for dummies

21 maggio 2019 ore 19:41 segnala
Nel post di ieri mi sono permesso di dare un consiglio spassionato:
se non siete capaci di praticare fellatio, se "l'ingoio no che poi Gesù bambino piange" e se "l'anal no perché a Sodoma erano tutti peccatori ed il Signore li ha puniti"...imparate a fare le lasagne.

Del resto è così che funziona:
il solo modo per tenervi un uomo, se non gli praticate sesso orale e non vi fate fare l'anal, è quello di fare delle lasagne da far resuscitare i morti.
A dire il vero ci sarebbe un'altra opzione: stare con me.
Per me non è fondamentale vi prestiate alla pratica del sesso anale né che me lo succhiate e fanculo le lasagne: fatevela leccare e andiamo al ristorante.

Oggi cerchiamo di capire come fare le lasagne...o almeno cosa non fare.
Ma prima, qualche cenno storico.

Si parla delle lasagne già su uno dei Rotoli del Mar Morto e, stando agli ultimi risultati di una ricerca, le Linee di Nazca non sono altro che le indicazioni su temperature e tempi di cottura di un piatto composto da vari strati di pasta farcite con carne, molto simili alle nostre lasagne, appartenente alla tradizione culinaria Klingon.

Il grande dilemma legato alle lasagne è sull'origine:
sono bolognesi oppure napoletane?
Sappiamo che sono nate a Roma ma il dubbio su chi può vantarsi della paternità della lasagna "moderna" rimane.
Io, che vivo in Emilia ma molto vicino al confine con la Liguria, mangio quelle alla bolognese e quelle col pesto.
Mai mangiato quelle napoletane: se volete colmare questa mia lacuna...contattatemi.

Bene, dopo aver perso tempo in cagate, vediamo quali sono gli errori da evitare per la lasagna perfetta.

Seccare la sfoglia
La pasta deve cuocere e non rinsecchirsi come lo scroto di Tutankhamen.
Coprite bene ogni parte della superficie della lasagna con del sugo, soprattutto gli angoli.

Pezzi grossi di carne.
So che pensare ad un pezzo di carne piccolo vi mette tristezza, ma qua non stiamo parlando di un cazzo che vi scopa.
La carne del ragù deve essere ridotta in piccoli pezzi, per rendere il sugo omogeneo e riuscire a stendere bene la sfoglia e far aderire i vari strati uno sull'altro.

Condimenti troppo liquidi.
Il sugo e la besciamella devono potersi spalmare:
per ottenere questo risultato, occorre far restringere il ragù e la besciamella in modo che si possano prendere a cucchiaiate e distendere sulla pasta.
Se vedete che la besciamella è un po' troppo liquida, aggiungete un cucchiaio di farina.
Se siete stati invitati a cena da narcotrafficanti e li vedete sniffare le lasagne, probabilmente hanno addensato la besciamella con della cocaina.

Usare preparazioni industriali.
Certo, per fare prima potete usare salse in vasetto e pasta confezionata ma sarà come fare un soffocotto ad un dildo plasticoso invece che ad un bel cazzo duro e caldo.
La lasagna è slow.

Non ungere bene la teglia.
Così come è saggio ungere bene il lato b per un anal da leggenda, allo stesso modo va unta per benino la teglia, per evitare di far appiccicare la sfoglia al fondo e ai lati del contenitore.
Ovviamente non dovete usare un lubrificante a base acqua come per l'anal: meglio del burro (ma potete usare il burro per l'anal come ne "ultimo tango a Parigi").

Se pensate che la cucina non faccia per voi, prossimamente vedremo come avvicinarsi all'anal e come fare pompini con ingoio da favola...che io ci tengo a vedervi "sistemate".

13b88fcc-b2f3-45bb-97c9-feab463dad18
Nel post di ieri mi sono permesso di dare un consiglio spassionato: se non siete capaci di praticare fellatio, se "l'ingoio no che poi Gesù bambino piange" e se "l'anal no perché a Sodoma erano tutti peccatori ed il Signore li ha puniti"...imparate a fare le lasagne. Del resto è così che...
Post
21/05/2019 19:41:13
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.