Seduzione: cosa desiderano le donne

30 agosto 2019 ore 20:44 segnala
"What women want" è un film del 2000 che non credo sia il preferito dai cinefili...forse qualche cinofilo ma non ci giurerei.
Io non l'ho mai visto ma non faccio testo: a me piacciono i film tipo Bad Boys, XXX, Fast & Furious…robe cafone via.

Trama:
Nick Marshall, interpretato da Mel Gibson (che, a distanza di 5 anni circa, passa dal vestire i panni di William Wallace, eroe scozzese, a quelli di un cazzone) è pubblicitario in una nota agenzia di Chicago: sin dall'infanzia ha una smodata passione per le donne ed è un incallito seduttore, anche di colleghe, è divorziato e padre di una figlia, Alex, ormai adolescente.
Un giorno scivola su dei sali da bagno sparsi sul pavimento, cade nella vasca colma d'acqua assieme all'asciugacapelli, prende la scossa e sviene.
Quando si risveglia, scopre di aver assunto un potere "paranormale": riesce infatti a sentire ciò che tutte le donne pensano.

Chi di non non vorrebbe sapere quello che le donne pensano?

Tipo sei lì in coda al supermercato e la tipa dietro di te pensa "mmmhhh...che figo il tipo davanti a me...non so cosa darei per portarmelo a casa e..."
Ovviamente carpisci i suoi pensieri e prontamente ti giri dicendole "che ne dici se vengo a casa tua a bere qualcosa?"
Ma hai commesso una mega-cazzata:
non le hai fatto finire il pensiero, vai a casa sua e scopri, troppo tardi, che è rimasta turbata dalla visione del film Wrong Turn 4 - La montagna dei folli e desidera ardentemente vivere "live" la scena in cui i tre fratelli cannibali del cazzo si godono una fondue bourguignonne asportando brandelli di carne da un poveretto ancora vivo, legato con del filo spinato su di un tavolo (film che vi consiglio di cuore, divertentissimo).
E in pochi istanti ti ritrovi su di un tavolaccio, legato, con intorno lei e le sue deliziose cuginette che, con coltelli affilatissimi, asportano pezzetti di carne dal tuo corpo.

Intendiamoci, questo potrebbe accadere a quelli iper-sfigati come me.

O magari non trovo una psicopatica del cazzo ma sentirei altro che commenti negativi su di me, commenti che magari una donna per pietà cristiana non esprime a parole ma pensa.
Mi sa sia meglio non sapere quello che le donne pensano ma, forse, non occorre buttarsi in una vasca da bagno colma d'acqua tenendo in mano un asciugacapelli collegato alla presa di corrente e fulminarsi per capire quello che le donne desiderano...posso provarci io.

A questo punto uno potrebbe domandarsi:
"tu, che sei un noto sfigato, pretendi di spiegare ai tuoi lettori cosa vogliono le donne?"
Beh, se pensate che i corsi pre-matrimoniali vengono tenuti da preti che, da contratto, non possono sposarsi...come vedete non sono il solo a parlare di qualcosa che non conosce affatto.

RESPECT
Otis Redding, Aretha Franklin, Adeva...tutti cantavano di rispetto.
Credo che quella di Adeva sia la meno famosa ma di sicuro la più ballabile.

L’origine della parola "rispetto" proviene dal latino "respectus" che significa riguardo, considerazione.

In altre parole mai dire ad una donna "taci che non capisci un cazzo", nemmeno se sta montando le catene da neve sulle gomme anteriori di un'auto a trazione posteriore e vuole avere ragione.
E nemmeno "mia mamma la crema catalana la fa più buona della tua" anche perché lei potrebbe rispondere "anche tuo fratello scopa meglio di te ma mica lo vado a raccontare in giro!"
Vi farebbe piacere se nessuno prendesse in considerazione quello che dite?
O se tutti vi calpestassero e vi trattassero come merde?
Oddio, ad onor del vero non è poi così tragica come cosa...a me capita tutti i giorni e, come vedete, sono qua...a parte un'atavica fame di gnocca (più che fame sete direi) sto benissimo.

ROMANTICISM
Ovviamente le 5 cose che le donne vogliono non è farina del mio sacco ma è un qualcosa rubato in giro.
Purtroppo non ho il link da citare ma credetemi che non è roba mia.

La seconda cosa che le donne vogliono è il romanticismo.

"Prestate attenzione a ciò che le piace e cercate di sorprenderla ogni tanto.
Una passeggiata serale mano nella mano, un bacio appassionato come all'inizio del rapporto, comprarle fiori senza alcuna ragione..."
Credo già da questi consigli avrete capito che non è davvero farina del mio sacco, ma di un altro.
Passi la passeggiata mano nella mano, passi il limonarla quando non se lo aspetta, tipo mentre ci si trova in coda all'Autogrill per ordinare un paio di panini oppure in fila in chiesa in attesa del "corpo di cristo", ma i fiori no...cazzo no!

I FIORI NO!

Perché ce l'ho così tanto coi fiori?
Intanto perché sono un uomo e i fiori agli uomini, ai veri uomini, non piacciono (tranne i fiori di zucca in pastella, ça va sans dire).
Ok, quando sento un brano dei Village People non riesco a stare fermo e vengo colto dall'irrefrenabile voglia di ballare ma i fiori non mi piacciono.
Poi i fiori fanno venire in mente le corone o i cuscini che ci accompagneranno nel nostro ultimo viaggio e non è ancora tempo.
Inoltre per uno come me che quando cammina lungo un sentiero sta bene attento a non calpestare le formiche e che non uccide nemmeno una zanzara, recidere un fiore equivale comunque a spezzare la vita di un essere vivente.
Vero che non sono vegetariano, ma non è colpa mia se non hanno ancora inventato il culatello di soia...

I fiori no perché se regali dei fiori ad una donna significa che devi farti perdonare qualcosa.
Quindi regalare fiori se la tradite equivale ad ammettere il tradimento e se non la tradite lei penserà che la tradite e, comunque sia, la roncolata in piena fronte ve la beccate lo stesso.
Ergo: siate romantici ma non regalate fiori.

Guardate un film porno...il maschio regala fiori ad una donna oppure tira fuori un "coso" enorme, turgido e se la sbatte?
E voi cosa volete, farvi ammorbare dai vari "fagottino mi ami?", "orsacchiottino mi pensi?" oppure sentirvi dire "5c0p4m1! Sono la tua tr014!"

COMMUNICATION
Communication era anche il titolo di un singolo degli Spandau Ballet, album "True" del 1983, quando io ero un 15enne che si masturbava guardando i film del genere commedia sexy all'italiana o le foto di celebrità in topless su Novella 2000 o Blitz e molte di voi non erano nemmeno nate.
Probabilmente all'epoca le donne, oltre alla comunicazione, avrebbero voluto spupazzarsi il buon Tony Hadley ma questo è un altro discorso.

Le donne amano parlare.
Amano parlare perché le fa sentire coinvolte nel rapporto.
Una donna, anche se consapevole che l'ami, ha bisogno di sentire questa dichiarazione una volta ogni tanto: dille che è bella, sexy e tu sei contento di lei.
Ringraziala per la deliziosa cena che ha preparato per te e apprezzate tutto quello che fa.

L'ho già detto che queste 5 cose che le donne vogliono non sono farina del mio sacco?
Ecco, io penso che non si dovrebbe dire queste cose ad una donna se non le si pensano, per non contravvenire al primo punto, quello del rispetto.
So bene...sappiamo bene che le donne amano sentirsi fare i complimenti ma non si dovrebbero fare per farle felici ma solo perché lo pensiamo sul serio.

Ah, tenete bene a mente quello che ho detto prima:
questi consigli sono validi solo per le relazioni durature e non per il sesso "one night" visto che in quel caso la vostra "Lei" vorrà parlare poco e avere la bocca impegnata a fare altro.
Se conoscete una in un locale che dopo un paio di drink, in preda all'infoiamento, vi trascina nei cessi, si inginocchia, vi abbassa la zip, inizia a farvi un soffocotto e voi, perché avete letto questo post, volete farla parlare e le chiedete che ne pensa della situazione economica italiana, se poi si alza e vi dà una ginocchiata nelle balle non prendetevela con me eh...

Che poi...davvero capita di conoscere una in un locale che dopo un paio di drink vi fa un p0mp1n0?
Beh, beati voi...a me non è mai capitato...anzi, la Morosa la conosco da 21 anni e mai mi ha fatto una fellatio...fortuna che si lascia praticare cunnilingui...ci ho messo 8 anni per convincerla a lasciarsi praticare sesso orale ma adesso ci ha preso gusto, per fortuna.
Ok, ogni volta che gliela lecco poi faccio come i gatti e vomito boli di pelo, perché è nostalgica degli anni 80 e ama il pelo fulvo lì sotto, ma con questa crisi di gnocca non mi sembra sia il caso di sottilizzare ma di ringraziare Zeus per avere una che ogni tanto me la da.
E poi esiste il remover che si dà ai gatti…

SEX
E fin qui nulla di nuovo: alle donne piace il sesso.
Ci sono donne che lo amano di più, le ninfomani, e donne che lo amano di meno, le Morose di Cunni.
Uso il plurale perché, per motivi che sfuggono ad ogni logica, ho avuto ben più di una donna o di 10 o di 20.
In realtà piaceva anche a loro il sesso, prima di incontrarmi credo, e spero per loro sia tornato a piacerle dopo che è finita con me.
Anche alla mia Morosa attuale credo piaccia il sesso...e spero per lei abbia avuto modo di provarne le gioie con qualcuno.

Se da un lato l'amante o la donna del sesso "one night" vuole pura e semplice passione senza tante menate, la partner fissa vuole essere amata, coccolata.
Desidera le si faccia vedere quanto la troviamo attraente, quanto ci piace e quanto la desideriamo.
Vuole sentirsi la donna più importante del mondo.

Come per il post precedente, anche in questo caso si dovrebbe far sentire una donna desiderata perché la desideriamo sul serio e non per farla contenta.
Qua io parto avvantaggiato, dato che per me la donna più importante del mondo, quella che desidero più di ogni altra è quella che si trova con me in quel momento: se sono con la mia Morosa esiste lei e nessun'altra...quando ero con l'Amante esisteva lei e nessun'altra.
Il problema è che questo vantaggio me lo sputtano tutto quando mi mostro a loro nudo.

Credo che anche se andassi con una escort sarebbe lo stesso, nel senso che non la vedrei come una donna ma come la MIA Donna e in quel momento sarebbe lei la sola donna che amerei.
Infatti con le escort non ci vado perché poi rischierei di farmi compatire.

Negli ultimi tempi, però, il sesso con la propria donna è un casino.
Fino a qualche mese fa era tutto più semplice.
Arrivava il giorno prestabilito all'ora prestabilita, ci si spogliava, posizione del "Missionario", un paio di colpi "ah ah ah vengo" e poi ci si rivestiva e si guardava la tele.
Ma da quando, anni fa, è uscito quel libro del cazzo, o, meglio, la trilogia di libri del cazzo, quelli delle sfumature, la scopata normale non funziona più.
Ormai tutte le donne vogliono essere prese come quella del libro e, allora, se una volta bastava farsi un sorso di Vov e ingoiare un paio di pastigliette blu per fare sesso con la nostra donna, ora dobbiamo prima passare al Brico Center, acquistare filo di ferro, corde, tenaglie, spranghe, chiodi, pinze per cavi da batteria, catene e lucchetti.
Incontreremo un nostro amico che vedendo tutta quella roba chiederà:
"ah cazzo devi fare a casa? Un recinto per le capre?"
E noi:
"eh no...domani è sabato e mi sono attrezzato per scopare mia moglie."
Una volta provavo imbarazzo ad entrare in un Sexy Shop...oggi lo stesso imbarazzo lo provo ad entrare in ferramenta e comprare un paio di metri di corda...

TIME
"Spesso, una donna vuole solo attenzione e tempo.
Fatevi coinvolgere nel rapporto e date prova di responsabilità.
Vuole qualche minuto del vostro tempo prezioso.
Rinunciare a un incontro con gli amici è un segnale che dice molto più di un semplice "ti amo".
Se le fate vedere che lei è la vostra priorità, sarà nella stessa maniera che vi tratterà.
Ciò include anche il tempo che siete disposti a dare per aiutarla: cucina, pulizie, cura dei bambini."

Una delle caratteristiche dei "Morti di Figa" laddove con questa definizione intendiamo coloro i quali hanno una fame atavica di gnocca mai placata, è che se devono scegliere tra amici e figa, sceglieranno sempre e comunque la figa.
Io, pur essendo il "guru" dei MdF ho sempre privilegiato il rapporto con gli amici...non perché ritenga l'amicizia sacra ma perché non avevo la possibilità di scegliere la gnocca, visto che non sono certo famoso per la mia avvenenza ed il mio fascino.
E comunque sia, io sono sempre disponibile per la mia Morosa, come ero sempre disponibile per le mie Amanti, dedicando loro tutto il tempo che volevano.
Devo però confessare che non aiuto la mia donna nelle faccende di casa, dato che vivo da solo e le pulizie le faccio da me, e nemmeno per la cura dei bambini dato che non ne ho/abbiamo.

Bene, abbiamo visto le cinque cose che le donne vogliono o desiderano dal proprio uomo, sia esso marito, moroso o compagno, se preferite.
Questo cosa ci fa capire?
Che è molto meglio essere l'amante di una donna che il proprio marito o moroso/compagno dato che all'amante una donna chiede solo del buon sesso, mentre il marito/moroso/compagno deve rendersi disponibile a fare tutto il resto che una donna vuole, col rischio poi di non scopare nemmeno perché sfiancata dalle tre ore di sesso non-stop con l'amante.

Quanto a me...beh io sono sicuramente più semplice.
Quello che voglio è fin troppo ovvio: il titolo del blog lo fa intuire.
Ma, più in generale, mi basta che la donna sia se stessa e faccia quello che desidera, senza troppe menate.
E, ovviamente, che si rilassi e mi lasci fare.

b2ca37a5-6628-4a3c-ba40-5a958d1cbcee
"What women want" è un film del 2000 che non credo sia il preferito dai cinefili...forse qualche cinofilo ma non ci giurerei. Io non l'ho mai visto ma non faccio testo: a me piacciono i film tipo Bad Boys, XXX, Fast & Furious…robe cafone via. Trama: Nick Marshall, interpretato da Mel Gibson (che,...
Post
30/08/2019 20:44:01
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.