Stress e paura da vacanza

11 giugno 2019 ore 20:25 segnala
Estate, tempo di vacanze.
Ora, la vacanza dovrebbe essere un momento di relax, qualcosa di piacevole ed invece non è sempre così.
Secondo l’Osservatorio Italiani e benessere emozionale di HRD Training Group, le vacanze sono fonte di ansia per molte persone.
"La ricerca, condotta , è stata realizzata attraverso 12 focus group effettuati in luoghi diversi di tutto il territorio nazionale, su un campione di uomini e donne rappresentativo del target, di età compresa tra i 24 e i 55 anni."
È saltato fuori che il 51% degli intervistati ha paura che i ladri facciano visita alla casa mentre sono via, il 44% non riesce a godersi la vacanza a causa di preoccupazioni economiche, un 32% che vive male gli spostamenti a causa del disagio fisico provocato dal viaggio, come mal d’auto, mal di mare o paura di volare.

Che la vacanza fosse una menata per molti lo sapevo già.
Già fare la valigia genera stress perché dentro ci metti tutti i capi più carini del guardaroba ed i giorni precedenti la partenza vai in giro vestito di merda.
Poi il viaggio.
Se vai in macchina ti ritrovi bloccato in coda.
Una volta, quando eravamo tutti imbecilli, bastava che uno facesse una partenza intelligente ed era fatta; oggi, invece, siamo tutti intelligenti col risultato che ci ritroviamo sempre incolonnati sotto il sole.
Se vai in aereo magari capiti su un volo il cui pilota sta facendo pratica:
precipiterai sulla cima di un monte e per non morire di fame mangerai il tuo vicino.

Quindi arrivi che sei già incazzato, con lo stress accumulato nell'anno lavorativo più quello del viaggio. Se poi hai a bordo un paio di mocciosi, moglie e suocera, potresti essere più buono di Bambi e Padre Pio che diventeresti peggio di Annibal Lecter.

La vacanza, in quanto tale, passa alla velocità della luce e il viaggio di ritorno sarà ancora un calvario, incolonnamenti, tamponamenti, rallentamenti...
Arrivi a casa, vedi la distesa di cemento in cui vivi, ripensi alla spiaggia, al mare, all'acqua cristallina, alle tette ed i perizomi, guardi tua moglie con un cazzo di cappello di paglia e un dito di crema sul naso e allora ti impicchi ad un lampione.

Come evitare tutto questo?
Semplice: scegliete mete tristi.
Ok se abitate a Milano o nella Bassa Padana diventa difficile trovare qualcosa di peggio ma potreste, ad esempio, fare 15 giorni a Kabul.
Alla fine delle vacanze, quando rivedrete la "Màdunina" e respirerete lo smog milanese sarete felici al punto da piangere di gioia.

Io potrei evitare le vacanze dato che vivo in un posto che è già un posto di vacanze ma le faccio perché almeno sto un po' con la Morosa e, quindi, a furia di supplicarla ogni tanto me la da.
Il problema è che facciamo via 10 giorni di cui 5 con il ciclo (nel senso che ha le sue cose e non che 5 giorni li passiamo facendo i cicloturisti) e il tutto si riduce a 5 possibili giorni di sesso.
Visto che andiamo in montagna e facciamo trekking, si tolgono i giorni in cui non le va perché è stanca e ne rimangono...cazzo nemmeno uno. Allora cazzo ci vado a fare in vacanza?

d75f4222-b22a-4f3c-bb6c-d78f964dfbb4
Estate, tempo di vacanze. Ora, la vacanza dovrebbe essere un momento di relax, qualcosa di piacevole ed invece non è sempre così. Secondo l’Osservatorio Italiani e benessere emozionale di HRD Training Group, le vacanze sono fonte di ansia per molte persone. "La ricerca, condotta , è stata...
Post
11/06/2019 20:25:28
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.