Altra cosa di cui nessuno parla...

08 aprile 2011 ore 12:48 segnala
Il trenta per cento di quel poco che guadagno essendo ormai i miei compensi fermi da sette anni lo pago di tasse.Mi sembra comunque tanto visto che non ho certo un reddito da benestante.Ma va beh...pazienza,diciamo che queste sono le aliquote e ci tocca. Non contesto certo il pagar le tasse. Quel che però contesto e che me le fa girar da qualche giorno è che nessuno smuova un dito di fronte ad affermazioni del genere passate nel dimenticatoio:

'Nell'ottobre del 2010 il presidente dell'Inps Mastrapasqua disse che 'non si poteva calcolare e rendere pubblica la pensione dei precari perché questo avrebbe generato un sommovimento sociale'

In pratica vi è la certezza che chi come me non ha un lavoro il cui contratto sia a tempo indeterminato non avrà mai una pensione. Quindi...essendo noi precari comunque soggetti a versare i contributi che dovrebbero costruire la nostra pensione mi chiedo: che cazzo li versiamo a fare? Sta cosa non è giusta.E' l'ennesima presa per il culo fatta a chi lavora e non ha praticamente diritti.

Ed in tutto questo di che cosa si discute in parlamento?Di nulla se non di salvare un miliardario puttaniere dall'essere giudicato mentre milioni di giovani (e meno giovani)vanno incontro ad un futuro incerto e privo di interesse. Beh,se a settant'anni le gambe ancora mi reggeranno io la pensione me la cercherò a modo mio: non mi resterà che fare una bella rapina e via.Del resto vi saranno tre possibili esiti e tutti e tre comunque positivi.

Il primo è che riesca ed in quel caso avrò rubato a dei ladri e mi godrò la mia "pensione". Il secondo è che mi beccano ed in quel caso o non andrò in galera perchè incensurato e vecchio...o se ci andrò mi garantirò vitto e alloggio!Il terzo caso sembrerebbe drammatico...ovvero mi sparano e m'accoppano.Beh...tutto sommato meglio crepare piuttosto che fare una fine da barbone e andar a morire di freddo e stenti sotto qualche ponte no?


PS
Ecco,poi leggo anche che continuano queste liquidazioni da sceicchi e m'incazzo ancora di più...ma porcaputtana...un Geronzi che passa un anno in una banca e ne esce fuori prende una liquidazione da 16,6 milioni di euro,ovvero al netto circa 28 mila euro al giorno,soldi che paghiamo noi tutti con interessi fatti dalle banche sempre più alti ed interessi sui nostri risparmi sempre più bassi. Vaffanculo...mi girano proprio oggi...
Leggi qui
71c1a2c7-e789-48f2-bf95-4b2be7b86be9
Il trenta per cento di quel poco che guadagno essendo ormai i miei compensi fermi da sette anni lo pago di tasse.Mi sembra comunque tanto visto che non ho certo un reddito da benestante.Ma va...
Post
08/04/2011 12:48:00
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. Yer.ma 08 aprile 2011 ore 13:51
    Sul terzo esito ho qualche dubbio ma per i primi due mi trovi perfettamente d'accordo. E' assurdo il modo in cui un lavoratore onesto sia costretto a vivere e non pensare che per i non precari sia diverso, io ho una quindicina di anni di contributi versati, non ne farò nulla...sono serviti solo allo stato, non serviranno di certo a me.
  2. demonio 08 aprile 2011 ore 14:08
    io sto anche peggio...ne ho appena la metà.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.