Aneddotica demoniaca

19 agosto 2008 ore 12:10 segnala
Questi sono vecchi aneddoti ,tutti rigorosamente veri che legano questo post al precedente e raccontano di comicità involontaria.

Primo aneddoto:ero in macchina con un amico e ad un certo punto ci fermano i carabinieri.Soliti convenevoli di rito,patente e libretto esibiti...
Carabiniere: lei è il signor Belardinetti Gino nato a Montevideo provincia di Cuneo...
Gino(mentre io inizio a ridere...):no no,mi scusi...Montevideo...Uruguay!!
Carabiniere: signor Belardinetti...qui sulla patente c'è scritto che lei è nato a Montevideo provincia di Cuneo..
Gino: mi scusi...io non so cosa lei sta leggendo ma io credo di sapere dove sono nato...
Carabiniere: allora qui c'è un errore sul documento perchè dice chiaramente Montevideo provincia di Cuneo!!
Gino: a me non sembra che dica così...c'è scritto Montevideo Uuuuuruguay!!
Carabiniere: beh allora guardi anche lei...(io mi avvicino e leggo anche io)
Naturalmente c'era scritto giusto ovvero Montevideo ( U ) ma quel deficiente leggeva la prima parentesi come una C grande e l'accostava alla U trasformandola in Cuneo. Cosa curiosa è che Cuneo è CN e casualmente la macchina aveva proprio la targa CN!!! Ahahah le risate...poi dici i carabinieri!!! :many

Un altro caso bellissimo fu invece quello che capitò quando facevo il militare!! Sera,contrappello(in pratica tutti messi sull'attenti per prestarsi all'ispezione del graduato di turno...) ed entra il sergente...sergente Paolotto...un nome un programma...soprattutto se penso che suonava il trombone nella banda!!
Un esaltato comunque...tipo la caricatura del sergente che interpretava Adriano Pappalardo in classe di ferro!Comunque ...siamo tutti schierati lato letto,armadietto aperto e sopra l'armadietto lo zaino tattico che è uno zaino di forma rettangolare. Questo mi ispeziona e passa a quello affianco: guarda,cerca la polvere...cerca qualsiasi cosa ma non trova nulla quando guarda lo zaino...e...
Leiiiiii!!!!Cosa crede di fare???Ci prende per idiotiiii??Che c'è bisogno di scriverlo che quello è uno zaino??Lo vedo benissimo che è uno zaino...e tutti a ridere...
Il povero malcapitato si chiamava Zaino Fabio e non aveva fatto altro che scrivere il suo nome e cognome nell'apposita targhetta.... :-x

Altro aneddoto. Sempre in giro con il mio amico Gino. Lui vende attrezzature per lo spettacolo e prima spesso ci andavo a fare viaggi dai clienti:lo aiutavo insomma. In uno di questi viaggi torniamo con un furgone e trasportiamo due tipi di merci: lattine da 5 litri di olio per macchine del fumo e tralicci di alluminio dette in gergo americane...
Ci ferma la finanza e chiede la bolla di accompagnamento. Quello legge e non ci capisce una mazza!!Mi scusi...che cosa trasportate? Gino: ma c'è scritto li!!Io sto portando americane e fumo!!Io sto collassando dalle risate...quello gli risponde: ma me lo dice così??!!E Gino: e come ve lo devo dire?Cantando?Non faccia lo spiritoso!!Scenda ed apra immediatamente dietro!! Gino:e qual'è 'u problema!! Ecco qui!!Furgone aperto... I tre finanzieri con le armi puntate si guardano e ci guardano sorpresi. Giuro...le loro facce erano da foto e premio!! Ma ci state prendendo in giro!!!Che cos'è sta roba!!???
E Gino indicando le americane....chess' so le americane...e chiss è u fumo!! :ok
Un mito!!

Infine il mitico Leo.Due aneddoti. Un personaggio che potremmo immaginare come un incrocio tra E.T. e Pantani. Beh su di lui di episodi ve ne sono tanti ma mi limito a questo,raccontatomi ma da persona affidabile quindi lo giudico vero ed attendibile,soprattutto conoscendo Leo...
Antonio guida il camion e Leo gli è di fianco. Antonio è preciso e si è stampato con autoroute il percorso. Ma in certe strade è sempre meglio guardare in due...un incrocio,un segnale non visto e ti perdi. Farlo con un camion non è piacevole.Comunque Antonio legge la tabella...A1...SS 123...SS 123bis...Sp 34...SP 273...ogni tanto chiede a Leo di controllare i cartelli. Dopo un pò Leo si gira verso l'autista e gli fa: we 'ntò...ti risulta A.C.I. 116? Per poco non si schiantano...ancora oggi quando l'incontro e gli ricordo Leo Antonio inizia a ridere!! :-)))

Nave per la Sardegna.Siamo in 4 nella cabina.Con noi c'è anche Leo naturalmente. Impaziente. Si rivolge al capo che era con noi: wee Marchè...a che ora parte la nave? Alle sette parte(sette di sera...)...ah...parte alle sette...e a che ora arriva? Leo arriva domani mattina alle sette. Azz...quattordici ore ci mette!! Leo...parte alle sette,arriva alle sette ci mette dodici ore...e lui...convinto e pure incazzato: ahooooo...sette e sette quanto fa??? Noi tre stesi a ridere per terra non so per quanto tempo...  :lol
9794469
Questi sono vecchi aneddoti ,tutti rigorosamente veri che legano questo post al precedente e raccontano di comicità involontaria.Primo aneddoto:ero in macchina con un amico e ad un certo punto ci fermano i carabinieri.Soliti convenevoli di rito,patente e libretto esibiti...Carabiniere: lei è il...
Post
19/08/2008 12:10:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Commenti

  1. LOUISEMAY 19 agosto 2008 ore 14:27
    queste tue storielle mi hanno regalato un sorriso.. un bacio :bacio
  2. DIAVOLOSERENO.ONE 20 agosto 2008 ore 17:36
    TROPPO FORTE!!!!!!!!!!!!!!! HAUHAUHAUHAUHAU
  3. demonio 22 agosto 2008 ore 14:07
    Ho inserito una nuova raccolta di storielle sul mitico Leo!
  4. FallingOnTheOcean 17 settembre 2014 ore 12:45
    Storielle.... :-)))
    Comunque altro che CSI, Carabinieri altra dimensione proprio!
  5. demonio 17 settembre 2014 ore 13:46
    eheheheh come volevasi dimostrare!Ma anche Leo è un personaggio unico!Ricordo che a cavallo di questo post, prima e dopo raccontavo altri aneddoti però mi accorgo che qui non si possono scorrere i post dall'attuale in avanti o indietro!
  6. dealma 18 settembre 2014 ore 20:17
    :hihi :hoho Allora aggiungo un aneddoto, relativo a un'amica di mia madre. Anni 60, autostrada nuova nuova, Lei è in viaggio con il marito e vanno vanno vanno. Ad un certo punto lei sbotta urlando: "Fermati!!!!!"
    Inchiodata, macchina accostata: "Che c'è?" fa lui allarmato
    E lei, indicando un cartello: "ma non vedi che ci siamo persi? è un'ora che stiamo andando e siamo sempre a Piazzola"
    Lui pacifico sorride e indicando un cartellone pubblicitario dice: "NO, adesso siamo a Pasta Agnesi"
  7. demonio 18 settembre 2014 ore 20:43
    ahahahaahahahaha fantasticoooo!

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.