AVE vs TAV...un confronto impietoso...

19 febbraio 2010 ore 01:44 segnala
La prima cosa che salta all'occhio salendo su un treno AVE è l'apertura della porta: sufficientemente ampia affinchè un passeggero vi possa salire con i suoi bagagli comodamente. Il treno che qui evidentemente è stato scelto in base a criteri oggettivi e non per pressioni politiche è prodotto dai tedeschi della Siemens e già questo mi pare un ottimo biglietto da visita... Andiamo avanti alla ricerca del posto e vedo alla mia destra il bagno aperto: ampio,pulito e senza nulla di scassato incluso una tavola per permettere ai genitori di cambiare i neonati;nulla a che vedere con i nostri Frecciarossa ed i loro cubicoli dimensione sarcofago di Keope! <_<

Andiamo avanti ed altra sorpresa positiva è la larghezza del corridoio:una persona non è obbligata a compiere esercizi di destrezza trascinando una normale valigia di 45-50 cm di larghezza evitando braccia e gambe di altri passeggeri ma c'è lo spazio sufficiente. Inoltre con mia grande sorpresa la carrozza oltre ad avere uno spazio per le valigie più grandi e pesanti ha anche lo spazio in alto affinchè si possano collocare delle valigie medio piccole!Come sui treni di una volta...Sui Frecciarossa al massimo metti una borsa o un portatile...per loro i viaggiatori sono tutti uomini d'affari... Trovo il mio posto e metto quindi la mia valigia e a fianco la borsa con il portatile: prendo posto ed ho un altra sorpresa positiva!!Ci stò comodo!!La seduta è paragonabile ad una seduta di aereo categoria bussines o una prima classe nostrana mentre nei nostri Frecciarossa i posti sono più piccoli e scomodi di quelli di un aereo categoria economica!Decisamente non adatti ad uno con una statura di un metro e novanta che pesa 102 chilogrammi.

Invece sull'AVE,seconda classe o come la chiamano loro classe turistica il posto è largo,comodo e permette anche di stendere lo schienale... Inoltre la maggior parte dei posti sono disposti a file di 2 per cui non si è costretti ad incastrare le gambe con chi siede di fronte come sui Frecciarossa in cui occorre sempre prenotare con almeno 2 giorni di anticipo per cercare uno dei 4 posti singoli o almeno uno degli otto che non hanno dirimpettaio. >:( Altra sorpresa positiva: nel treno vi sono collocati ad ogni 5-6 metri dei monitor che trasmettono un film: pochi minuti dopo la partenza un addetto passa e distribuisce delle cuffie(gratis!)che, dopo aver collegato l'apposito jack ti permettono di ascoltarti il film o della musica su diversi canali. Certo,il film è solo in spagnolo ma meglio di niente no?Comunque è un servizio in più che aumenta il confort per chi viaggia e che non influisce sul costo finale del biglietto.

E sempre a proposito di confort...siamo partiti e nemmeno me ne sono accorto...il treno è di una silenziosità pazzesca,scivola sui binari che sembra di essere sospesi eppure guardo il display che è posto in testa alla carrozza e siamo già intorno ai cento cinquanta chilometri all'ora!!I trecento li raggiungerà presto. La velocità media è alta,raramente scende sotto i duecento sessanta ma a parte la velocità con cui il finestrino divora il paesaggio non sembra di correre.Sui Frecciarossa è raro invece superare i 250,per lunghi tratti non corre più veloce di un treno di qualche anno fa,sempre che qualche guasto non lo fermi del tutto...

Unica nota negativa è la mancanza di una presa elettrica per attaccare il portatile o un caricabatterie:davvero strano visto che a quanto pare i tedeschi sono sempre così attenti e precisi!Evidentemente anche loro ogni tanto commettono delle fregnacce! Ma la gestione delle ferrovie spagnole comunque è migliore della nostra in tutti gli aspetti: a cominciare dalla stazione Atocha di Madrid che è davvero bella e vivibile.Assomiglia ad un aereoporto e in comune con gli aereoporti ha il controllo dei bagagli che per altro è davvero rapido e non obbliga a particolari attese o file.

Di positivo vi è anche una cosa: l'accesso al treno avviene passando da una specie di porta d'imbarco in cui il biglietto viene scannerizzato da un adetto con lettore di codici a barre e ti permette di andare al treno: ciò eviterà la presenza a bordo di controllori molesti che da noi passano sempre mentre hai appena chiuso gli occhi!E di sicuro in questo modo sui treni non salgono persone senza biglietto.Mi pare un ottima cosa anche questa!Ognuno ha il suo posto punto! Ad un certo punto sono andato al bar ed ho preso un panino...uno squisito panino al prosciutto ed una lattina di coca cola per un prezzo di soli 6 euro e 40. Anche qui mi pare che i nostri Frecciarossa che offrono comunque panini rachitici abbiano dei prezzi molto superiori!A me mi pare di ricordare che per qualcosa di analogo spesi circa 11 euro.

Ed infine...il prezzo del biglietto!Milano Roma in Frecciarossa prezzo di seconda classe costa 89 euro per circa 590 km mentre per una distanza tra Madrid e Barcellona che è di 623km il prezzo del biglietto è di 66€ quindi nettamente più vantaggioso anche in questo caso il treno spagnolo! Insomma per quelli che ancora credono di vivere nel miglior paese del mondo,per quelli che credono alle bugie e per quelli che non sono capaci di guardare la realtà e l'evidenza...questa è l'ennesima dimostrazione del fatto che si devono svegliare e devono levarsi il prosciutto dagli occhi. L'erba del vicino è sempre più verde?Si...lo è...è inutile far finta che non sia così!

Ah...dimenticavo...naturalmente il treno è partito in perfetto orario ed è arrivato spaccando il secondo....
11432032
La prima cosa che salta all'occhio salendo su un treno AVE è l'apertura della porta: sufficientemente ampia affinchè un passeggero vi possa salire con i suoi bagagli comodamente. Il treno che qui evidentemente è stato scelto in base a criteri oggettivi e non per pressioni politiche è prodotto dai...
Post
19/02/2010 01:44:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.