Cucchi,l'ennesima ingiustizia di un paese ingiusto

01 novembre 2014 ore 14:03 segnala
Ok,tutti assolti.Quel povero ragazzo si è certamente picchiato da solo, nessuno è responsabile per la sua morte.Ne in tanti altri casi vi sono colpevoli.In questo paese pagano solo gli sfigati. E come detto in quel farneticante comunicato del sindacato di polizia, se sei un drogato allora la colpa è tua a prescindere .Che poi nelle forze di polizia pagate coi nostri soldi vi siano personaggi squallidi e violenti, probabilmente sadici e convinti di essere al di sopra della legge è solo un dettaglio.

C’è solo da augurarsi di non aver mai nulla a che fare con questa merda di gente. Schifosi personaggi che dietro la protezione di un tesserino e di una divisa si credono autorizzati a picchiare chiunque, spesso senza motivo, magari anche sparando certi che troveranno sempre politici, giudici ed avvocati(oltre che colleghi) a coprirli in uno stile mafioso che non lascia scampo alla giustizia.Tanti episodi analoghi che si succedono e sempre lo stesso risultato: assolti.

No, non c’è giustizia. Gente che ha rubato l’abbiamo fatta presidente del consiglio o parlamentare o l’abbiamo premiata con trasferimenti o sontuose liquidazioni.Gente che ha ammazzato,che ha inquinato,che ha costruito case che crollano è libera. Chi protesta perchè perde una casa, un lavoro rischia il pestaggio sistematico. Un pregiudicato condannato va in giro con la scorta e un povero ragazzo picchiato e massacrato viene trattato come se fosse un pazzo autolesionista.

No , non c’è giustizia se chi dovrebbe garantirla è il primo a macchiarsi di reati gravi.Mi fanno schifo questi poliziotti ed auguro loro ogni male. Ricordo ancora quel 1986,ero andato ad Ascoli a vedere una partita.Da allora mai più.Dei deficienti iniziarono a lanciare pietre a chiunque. Gente che scappava e la polizia che caricava non gli aggressori ma gli aggrediti! Ricordo che stavo salendo sull’autobus.Estraneo ad ogni violenza.Volevo solo tornare a casa quando un agente mi colpì da dietro con una manganellata.

Non aveva alcun motivo di farlo ma lo fece. Con inaudita violenza picchiando uno che non c’entrava nulla e stava solo scappando via perchè aggredito da altri deficienti. Questa è spesso la nostra polizia.Forti coi deboli e vigliacchi coi forti. Non metto in dubbio che vi siano persone oneste e coscienziose ma intanto, questa sentenza certifica una cosa: i delinquenti in divisa continuano a restare impuniti insieme a tutti gli altri.No, non c’è giustizia.Fanculo.
d6fd4e2b-b6cd-434d-89c6-aeb65c41a8a0
Ok,tutti assolti.Quel povero ragazzo si è certamente picchiato da solo, nessuno è responsabile per la sua morte.Ne in tanti altri casi vi sono colpevoli.In questo paese pagano solo gli sfigati. E come detto in quel farneticante comunicato del sindacato di polizia, se sei un drogato allora la colpa...
Post
01/11/2014 14:03:51
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7

Commenti

  1. cignonero999 01 novembre 2014 ore 18:30
    Sì si è picchiato da solo, da solo ha rifiutato le cure e si è rotto le ossa....condivido l'ultima parola...
  2. demonio 01 novembre 2014 ore 20:45
    E triste e deprimente ritrovarsi sempre a dire le stesse cose eppure passano gli anni e nulla cambia.Un povero ragazzo che aveva solo un pò di fumo viene fatto passare come un pericoloso criminale mentre quando hanno trovato politici o personaggi ricchi e famosi in orgie tra fiumi di cocaina non è accaduto nulla...al massimo loro non sapevano nulla e tutto a tacere.Mondo di merda...
  3. julia.pink 03 novembre 2014 ore 08:59
    Non è il mondo sbagliato, è la giustizia ITALIANA ad essere sbagliata! Semplicemente vergognoso!
  4. demonio 03 novembre 2014 ore 11:11
    Ma sai,quella italiana...lo sappiamo...ci viviamo ma poi ti guardi fuori e vedi che una ragazza si fa un anno di carcere perchè voleva guardare una partita di pallavolo,un altra te l'impiccano per essersi difesa da uno stupro, negli Usa son peggio di qui,della Russia e della Cina che ne parliamo a fare...l'India...te la raccomando,in un paese africano se sei omosessuale vai all'ergastolo...insomma...mi pare che tranne poche rare eccezioni tutto il mondo sia abitato da pazzi!
  5. julia.pink 03 novembre 2014 ore 11:17
    ...è vero....
  6. demonio 03 novembre 2014 ore 11:26
    e per oggi ci siamo depressi abbastanza direi...
  7. julia.pink 03 novembre 2014 ore 11:29
    Più che depressi direi arrabbiati forse, perchè l'impotenza in questi casi fa sicuramente arrabbiare...
  8. demonio 03 novembre 2014 ore 11:52
    e si, hai ragione.E' una rabbia che si accumula ,una rabbia entropica che può solo aumentare.
  9. SuorPinocchia 04 novembre 2014 ore 22:27
    speriamo di non dover mai capitare in una situazione con la giustizia...

    uno schifo... non è la giustizia italiana a esseresbagliata.. ma chi la esercita....
  10. demonio 04 novembre 2014 ore 23:10
    @SuorPinocchia Si, davvro...bisogna sperarlo! Oggi ho letto la lettera aperta di un poliziotto che si vergognava per il comunicato del suo sindacato.Ecco...persone così credo siano eccezioni.Il rischio è sempre di imbattersi in emerite teste di cazzo.
  11. SuorPinocchia 04 novembre 2014 ore 23:13
    @demonio siamo in italia ... :many
  12. demonio 04 novembre 2014 ore 23:42
    @SuorPinocchia No, nel senso che come ho già detto anche Julia.pink anche altrove non è che va tanto meglio.Quindi il problema è che siamo sulla Terra!Poi va beh...noi abbiamo i carabinieri!E guarda cosa mi capitò: racconto
  13. oltremarte 08 novembre 2014 ore 09:02
    Per ammazzare di botte ragazzi inermi come Cucchi o Aldrovandi secondo me, bisogna essere strafatti. Strafatti di cocaina. Quando vedo in giro persone in divisa cerco di superare la naturale ed innata repulsione che ho per qualsiasi divisa e di guardare in faccia le persone. Ci sono facce che cercano di fare il loro lavoro. Ci sono facce che stanno lì, ma non gliene frega una cippa. Ci sono nasi e sguardi che parlano da soli dei loro demoni. Del loro bisogno di dimostrare di essere meglio di chiunque. O tirano di brutto o ogni mattina si fanno un ettolitro di Esaltorade. E fanno paura. Più paura delle armi che portano addosso.
    Poi ci sono quelli ridicoli, ma divertenti da matti, i Rangers che gli tocca far la prova del palloncino alle 2 del mattino su una statale e sono in 4, tutti alti uguali, larghi uguali con la stessa faccia, che anche se sono sobrissima mi viene il dubbio di essere finita in una scatola di omini lego e comincio a ridere e ridacchiare e quelli si spaventano e credono che sia strabevuta. E vedi la loro paura mentre lavorano e lasciano andar via dei suv con delle facce sopra che io li avrei fatti stendere a terra faccia in giù e mani sulla nuca e li avrei portati dentro per accertamenti. Poi l'incaricato si rende conto che sono solo allegra e collaborativa e allora si scusa per il disturbo e non c'è battuta che lo tiri fuori dal suo profondo imbarazzo per avere disturbato una cittadina che quando guida non beve.
    Che c'entra tutto ciò? Ma che ne so!
  14. demonio 08 novembre 2014 ore 12:36
    @oltremarte si, c'è una grande varietà di "divise". Purtroppo bisogna solo augurarsi di non imbattersi mai nei vari rambo, e soprattutto non in quelli la cui "educazione" è farcita di luoghi comuni e di un fascismo che del fascismo non sa nulla ma che affonda le radici proprio nella libertà di manganellare e picchiare perchè impuniti. In mezzo a quel mare di merda poi trovi anche il carabiniere tutto sommato simpatico che ieri all'una di notte mi ferma per controllarmi e documenti e con cui dopo un pò mi ritrovo a far io domande a lui del genere beato te che c'hai lo stpendio e la pensione assicurata!Chissà...magari un altro mi avrebbe preso per un pericoloso terrorista anarchico e mi avrebbe picchiato...stavolta mi è andata bene...e si che unpò avevo anche bevuto!Però lo reggo ancora bene! :alfuoco :batacin

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.