Diritto di replica

16 dicembre 2011 ore 09:29 segnala
L'altro giorno chiacchieravo con una amica. Inevitabilmente il discorso cadde sul fatto che era rimasta diciamo amareggiata dall'atteggiamento dei figli. Il primo si era opposto alla scelta di indossare un accostamento di colori(rosso e blu)che non riteneva adatto ed il secondo aveva trovato da ridire sulla marca di biscotti presente per colazione. Questa circostanza mi ha fatto subito correre indietro nel tempo riportandomi ad essere io ragazzino .

E mi sono un po' incazzato!Mi sono paragonato alle fortune che hanno i bambini di oggi(per lo meno certi bambini)e li ho visti come dei piccoli lord.
Io invece,tanto per cominciare non avevo alcun diritto di replica!Figuriamoci!!Se poco poco provavi a far notare che qualcosa non ti piaceva il minimo era ricevere una cinquina. E così,altro che vestiti colorati!!Miii a me da bambino mi vestivano con degli orribili pantaloni di velluto a righine di color marrone.

L'alternativa era il beige che sempre marrone è!Le scarpe erano marroni,il maglione era marrone,di quelli che si usavano una volta a rombi geometrici disegnati o a quadrettoni tra varie tonalità di marrone!Il cappotto era marroncino. E marroncina era anche la cartella Metteteci che avevo i capelli castani...ero praticamente uno stronzetto che camminava!!
Eravamo tanti stronzetti perchè a dire il vero non ero mica l'unico. Eravamo tanti stronzetti marroni assonnati che andavamo a scuola. L'unica cosa colorata che avevamo erano i grembiulini blu che non ho mai capito a che servissero se tanto dovevi stare inchiavardato per 4-5 ore in un banco.

E va beh,quella era l'infanzia nostra. I no non erano ammessi,contestare i biscotti?Ma manco ce li avevo io i biscotti!!Mi facevo la zuppetta col pane nel caffellatte o in alternativa il Nesquick o l'Orzoro. Ogni tanto c'era della marmellata sempre col pane e l'uovo sbattuto. Prima di entrare a scuola passavo dal negozio di alimentari e compravo una rosetta con 5 contate 5 fette di salame o una ripiegata una fetta di mortadella!Però erano bei sapori e non li rimpiango!
Dico solo che io vivevo in una famiglia totalitaria!La democrazia non c'era. I dissenzienti venivano puniti senza ritegno.

Piccole libertà erano il frutto di giorni e giorni di pazienti attese. Erano delle concessioni e non la regola. I bambini di oggi invece hanno tutto e non si rendono conto di quanto sono fortunati rispetto a noi. Avevo pochi giocattoli ma tanta inventiva. Oggi spesso ne hanno così tanti che s'annoiano poverini! Li osservo. Li sento. Figli di amici ed amiche. Sono tutti così diversi da come lo ero io. Hanno già in mano il potere del ricatto e della contrattazione.

Ai genitori non resta che soccombere. Li invidio. I loro figli,protetti e riveriti non collezioneranno tutti gli schiaffi che ho collezionato io,spesso immeritati. Bastava anche uno sguardo per essere ripresi. Questi protestano e frignano e sanno che vinceranno sempre. Anche se non ottengono ciò che vogliono sanno che possono protestare e lo fanno senza ritegno,anche davanti agli estranei che allora era la colpa più grande di cui si poteva essere accusati!! Il mi hai fatto vergognare davanti a tutti era la fine. L'apocalisse che preannunciava il rapporto serale al padre rientrante!Erano cazzi amari! Ho la consapevolezza di appartenere ad una generazione che è stata l'ultima di un epoca che non c'è più.
c120cb9c-39b2-4cfa-b4f0-a31793e286d4
L'altro giorno chiacchieravo con una amica. Inevitabilmente il discorso cadde sul fatto che era rimasta diciamo amareggiata dall'atteggiamento dei figli. Il primo si era opposto alla scelta di...
Post
16/12/2011 09:29:53
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. svoltepericolose 16 dicembre 2011 ore 10:24
    ciao... ti presto la mia per un intera giornata , tutti giorni e dico tutti alle 6.30 di mattina ci sono discussioni... mamma non ho nulla da mettere ( l armadio strapieno) mamma che schifo sto latte ( tutte le mattine beve lo stesso ) .. mamma le scarpe da tennis sono bagnate che cosa metto poverina e adesso ?? ( dentro la scarpiera ci sono gli stivali che ha scelto lei 1 mese fa ) mamma uffa sempre la stessa giacca devo mettere i miei compagni cambiano spesso ( preciso che ha la bellezza di 3 giacche nuove scelte sempre da lei invernali ) stamattina non gli andava piu bene lo zaino e fuori moda ( comperato a fine agosto di una marca famosissima pagata 160 euro ) secondo te che dovrei fare ???

    rimpiango le mie uniche scarpe settimanali e domenicali ... rimpiango la mia cartella tenuta per 5 anni consecutivi .... da oggi in poi la farò girare nuda tanto ogni cosa che compra dice che non ha mai nulla da mettersi ....


    buona giornata sp
  2. Iady.darbanville 16 dicembre 2011 ore 14:04
    Ho letto il blog...ho sorriso...poi ho guardato intorno, il colore rosa del fondo, la tua preferenza musicale, alcuni tuoi blog..., e questa:
    "Quando ci si sente dire di essere un distruttore di sogni è il segnale inequivocabile che è inutile cercar la compagnia di una donna perchè inevitabilmente finirai solo per farle del male ed io odio far del male.Ognuno ha una sua caratteristica,la mia è quella di star meglio da solo."

    Ti lascio solo ma "solo" un minuto eh!
  3. demonio 17 dicembre 2011 ore 01:53
    ahahahha lungi da me dare consigli.Non sono genitore e penso che quello è un "mestiere" difficile perchè nessuno può insegnartelo ed ogni figlio è diverso.
    Non so cosa devi fare e non so nemmeno cosa saprei capace di fare io.Mi limito solo ad osservare che è cambiato tutto in un modo pazzesco!
  4. demonio 17 dicembre 2011 ore 01:55
    solo un minuto?Ok,faccio in tempo a fare pipì allora! :-)))

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.