Due scapoli,un ammogliato e tre giri di birra

02 settembre 2013 ore 22:05 segnala
Insieme ci ritroviamo praticamente una forse due volte all'anno.L'ammogliato ormai vive da anni a Pisa e li si è sposato ed ha due gemelline.Noi scapoli invece restiamo qui e anche se io spesso faccio il nomade sempre qui torno. Ma quando ci si rivede tutti e tre si parla di mille cose e la birra ci accompagna. Così l'altra sera. Tra i soliti scazzi e le solite litigate(non siamo mai d'accordo su nulla!!) eccola li la scintilla da parte del toscano: ragazzi ho una gran voglia di un pompino!

Azz...e colgo subito la palla al balzo visto che già la sera prima quando con noi era uscita anche la moglie vi era stata una discussione tra me e la moglie a proposito degli uomini questi quarantenni problematici che non si impegnano come li aveva definiti lei sulla base di un ragionamento che aveva fatto con una sua amica quarantenne single! Ed infatti le avevo risposto le quarantenni single sono proprio perfette...loro non sono problematiche per nulla!!Ma se nemmeno un uovo fritto si sanno cucinare!!Va beh...era il preambolo in cui noi due scapoli guardavamo lui e la moglie e avevamo capito tutto...

Azz gli dico...e qual è il problema?Adesso rientri a casa da tua moglie e risolvi!!
Se fosse stato una diga il cui argine si crepa lentamente e poi esplode in un boato inondando tutta la vallata ci saremmo potuti salvare!!No...è stato peggio!!
Il monologo è iniziato con una invettiva sulla legge sul femminicidio(ahahah che poi per certi versi la condivido anche se non altro per l'incostituzionalità di dare un peso maggiore ad una categoria di persone!)che è iniziata così:

non vi sposateeee!!(e chi ci pensa!!)Che uno si fa un culo così come mio fratello(ha divorziato qualche tempo fa...)quello andava al lavoro alla telecom...poi finiva e andava al ristorante e tutto per farsi una casa e crescere i figli...non fate figli(e chi ci pensa!!)e poi un bel giorno quella gli dice che sei assente...minchia...e con sta legge sei fottuto...ti portano via tutto...vai a dormire in macchina...vai a mangiare alla caritas...sei finito...tu sei li che fai lo schiavo...ti sposi e diventi uno schiavo...no clà...non hai più voce in capitolo...

no clà...su nulla...comandano loro...sei sotto ricatto...perchè se ti opponi la mattina dopo arrivano e ti dicono: we...sai che c'è?Non ti amo più!!
E tu vai fuori perchè la legge da tutto a loro e tu vai fuori!!E allora è normale che poi ogni tanto qualcuno esce pazzo!!Non vi sposate!! No Clà...non vuol dire nulla...pure se convivi se fai figli ti portano via tutto...anche se è casa tua se la prendono loro...tu l'hai comprata coi tuoi sacrifici e tu vai fuori...dormi in macchina!!E lei si trova un altro e quello va a vivere a casa tua e mangia coi soldi tuoi!!

Non so quanto sia durato il monologo...ma abbiamo capito che è l'ennesimo matrimonio in crisi. Eppure tutti quando mi vedono (specie le donne)mi chiedono: ma tu quando ti sposi?E la risposta dovrebbe essere un vaffanculo!! Sposarsi? Per quale ragione? Per fare quasi certamente la fine di tutti gli altri?Beh...e torniamo ai quarantenni...la verità è che se da un lato avremo sicuramente i nostri difetti da un altro lato effettivamente esistono leggi in questo paese ingiuste.

Prendiamo i casi di divorzio con figli: ok...finisce?Bene,la casa resta ai figli e mi pare giusto ma te, ti trovi un lavoro se non ce l'hai e non è che se ti fai un uomo io continuo a camparti te e lui!E sul femminicidio, a parte quello che ho già detto(son del parere che tutti gli omicidi debbano essere puniti alla stessa maniera(e' parità anche questa!)credo che si sia fatta la solita legge all'italiana per far vedere che si fa ma non si fa mai nulla del tipo che metti il caso che chiami il 113 perchè c'è una lite...se poi togli i fondi e quelli non hanno pattuglie a sufficienza per intervenire ma di che stiamo a parlare?

Una cosa è certa ovvero che quel poveraccio del mio amico e di suo fratello tutti i torti non ce li hanno e che molte donne, invece di criticare a spada tratta chiunque abbia sesso maschile provasse anche a scendere da certi piedistalli beh...non sarebbe male. Attenzione, la mia non è una difesa di genere...non voglio generalizzare ma semplicemente dico che chi lo fa sbaglia e che troppo spesso non si vede al di la del proprio naso. Una cosa è certa: probabilmente resterò single...tanto se mi vengono certe voglie ad essere sposati non è che ci guadagni più di tanto!!
04f2dc1c-7f80-4ff5-8a29-cce8cf9558ad
Insieme ci ritroviamo praticamente una forse due volte all'anno.L'ammogliato ormai vive da anni a Pisa e li si è sposato ed ha due gemelline.Noi scapoli invece restiamo qui e anche se io spesso faccio il nomade sempre qui torno. Ma quando ci si rivede tutti e tre si parla di mille cose e la birra...
Post
02/09/2013 22:05:29
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. dealma 03 settembre 2013 ore 09:58
    ma che tristezza! arrivare a 40 anni, fare una scelta di vita insieme e poi ritrovarsi a fare un banalissimo e scontato "noi" e "loro" solo per una voglia di pompino. Forse il tuo amico dovrebbe (insieme alla moglie) cominciare a parlare seriamente, da adulto con adulta. Sicuramente sono arroccati entrambi su posizioni preconcette (entrambi! e lui con questo non è giustificato). Ma se stai male datti una mossa e cerca una soluzione da adulto, invece di metterti i soliti vestiti da vittima.
    A me le vittime e i vittimismi stanno sulle balle qualunque sia il genere, perché sono solo alibi.
    Lasciami sola una sera con i due sposini, e te li scortico. Tutti e due! (Anche se devo dire che tu ci hai presentato una sola campana, mentre quella di lei l'hai solo accennata).
  2. demonio 03 settembre 2013 ore 11:37
    La prima cosa che ho detto è stata :parlatevi, cercate di capire se è possibile trovare una soluzione. Ma al di la di ciò, io quel che vedo in tante coppie conosciute è (e lo dissi anche la sera prima alla moglie) lo stare insieme senza voler davvero stare insieme e per arrivare a ciò da entrambe le parti ci si presenta al matrimonio con una montagna di bugie e finzioni che poi di colpo vengono tutte alla luce. Io non fingo mai e probabilmente se sono ancora single sicuramente è anche dovuto a ciò. Altra cosa che vedo dall'esterno è il peso delle famiglie che generano spesso tensioni. Ed infine vedo anche una notevole immaturità di fondo. Detto ciò noto il caso di mia sorella che è sposata ed ha una bimba. Beh, io personalmente la trovo immatura e a volte con mio cognato fa delle sparate che io la prenderei a calci in culo!Mio cognato all'inizio non mi stava simpatico per nulla ma a distanza di tempo invece trovo che sia una persona meravigliosa.Anche lui fa due lavori e non si lamenta mai di essere stanco. Ma mia sorella invece si lamenta sempre sebbene non lavori e non è che tenga casa nelle migliori condizioni tanto è vero che spesso vedo mio cognato che passa l'aspirapolvere,stira e fa le faccende ma nonostante ciò, quando si mette al computer per quella mezzora di svago mia sorella gli brontola anche dietro. Ho citato questo esempio che conosco bene e dove voglio essere obiettivo al massimo(parlo di mia sorella a cui voglio bene quindi non la difendo a priori)per dire che purtroppo molte donne esagerano e si comportano davvero da arpie. Con ciò non voglio difendere certo quegli uomini violenti o nullafacenti alcolizzati che picchiano e maltrattano le loro mogli.Quelli son dei coglioni e non c'è dubbio. Però nella mia vita spesso ho visto donne trattar male degli uomini per bene ridotti a semplici schiavi e trovo che questo sia un atteggiamento altrettanto sbagliato che quando poi porta inevitabilmente alla separazione di solito non emerge ed anzi le colpe continuano a ricadere ancora e sempre sull'uomo. Non è tanto questione di pompini ma di criticare prima di tutto anche se stessi. Conosco il mio amico e non lo difendo più di tanto però, per quel poco che conosco lei non mi sembra una donna che possa avanzare tante giustificazioni. Es. 3 giorni fa si era tutti insieme in campagna. Io e l'altro scapolo abbiamo preparato la carne, la tavola, riparato un tavolo, fatto la brace insieme al fratello separato,lavato ecc ecc...beh...la signora non si è mai degnata nemmeno di dare una mezza mano salvo poi arrivare alle 18 e pretendere di andarsene nonostante le figlie si stessero divertendo come pazze e tutti noi si stesse prendendo il gelato: che le costava restare ancora mezzora? No...aveva deciso di andare via e si doveva andar via...
  3. dealma 03 settembre 2013 ore 12:28
    Per carità, se si scende nel caso specifico, ognuno ha le sue ragioni.
    Tuttavia, se si vuole restare al di sopra dello specifico e parlare di immaturità generale è bene lasciar perdere il particolare e sottolineare solo il generale. Altrimenti si rischia di apparire di parte.
    Ho capito (e ne abbiamo parlato tante volte) che tu non vuoi razionalmente prendere una parte contro l'altra, ma continuare a raccontare aneddoti di donne stronze e poveri uomini vittime di arpie sortisce invece (in pratica) l'effetto opposto. Ovvero ne nasce spontaneamente una generalizzazione.
    Io non difendo nessuno, né uomini né donne, non lancio accuse.
    Al massimo posso sostenere l'argomento della diffusa immaturità trasversale ai generi, un atteggiamento infantile o adolescenziale mai risolto, oppure la tendenza (sempre trasversale) a trovare in chi ci sta accanto le ragioni del malessere interiore, senza cercare dentro di sé.
    Si tratta di una "malattia" sociale, una sorta di blocco della crescita emotiva degli individui (di qualunque sesso) che impedisce loro di costruire e mantenere relazioni durature in nome di una perenne insoddisfazione derivata dai propri bisogni egoistici. E' come se venisse a mancare l'importanza del dono di sé, l'impegno (reciproco!) che il costruire un progetto di vita comune comporta.
    Sono atteggiamenti che ho notato e noto sia in uomini che in donne, spesso componenti della stessa coppia (ovvero nessuno dei due è esente da tale immaturità). Perché tu racconti i tuoi aneddoti, altri (o altre) possono raccontare altrettanti aneddoti di uomini stronzi (e non necessariamente violenti: vigliacchi è sufficiente) con povere donne vittime. E dove si arriva? Alla solita e inutile e arida guerra tra sessi...
    E a che serve? I due sessi esistono per cercarsi, in armonia, e costruire.
    (p.s.: il mio ultimo blog è dedicato a una di queste coppie "ideali", due amici miei e il loro sogno che portano avanti nonostante incredibili difficoltà)
  4. demonio 03 settembre 2013 ore 12:42
    Beh, alla fine del blog ponevo proprio l'accento sul fatto che non intendo generalizzare ma che parto da esempi ed aneddoti solo per trovare lo spunto per guardare oltre, per andare al di la della punta del proprio naso ed orgoglio. Il mio è solo un insignificante blog in mezzo a milioni e non intendo certo pensare di poter cambiare il mondo ne la natura umana. Ma nel mio infinitesimo piccolo posso riflettere e provare a sbagliare di meno.
  5. dealma 03 settembre 2013 ore 13:19
    lo so che dici di non voler generalizzare, ma, a mio parere, facendo suonare solo una campana, in concreto fai il contrario. D'altro canto questa e' un'impressione personale. :-))
  6. demonio 03 settembre 2013 ore 17:29
    Beh, in questo caso l'unica campana ad aver suonato è la mia!Mi son solo limitato a riportare un episodio e delle mie impressioni.Avrei fatto lo stesso se i ruoli fossero stati invertiti. Ma comunque resta il problema che la legislazione in materia è spesso sbagliata e che in questo paese spesso si legifera sull'onda di un emozione per attrarre consensi ma di fatto alla lunga i risultati peggiorano solo.
  7. dealma 03 settembre 2013 ore 20:50
    Sulla legislazione hai parzialmente ragione. Nata non sull'onda dell'emozione ma per dare risposte adeguate a una situazione sociale ormai ampiamente superata e cambiata.
    Anche se, se devo citare episodi a me noti, ci sono anche uomini che, una volta divorziati e vista la moglie rifarsi una vita, credono che decada anche il loro ruolo paterno e la loro responsabilita' verso i figli. Ma grazie al cielo non sono tutti cosi'.
  8. demonio 04 settembre 2013 ore 12:04
    e se andiamo nei casi particolari vediamo anche tante donne che si disinteressano dei loro figli!Però provocazione a parte era solo per farti notare come vi siano nell'informazione dei cicli di notizie che puntualmente ritornano quando qualcuno muove affinchè l'opinione pubblica guardi li per non guardare altrove.E così c'è il ciclo dei bimbi nei cassonetti, quello degli sbarchi di clandestini, quello delle morti bianche, quello degli incidenti del sabato sera, quello delle rapine,quello della malasanità ecc ecc ma non è che quando poi non se ne parla perchè qualcuno fa una legge in merito quelle cose poi smettono di verificarsi!!La verità è che ci vogliono far credere di vivere in una società perennemente terrorizzata che ha bisogno di esser tutelata e protetta quando invece la verità è che, almeno in occidente, oggi si vive meglio e decisamente più al sicuro che solo cento anni fa.Solo 3 secoli fa eravamo ancora in pieno medioevo(per lo meno al di fuori delle grandi città)!Spero che tu capisca il mio pensiero che è molto più articolato di quel che sembra!
  9. dealma 04 settembre 2013 ore 12:32
    sono d'accordo, l'informazione, che ha permesso la diffusione della conoscenza e quindi del potere che essa offre, deve essere imbrigliata.
    Ecco quindi che i giusti silenzi nei giusti momenti, come l'attenzione a temi precisi solo in precisi momenti, hanno una funzione di guida del pensiero popolare. Quanto alla diffusione della paura, anche quella ha la funzione di tenere il collo sotto il giogo.
    Ma è sempre una questione di equilibri: un mondo di menti singole è destinato a crollare. E una società coesa (e quindi controllante) è spesso vincente, sul lungo periodo, anche se frustrante per il singolo (vd. società delle api, delle formiche, o anche solo le società asiatiche, in cui l'individuo conta sempre meno del gruppo).
    Ce ne sarebbero da dire!!!
  10. demonio 05 settembre 2013 ore 14:10
    è difficile restare dei cani sciolti ma ormai questa è la mia natura.Perennemente in minoranza, perennemente contro corrente...

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.