Euro

04 dicembre 2013 ore 14:24 segnala
48 secondi fa

Una delle cose che maggiormente non sopporto è la ricerca dei capri espiatori quando manca la capacità sia di ragionare e sia di ricordare. E' più forte di me. Non lo sopporto.
Criticare per cambiare un qualcosa che non va è non solo un diritto ma anche un dovere ma un conto è criticare per ottenere(o almeno cercare di farlo)un miglioramento ed un altro conto è distruggere tutto per cambiar nulla e peggiorare le cose. Un pò come sento fare da tempo riguardo la moneta attuale in circolazione. Ci sono dei problemi? Mi pare evidente. Vogliamo cercarne le cause e trovare le soluzioni? No...troppo difficile o poco remunerativo in termini di ritorno demagogico.

Parlare di Euro oggi e di chi vorrebbe semplicemente tornare alla Lira è assurdo. E' un pò come se ti si rompe la serratura della porta di casa ed invece di andare da un fabbro per farti cambiare la sola serratura te arrivi con un buldozer e sfondi la porta,il battente,parte del muro e pure i mobili che sono dietro!Non è un comportamento logico eppure parlando di moneta è questo il procedimento che molti adotterebbero.Eppure ,come ho detto all'inizio basta che vi sia un pò di analisi ed un pò di storia per vedere le cose da un altro punto di vista.Iniziamo dalla storia recente della Lira che tutti amano ora ma che nessuno sembra più ricordare per ciò che era ovvero una moneta priva di alcun valore se non per chi con essa ci speculava. Infatti la storia della Lira è costellata da un susseguirsi continuo di svalutazioni e di una conseguente inflazione a doppia cifra che in parole terra terra significa che tu che con le lire ci venivi pagato ogni anno regalavi o mandavi in fumo quel che avevi faticosamente guadagnato.

Ricordo che ero ragazzo e che me ne andai in Francia per una vacanza.Ci fu uno dei soliti crolli di borsa e conseguente svalutazione della Lira.Avevo avanzato dei Franchi e al cambio del giorno della partenza sarebbero state 300mila lire ma al cambio del ritorno diventarono poco più di 150 mila. Significa che qualcuno semplicemente mi mandò in fumo 150 mila Lire!E quel qualcuno era chi con la moneta ci speculava perchè magari comprava materie prime che poi trattava e che poi rivendeva a costi di mercato inferiori.E' così che gran parte del sistema industriale italiano ha fatto i soldi.La favola del made in italy di qualità riguarda ben poche eccelleze.Ed infatti quando la competizione si è svolta ad armi pari chi quella eccellenza non l'aveva è sparito o è emigrato altrove piangendo ma di fatto continuando a fare quel che ha sempre fatto ovvero fare il furbo.
Comunque le svalutazioni non le ricorda nessuno e nessuno ricorda l'inflazione al 20 % che significa che ogni anno perdevi potere d'acquisto e che solo in parte la defunta scala mobile compensava.

E nessuno ricorda nemmeno che i tassi dei mutui e dei prestiti erano altissimi e variabile del tipo che le banche hanno sempre fatto come cazzo gli pareva (non che sia cambiato ma prima era peggio...ora son solo cambiati i padroni!)
Poi ovviamente vi era per chi viaggia in Europa o nell'aria adiacente ad essa la rottura di coglioni sistematica di cambiar valuta e di regalare commissioni. Ciò poi influiva anche sull'acquisto delle merci perchè la nostra bilancia dei pagamenti in Lire era sempre in negativo. Tutto ciò nessuno sembra ricordarlo.
E nessuno sembra ricordare un altro fatto non meno importante ovvero che quando è stato fatto il passaggio alla nuova moneta c'è stata tutta una categoria di professionisti e commercianti che hanno applicato un cambio tutto loro convertendo le lire in 1 a 1 senza che nessuno e ripeto nessuno vigilasse.

Questa è stata la causa del nostro successivo impoverimento poichè vi è stato un trasferimento di ricchezza da chi non poteva adeguarsi a chi poteva. Invece di prendersela con costoro che sono stati poi politicamente ben scaltri a farsi rappresentare da chi a sua volta speculava,la gente è stata indotta a prendersela con la nuova moneta come se questa godesse di vita propria e non fosse uno strumento che qualcuno ha deliberatamente usato ai nostri danni.
Eppure la moneta oggettivamente è forte ed è stabile. Le monete di riferimento come il Dollaro ,il Franco svizzero e la Sterlina non hanno mai fatto scendere l'Euro al di sotto di una certa soglia, nemmeno in questo periodo di crisi il che ha garantito che il costo del denaro sia basso(per le banche...per noi è sempre troppo caro...)e l'inflazione tutto sommato stabile(a parte l'italia appunto che paga ancora quello scatto iniziale di raddoppio dei prezzi ma non dei salari)e una diffusione della stessa nel mondo che ti permette di star tranquillo.

Una volta se andavi con la liretta ovunque e provavi a pagare qualcosa con essa ti guardavano con lo sguardo di chi sta per chiamare la neuro!Oggi se tiri fuori gli Euro li prendono ovunque.Qualcosa vorrà pur dire no?
Eppure i demagoghi nostrani(Grillo,la lega,la destra ma anche tanta parte della sinistra o presunta tale) strillano contro la moneta ed è palese che lo fanno solo per cavalcare l'onda.
Invece nessuno sembra interessato a cercare a livello europeo un interlocutore con cui provare a migliorare le cose come ad esempio istituendo una banca centrale europea vera svincolata da banche private e gruppi di interesse.E nessuno parla di ridiscutere le regole della finanza per vietare le speculazioni sugli stati,vietare le scommesse sui debiti e vietare di giocare coi soldi pubblici.

Mi rendo conto che ciò è difficile da spiegare alla sora lella ma una buona politica nasce anche dal cercare di aprire gli occhi alla gente spiegando le cose per quel che sono e non per quel che qualcuno ha interesse a far credere.
Se poi mi venite a dire o chiedere chi dovrebbe far ciò...beh...il discorso è lungo e la risposta è: non lo so! Ma almeno un punto di partenza potrebbe essere quello di cambiar canale o voltar pagina quando ci troviamo di fronte tutti questi demagoghi che invece di farci spendere quei pochi euro per rifar la serratura della porta ci incitano quasi a dover rifare tutta casa!Meditate gente...
21d86beb-3015-4baa-9aa3-818975abb0c0
48 secondi fa Una delle cose che maggiormente non sopporto è la ricerca dei capri espiatori quando manca la capacità sia di ragionare e sia di ricordare. E' più forte di me. Non lo sopporto. Criticare per cambiare un qualcosa che non va è non solo un diritto ma anche un dovere ma un conto è...
Post
04/12/2013 14:24:09
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.