Il rispetto prevede verifiche o lo si da a prescin

16 maggio 2010 ore 20:43 segnala
Personalmente sono convinto che il rispetto sia un apertura di credito che si concede a chiunque. Ma non sono affatto un buonista,uno che porge sempre e comunque l'altra guancia. No,non credo affatto che rispettare gli altri significhi mantenere quel credito sempre aperto. Credo invece che il rispetto una volta che è stato concesso necessiti di continue verifiche e l'altro deve continuamente essere in grado di saperselo meritare.

Alla luce di questa convinzione credo che qualsiasi persona azzeri con le proprie azioni,le proprie idee e i propri comportamenti quel credito si ponga in una posizione tale per cui cessa di meritare rispetto. Personalmente sono disposto al dialogo ed al confronto con chiunque ma non con chi non merita rispetto. Chiunque si trovi in quella posizione da parte mia avrà solo disprezzo e per tanto mi sento totalmente libero di evidenziarlo. Naturalmente parliamo di cose grosse,importanti e non di scaramuccie da commarelle!

Qualche esempio?Bene,poniamo che di fronte a noi in treno segga uno che ad un certo punto inizi a farfugliare frasi contro gli immigrati,contro le persone di colore,contro determinate manifestazioni come lo sciopero. A quel punto mi domando: una persona del genere merita rispetto? No,per me è un idiota,merita disprezzo e nemmeno gli sto a rispondere...anzi...se posso mi alzo schifato e cambio posto! Allo stesso modo,se critico chi ha dato il voto ad un palese corruttore le cui condanne non sono arrivate e mai arriveranno solo per la bravura dei suoi avvocati e la stoltezza di chi gli permette di modificare la legge a suo uso e consumo e queste persone le chiamo idiote chi è nel torto?

Io perchè manco loro di rispetto o chi ha avallato tutto ciò? Il rispetto va guadagnato ma chi non se lo sa guadagnare perchè è direttamente o indirettamente causa del male verso altri o verso il pianeta in cui viviamo,chi commette crimini contro l'umanità,chi fa della discriminazione e dell'odio una bandiera e lo traduce in programma politico merita rispetto? No,per me no. Non ne merita ed avrà solo disprezzo. Mi si dice che facendo così si va allo scontro frontale,alla guerra civile. Beh,credo che vi sia anche una terza via tra lo scontro frontale e il buonismo di chi crede di poter dialogare con un sordo. La terza via è quella di lasciar che il tempo se li porti via. Che crepino senza che si versino lacrime ipocrite e che viva la speranza di chi crede che le cose prima o poi cambieranno quando gli altri si renderanno conto dei loro errori. Prendiamo un caso emblematico di cui ormai nessuno parla.

Prendiamo il caso di chi in certe aree industriali ha fatto il proprio comodo fregandosene delle misure di sicurezza,dell'ambiente e del bene comune. E prendiamo chi,per interessi magari minori come un posto di lavoro ha acconsentito tutto ciò contestando chi in quegli anni denunciava e criticava cercando il “dialogo”. Gli altri per me erano tutti idioti,tutti colpevoli in egual misura sia che fossero i padroni speculatori e sia che fossero la mano d'opera. Poi però che accade? A distanza di anni iniziano a nascere bambini malformati,le falde acquifere sono inquinate. Bene...ecco che qualcuno finalmente si accorge di aver sbagliato. A quanto pare questo è l'unico modo eppure eravate stati avvisati. E di casi analoghi ce ne sono a centinaia.

Chissà com'è però siamo sempre noi quelli da crocifiggere ed allora vaffanculo. Continuate a comportarvi così. Io disprezzo tutto ciò e lo dico e non me ne frega nulla degli insulti che mi possono arrivare da quelle persone. Non mi toccano. Quando perdi il rispetto perdi ogni capacità di essere considerato. Mi siedo sulla riva del fiume della storia ed aspetto. Forse creperò prima io,ma sono certo che a lungo andare gli errori verranno tutti fuori e qualcuno dal futuro stramaledirà queste generazioni di idioti che stanno facendo di questa palletta blu che vaga nell'universo un posto sempre più schifoso. Sono sicuro che anche loro ci chiameranno idioti perchè tali siamo.
11592435
Personalmente sono convinto che il rispetto sia un apertura di credito che si concede a chiunque. Ma non sono affatto un buonista,uno che porge sempre e comunque l'altra guancia. No,non credo affatto che rispettare gli altri significhi mantenere quel credito sempre aperto. Credo invece che il...
Post
16/05/2010 20:43:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.