Il sorpasso...

23 dicembre 2007 ore 11:48 segnala
Non ho la palla di vetro,a dispetto del mio nick non sono nemmeno uno che crede alle premonizioni o altre cazzate simili. Però ho sempre avuto una certa sensibilità,chiamiamola così,per delle previsioni a lungo termine basandomi su pochi dati o sensazioni che normalmente altre persone non riescono a vedere o sottovalutano. In genere invece, alcune di queste informazioni,spesso basate su osservazioni personali,a me balzano subito all’occhio e azzardo delle ipotesi e individuo dei trend.

Purtroppo spesso ci prendo!! Ma al momento,quando rendo partecipi altre persone delle mie osservazioni,vengo preso per idiota ed il miglior commento che posso ricevere è che sono il solito comunista catastrofista!! In effetti però,non credo di essere un catastrofista e nemmeno comunista,visto come ormai questa parola abbia perso il suo significato originale positivo ed oggi venga più usata come insulto che non come base per un confronto.

Mi chiedo però:se uno vive in un condominio e vede delle crepe nei muri,vede l’intonaco cedere in più punti,vede la ruggine aggredire le ringhiere,vede i tubi dell’acqua gocciolare e le tegole staccarsi e fa il paragone col condominio di fronte e constata che è in migliori condizioni del nostro,mi chiedo perché dovrei essere preso per scemo se dico che in quell’altro condominio si sta meglio!! 

Tutta questa premessa l’ho fatta perché pochi giorni fa ho ancora constatato che avevo(purtroppo!) ragione quando,vent’anni fa al ritorno da un viaggio in Spagna,parlando con amici,colleghi ecc dicevo che la Spagna stava crescendo talmente tanto e talmente bene che considerando il trend ci avrebbe inesorabilmente sorpassati. Lo dicevo e lo dicevo a malincuore perché facevo continui confronti e paragoni e mi dispiaceva intravedere che il futuro della mia terra stava diventando sempre più nero mentre quello della Spagna sempre più roseo.

Ma nessuno mi dava retta,ricevevo solo risate di scherno,ma che cazzo dici,non capisci niente,siamo la 6 potenza al mondo…bla bla bla…nessuno e ribadisco nessuno allora mi diede ragione ed io passavo per qualunquista,catastrofista,comunista e naturalmente per idiota. 

Ed invece,questa settimana,ufficialmente è avvenuto il sorpasso:il reddito procapite spagnolo è superiore al nostro:la Spagna ci ha ufficialmente superato!! Ma non è solo una questione di reddito..fosse solo ciò non sarebbe nulla…la Spagna ha superato l’italia già da anni con infrastrutture ed una rete di servizi che noi ci sognamo. Ricordo quando a 16 anni rimasi stupito nel constatare che già allora tutti i miei cugini avevano carte di credito,il numero di sportelli bancari era incredibilmente alto,la dove prima c’era il deserto e stradine tortuose iniziavano a tirar giù autostrade e ferrovie,Barcellona veniva completamente ridisegnata così come poi avrebbero fatto con Valencia,Siviglia e le altre città. Quello che invece non avveniva qui era palese:per me fare allora 2+2 era semplice eppure qui la gente,anestetizzata da spot e programmi idioti,drogati da un informazione che continuava a dire che eravamo grandi (pur se in realtà si vedeva che la nostra economia era solo speculativa) continuava a vivere senza comprendere.

Ancora oggi ci dicono che i disoccupati sono in calo e la gente ci crede senza rendersi conto che questa gente è una enorme massa di precari senza futuro. A meno di credere ancora a chi promette milioni di posti di lavoro(magari tutti assunti in rai come attrici e veline..)o a chi dice che tutto va bene,ad oggi non è difficile ipotizzare altri possibili sorpassi…non so,io sento già il fiato del Portogallo sul collo…

8547686
Non ho la palla di vetro,a dispetto del mio nick non sono nemmeno uno che crede alle premonizioni o altre cazzate simili. Però ho sempre avuto una certa sensibilità,chiamiamola così,per delle previsioni a lungo termine basandomi su pochi dati o sensazioni che normalmente altre persone...
Post
23/12/2007 11:48:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. Ghostdog75 23 dicembre 2007 ore 13:35
    Premetto che non son leghista ne separatista...ma l italia sta ancora in piedi grazie ad una regione ormai...poco citata sempre in secondo piano, parlo del Veneto. Non tutti sanno che la sola provincia di Vicenza esporta quanto il Portogallo...ormai molte regioni sono affondante, per troppo assistenzialismo, classe politica e dirigenziale a dir poco scandalosa, poi tutto il sistema nazionale è da buttare. Siamo in declino???? SI Fineremo come le nazione dell est europeo ormai... Troppo tardi per fare qualcosa e ormai la politica romana ha finito il suo corso. Questa è la fine....perciò credo che abbondonare la nave Italia sia l unica soluzione...della serie si salvi chi può. Almeno qualcosa si salvera come il Veneto che altrimenti verrebbe trainato verso il baratro....chiamatelo egoismo forse, io lo chiamo buon senso...tragico buon senso
  2. demonio 23 dicembre 2007 ore 23:08
    Vedi il problema che tu poni è solo un aspetto della questione e lasciatelo dire anche molto marginale. Potrei risponderti che la Catalunya(regione di Barcellona) ha la sua autonomia e produce molto più del resto della Spagna. Ma lo stato centrale nel rispetto delle autonomie(che pure in italia abbiamo) ha operato in questi anni decisamente meglio. Perchè ha potuto farlo?Semplice,lo ha fatto perchè i cittadini spagnoli sono diversi dai cittadini italiani.Chi crede di risolvere qui i problemi con una legge elettorale o uno schieramento politico o con pseudo separatismi non ha capito che il problema sono gli italiani e non le forme attraverso cui si aggregano. Il Veneto per parte sua produrrà anche mediamente più degli altri ma politicamente a Roma ha sempre avuto i suoi rappresentanti. Ti cito un De Michelis e non a caso cito lui visto che proprio con gli anni ottanta il divario tra politica e popolo si è accentuata. L'assistenzialismo è una gran bufala ,invenzione di chi tende a nascondere le proprie colpe per coprire altre magagne. Il sud di soldi(parlo del sud della gente) ne ha visti pochi e spesso i soldi che dovevano servire al sud per farlo crescere entravano dalla porta ed uscivano dalla finestra prendendo altre strade. Succedeva che quei soldi o tornavano al nord(se vai al sud vedi quanti capannoni finanziati per creare lavoro sono abbandonati e le società erano tutte costituite da "benefattori" del nord che intascati i soldi...sparivano nel nulla. Altri canali facevano si che le mafie prendessero il resto. Di questo,di tutto ciò la colpa è degli italiani che ,parliamoci chiaro,nel loro personale,nel loro piccolo sono un popolo fatto di furbi e furbetti,sempre pronti a fregare il prossimo. Con questa mentalità in larga parte diffusa,si è giustificata una certa politica ed il resto,mi dispiace dirtelo sono chiacchiere da bar. Tra l'altro il Veneto,ha dovuto la sua attuale ricchezza anche ad un ombrello politico(parlo della DC) che negli anni ha favorito un certo modo di fare concorrenza e che è lo stesso modo che oggi si rimprovera ad altri paesi:se prima un francese o un tedesco faceva un prodotto,subito un italiano ne faceva uno simile e grazie alle continue svalutazioni della lira lo piazzava e quando tirava brutta aria interveniva il governo centrale...sempre quello della Roma ladrona...e questo,non so se mi sono spiegato bene,era assistenzialismo bello e buono. Esempio classico quello della Fiat e di altre aziende tipo Enichem...aziende per lo più concentrate proprio nel Veneto di cui parli. Insomma,l'assistenzialismo è deleterio,ma non credere a chi ti racconta favole dicendoti che il Veneto ha lavorato per il resto dell'italia. Non è così.In questo paese esistono solo milioni di coglioni che hanno tutti lavorato per pochi stronzi che se la godono:il resto son favole da leghisti senza scrupoli pronti a raccattare voti di persone semplici e scarsamente informate e fargli credere chissà cosa. Ma a Roma loro ci sono ed integrati perfettamente nel sistema...

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.