Il virus che servirebbe!

03 aprile 2015 ore 14:13 segnala
Uno dei più grandi e madornali errori commessi da Grillo è stato quello di credere che il web fosse l'apice della democrazia e che rappresentasse il massimo dell'intelligenza. Non è così.

Evidentemente non conosceva affatto internet( anche se si vantava del contrario) e dimenticava che internet non è altro che l'espressione specchiata del popolo stesso.

In sostanza in rete trovi esattamente tutto ciò che trovi al di fuori di essa.

Quindi alla rete non va data alcuna connotazione negativa o positiva a prescindere perchè la rete è fatta dalle stesse persone che vivono fuori(tranne eccezioni!!) e sembra una banalità ma non lo è.

Ecco quindi che uno gira in rete e trova queste perle:



A tutti questi signori che vuoi dire? C'è poco da dire. Ma mi viene fuori la seguente considerazione che è amara ma è la realtà dei fatti.

Purtroppo in democrazia non si può impedire che una consistente fetta di popolazione, la cui caratteristica fondamentale è di essere stupida, possa votare per candidati che, nel migliore dei casi sono altrettanto stupidi e nel peggiore dei gran figli di puttana che sfruttano a proprio vantaggio tale situazione.

Quel che si può fare è augurarsi che prima o poi esploda un epidemia di intelligenza che cambi sto mondo assurdo…
6720c383-0bf1-4d18-8744-4f3091e5aa14
Uno dei più grandi e madornali errori commessi da Grillo è stato quello di credere che il web fosse l'apice della democrazia e che rappresentasse il massimo dell'intelligenza. Non è così. Evidentemente non conosceva affatto internet( anche se si vantava del contrario) e dimenticava che internet...
Post
03/04/2015 14:13:44
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5

Commenti

  1. cignonero999 03 aprile 2015 ore 19:20
    Il virus dell'intelligenza si inocula a scuola... e visto come siamo messi per questa epidemia ci vorrebbe un miracolo!!!
  2. demonio 03 aprile 2015 ore 22:46
    @cignonero999 si ma quello è un virus la cui incubazione è lunga e difficile ed è purtroppo anche soggetta a mutazioni culturali del momento che ne mutano radicalmente la sua efficacia!Invece un virus di quelli fulminanti...zacchete...lo prendi ed in 3 giorni ti ammali irrimediabilmente e diventi intelligente!!Vuoi mettere? :devil :yeye :firulì
  3. LaRosaBendata 05 aprile 2015 ore 21:15
    sei troppo buono....mi accontenterei di una peste per idioti....(intolleranti, esaltati xenofobi, razzisti puritani e bigotti... gententina cosi')... certo sarebbe una pandemia complessa da gestire... ma qualcuno deve pur fare il lavoro sporco... w i monatti... :-))) :-)))
  4. dealma 06 aprile 2015 ore 11:27
    Credo che Grillo, o chi per lui, sapesse benissimo pregi e difetti di internet. Solo che è funzionale a un nuovo tipo di propaganda manipolatoria appoggiarsi ai nuovi mezzi, esaltandoli mettendo a tacere il senso critico o deformandone la percezione.
    Internet non è espressione della democrazia innanzitutto perché riguarda solo una percentuale di persone e non tutti gli aventi diritto al voto. Inoltre internet è terreno di grandi e facili mistificazioni (vedi bufale).
    E poi internet offre solo un'illusione di interazione, ma è sostanzialmente un mezzo a una sola via di comunicazione, come la TV. L'illusione è quella di poter rispondere, interagire, ma è un'illusione (come nel film Farenheit 451), non un'effettiva possibilità di confronto.
  5. demonio 06 aprile 2015 ore 13:45
    @LaRosaBendata e si, lo so di essere troppo buono mannaggia!Il problema è che visto che di sti tempi pure i monatti son disoccupati e gli idioti non solo non schiattano ma si riproducono esponenzialmente...forse l'unica cosa possibile sarebbe un qualcosa che di colpo li trasformasse in qualcosa di meglio!Poi...ahooo..tante volte passasse di qui il presidente degli Usa e smarrisse la sua valigetta,qualora la trovassi magari qualche lancio di testate nucleari potrei sempre farlo partire! :hell
  6. demonio 06 aprile 2015 ore 13:53
    @dealma Sai, non sono proprio del tutto convinto che egli conoscesse così bene internet.Certo conosce bene la propaganda come la conoscono bene tutti gli uomini politici.Al di la di tutto io continuo a sostenere che quel che manca è una forte componente culturale che sappia fornire alla gente la capacità di comprensione delle cose.Ci fosse probabilmente le cose andrebbero in modo differente. Invece,e l'esempio lampante è proprio il meccanismo delle bufale,oggi la gente tende a prendere per buona qualsiasi cosa e la rete ha trasformato il nostro tempo in una sorta di pesce d'aprile perenne in cui pochi riescono a riflettere e ad andar al di la del lo ha detto tizio...l'ho letto su...l'ha visto mio cuggggino!Sigh...
  7. julia.pink 08 aprile 2015 ore 15:33
    Quel che si può fare è augurarsi che prima o poi esploda un epidemia di intelligenza che cambi sto mondo assurdo…


    Magari si fanno un vaccino per non prenderla :-p
  8. demonio 08 aprile 2015 ore 19:45
    @julia.pink azz...e non ci avevo pensato!Allora non c'è proprio più speranza! :bugabuga

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.