L'acqua...di chi deve essere?

23 marzo 2007 ore 11:39 segnala
In qualsiasi sistema chiuso mi pare di aver capito(lontani ricordi di fisica e sistemi) che valgono delle leggi che sono immutabili nel tempo e che fin quando tale sistema resta chiuso ovvero non intervengono fattori esterni che ne mutano le condizioni strutturali,non vi potranno essere variazioni fisiche che mutano la quantità di materia. In parole povere,penso al ciclo naturale dell’acqua sul pianeta, Abbiamo il sistema chiuso (la terra),abbiamo la materia (l’acqua) ed abbiamo l’energia che fa da “motore” in questo sistema (il sole). Secondo le leggi fisiche attualmente conosciute l’unica variazione possibile sarà quella dell’entropia legata al sole che aumentando porterà inevitabilmente ed irreversibilmente alla diminuzione dell’energia via via fino all’esaurimento della stessa. Ma la materia rimarrà immutata anche allora,trasformata magari,ma quantitativamente immutata. Ovvero in un sistema chiuso possiamo dire che la quantità d’acqua presente sul pianeta terra resterà sempre immutata a meno che intervenga un fattore esterno al pianeta…del tipo un ET munito di secchiello che scenda negli oceani e si metta a portar via secchiate verso un altro pianeta!! A meno di cose clamorose noi la materia la possiamo trasformare,manipolare,inquinare ma non possiamo farla “sparire”! E allora,a meno che qualcuno non mi dimostri scientificamente,sovvertendo tutti i principi della termodinamica e della fisica attuali, il contrario,perché accendendo le tv,nei telegiornali continuano a circolare queste notizie terroristiche in cui si prospetta un mondo senza più una goccia d’acqua?? E cosa ancora più misteriosa è che la precedente notizia,è sempre seguita da quella che ci è la panacea di tutti i mali che ci garantirà la salvezza,è nella privatizzazione dei servizi idrici, cosa che permetterebbe una migliore gestione di tali risorse(wow!!) e la nostra sopravvivenza…perché così non va…sprechiamo(sprechiamo??) troppa acqua sottraendola(sottraendola?? ) al pianeta e così avanza la desertificazione…e bla bla bla… Terrorismo informativo: diffondere una notizia priva di fondamento o con alcune motivazioni ma senza affrontare i veri problemi. Soluzione al problema proposta in modo subdolo: privatizzazione per la salvezza Risultato: acqua in mano ai privati ,profitti ed un bene primario ridotto alla stregua di un bene di lusso. Non ci siamo proprio!!L’acqua è di tutti e come tale deve restare a disposizione della società. Non è vero che l’acqua come risorsa “sparisce” perché non può andare da nessuna parte ed in questo sistema terra, vi è da millenni un equilibrio tra acqua salata ed acqua dolce che è immutabile nella sua quantità. Quello che succede,come già accaduto in milioni di anni,è che mutino le condizioni climatiche,che muti l’asse della terra ed il cosiddetto asse magnetico e che di conseguenza si abbiano dei mutamenti atmosferici che cambiano anche la morfologia del pianeta che per altro già cambia di suo tra placche tettoniche,terremoti e quant’altro. In tutto ciò quello che non si dice è che i problemi legati all’acqua sono i seguenti: - inquinamento di falde e risorse idriche - cattiva gestione degli acquedotti - interessi privati atti a creare terrorismo per appropriarsi delle risorse Per quanto riguarda il primo problema,devono essere i singoli stati a vigilare su chi, con comportamenti criminali, inquina una falda acquifera. Tale comportamento per me dovrebbe prevedere l’ergastolo sempre e comunque poiché è un attentato contro l’umanità. E non sto parlando del buttare un sacchetto in un fiume o un copertone a mare(cosa per altro sbagliata e deprecabile) ma di fabbriche che col benestare dello stato scaricano rifiuti tossici,scorie industriali e nucleari ovunque e di cui nessuno parla(mi viene in mente Porto Marghera,ma è solo un esempio noto). Purtroppo non si tende a risolvere il problema…ma a trovare una soluzione…acqua minerale per tutti…venghino signori… Per la cattiva gestione degli acquedotti,il discorso non cambia:mi sa tanto di degrado organizzato e voluto da chi di quegli acquedotti vorrebbe appropriarsi. Tanto una volta che si diffonde il panico e si danno false notizie il popolo pecora pur di garantirsi la salvezza darebbe via tutto, come in un vecchio film già visto legato alle indulgenze per il paradiso!! E no,non ci siamo…che l’acqua così come altri beni necessari restino a gestione pubblica…e che chi è preposto a gestirli lo faccia bene…altrimenti…a casa…che di disoccupati ce ne sono in abbondanza!! Infine…questi privati..è ora che ci svegliamo!! Ricordo che ero bambino… chi comprava le bottiglie d’acqua era visto come stravagante o davvero c’erano motivi medici che ne imponevano l’uso. Vi erano pochissime marche di acque minerali ed il mercato certo non era di consumo ma semmai di nicchia. Oggi…in qualsiasi supermercato si vedono interi corridoi pieni d’acqua,vi sono più marche d’acqua che di qualsiasi altro prodotto e la gente esce con carrelli pieni… Devo aggiungere altro? E’ indubbio che ciò sia diventato un affare,ma i danneggiati stavolta siamo noi…e la battaglia è appena agli inizi perché ora questi non si accontentano solo della misera gestione della sorgente…eh no…questi ora vogliono le riserve e gli acquedotti…quindi credo che sarebbe il caso di iniziare a rifletterci su!E quando vi fate il bagno…sappiate che non state violando alcuna legge della fisica…quell’acqua,naturalmente…tornerà esattamente da dove è venuta,almeno fino a quando il sole continuerà a brillare nel cielo!:ok
7639423
In qualsiasi sistema chiuso mi pare di aver capito(lontani ricordi di fisica e sistemi) che valgono delle leggi che sono immutabili nel tempo e che fin quando tale sistema resta chiuso ovvero non intervengono fattori esterni che ne mutano le condizioni strutturali,non vi potranno essere variazioni...
Post
23/03/2007 11:39:36
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. Entropia89 22 aprile 2007 ore 18:21
    ci sono ancora dibattiti sull' argomento, ma la terra non è un sistema chiuso!se così fosse i tuoi ragionamenti filerebbero, non c'è solo l' entropia a segnarne i cambiamenti (e la fine)e già solo il fatto che venga trasformata indica che non è isolata. non c'è bisogno che scenda ET col secchiello a portarci via preziosa materia, ma è la dispersione a pensarci al posto suo (carina l'immagina però:-))))e poi, come hai detto tu, la materia cambia forma, perciò non è detto che ciò che un tempo era acqua diventi vapore e ritorni acqua... le trasformazioni che può subire sono molteplici e può disperdersi e spostarsi a tal punto da sembrare "scomparsa". è vero che la tv ci marcia sopra,sempre con lo scopo di ricavarci un altro tipo di "materia prima" dei tempi odierni che è il dio denaro, però il problema idrico credo sia reale... certo, questo non mi spingerà certo a comprarla, ma sicuramente a non sprecarne inutilmente... mi dipiace non condividere le tue idee, non so perchè, ma mi sento in colpa :mmm

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.