L'illusione dell'amore

09 luglio 2013 ore 14:27 segnala
Non è un argomento che tratto volentieri. Del resto in rete ci sono tonnellate di blog che sviscerano e raccontano l'amore da ogni possibile angolazione. La maggior parte son post al femminile. Ogni post grosso modo appartiene a tre categorie ben distinte: quella di chi un amore lo sta vivendo, quello di chi l'ha perso e quella di chi lo sogna. All'interno di queste categorie tutto un mondo di emozioni e sentimenti che spesso sono anche luoghi comuni. Ma a volte leggo anche cose sentite ed originali se non addirittura interessanti. Ma è raro, di solito alla terza riga abbandono la lettura per manifesta incapacità (mia evidentemente)di sopportazione.

In quale categoria rientro probabilmente vorrete sapere. Beh...al solito in nessuna di quelle categorie. Rientro nella micro categoria di chi pensa che non esista(se non eccezionalmente) e che tutto sia solo una grande illusione. Lo paragono ad un miraggio in un deserto, una illusione per l'appunto che colpisce chi viaggia tra dune infuocate ed è soggetto a colpi di sole. All'improvviso ti appare questa oasi ma, quando credi di averla raggiunta essa svanisce e realizzi che non rimane che altro deserto. Caldo.Infuocato e sconfinato.

Naturalmente le oasi esistono e qualcuno che conosce forse la strada le trova! Magari qualcuno dotato di tanta fortuna corre anch'egli il rischio di trovarne una ma son casi isolati! Per i più l'oasi resterà sempre un miraggio e per tanti, pur avendone trovata una presto realizzeranno che si è inaridita il che è quasi come non averla trovata affatto visto che perdere una certezza è altrettanto poco entusiasmante. Ed allora fanculo al deserto e fanculo alle oasi...arriva un momento in cui uno la smette di correre dietro le illusioni.Si sta molto meglio senza illusioni e tutto sommato questo amore non è poi così necessario forse!
22ed7667-a7e3-474b-b64d-a36c07739f6f
Non è un argomento che tratto volentieri. Del resto in rete ci sono tonnellate di blog che sviscerano e raccontano l'amore da ogni possibile angolazione. La maggior parte son post al femminile. Ogni post grosso modo si divide in tre categorie ben distinte: quella di chi un amore lo sta vivendo,...
Post
09/07/2013 14:27:58
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. dealma 09 luglio 2013 ore 15:37
    tutto, a mio parere, dipende da cosa si intenda per "amore".
    Il concetto di amore romantico è un costrutto recente che si sovrappone a basi biologiche ed economico-sociali che hanno come scopo la sopravvivenza della specie. L'unione della coppia ha lo scopo di offrire alla prole il massimo delle possibilità di sopravvivenza, ma spiegare la cosa in modo tanto prosaico ormai non basta più.
    Da alcuni secoli a questa parte l'unione tra uomo e donna cerca la propria giustificazione in un'armonia di anime. Cosa che è possibile trovare su diversi piani, da quello di amicizia a quello di coppia, da quello parentale e quello filiale, ma che non è necessariamente sufficiente a mantenere salda una relazione.
    Più recentemente alla base dell'unione pare esserci l'attrazione fisica fine a se stessa, le famose "farfalle nello stomaco".
    Peccato che in tutti questi casi si tratti di emozioni volatili, passeggere. Mentre le condizioni che garantiscono la durata di un rapporto richiedono maggior stabilità interiore e una condivisione rinegoziata e ripensata in base ai cambiamenti della vita.
    Si sono spostati i termini del patto da un piano pratico a uno emotivo, fragile e mutevole.
    In questi termini hai ragione, l'amore (o ammmore, come lo chiamo io) è una costruzione teorica che lascia il tempo che trova. Ma sul piano della vita, il trovare qualcuno con cui condividere progetti anche nel lungo termine può essere bello e importante. Anzi, per qualcuno è fondamentale. Poi ci sono persone che, per qualche motivo, fanno fatica a mediare un progetto comune e preferiscono inseguire progetti personali e individuali. E per tali soggetti definire un rapporto duraturo diventa molto difficile, se non impossibile.
    E' questa la differenza tra l'amore idealizzato e quello reale: la capacità di definire un progetto a lungo termine da condividere con qualcuno.
    Su una cosa non sono d'accordo con te: l'amore (quale sia la forma in cui si presenta nella nostra vita) è necessario. :-)
    :rosa
  2. deathinvenice65 10 luglio 2013 ore 10:24
    Secondo me l'amore è qualcosa di illusorio e labile, paragonabile ad una scintilla che si spegne rapidamente. Logicamente ci sono delle eccezioni ma di solito quando ci si innamora tutto sembra bello e fantastico, poi subentrano la noia, la routine che soffoca tutto, iniziano a scoprirsi i difetti che tenevamo accuratamente celati ed al mattino si prova la sensazione di svegliarsi accanto ad un estraneo. A quel punto ci si lascia, per qualche tempo siamo convinti che non riusciremo mai più ad amare nessuno, poi si riprova con qualcun' altro, i cuori si spezzano e poi si riaggiustano, purtroppo l'indole umana tende sempre a cercare un sogno che magari non esiste.
  3. demonio 10 luglio 2013 ore 14:25
    risposta a Delama:
    E' un ottima analisi sociologica che condivido. E per carità, non dico che in generale non sia necessario ma che nel mio caso penso che non avendo trovato la persona giusta e le condizioni giuste per poter condividere un progetto di vita in simbiosi prendo atto che ne debbo fare a meno per cui, diventa qualcosa di non necessario, nel senso che, alla fine vivo lo stesso.
  4. demonio 10 luglio 2013 ore 14:32
    risposta a deathinvenice65 :
    Questo per fortuna(fortuna di chi lo trova!)non accade sempre ma abbastanza spesso. La società di oggi poi ha certamente amplificato il bisogno di finirla con certe finzioni. Credo come diceva Dealma che troppo spesso ci si lasci ingannare dalle "farfalle" e si perda di vista la necessità di condividere davvero un progetto mediando di continuo le proprie necessità e le proprie rinuncie. Verissimo che spesso si vive di sogni ma certi sogni bisogna capirli che non si avverano. Per me da un pò è questa la certezza che ho maturato e pazienza...è andata così.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.