L'inutilità dell'uomo formica

14 luglio 2008 ore 11:44 segnala
Ultimamente sono sempre più pessimista e realista.Ultimamente sono sempre più cinico. Ultimamente sono sempre più convinto che l'umanità sia un qualcosa di molto più simile ad un formicaio di quanto uno possa normalmente pensare. Questo mio ragionamento estremo so già che attirerà molte critiche ma tutto sommato so che i miei modi di guardare il mondo da prospettive insolite mi ha da sempre causato isolamento e critiche. Ci sono abituato insomma. In questo caso quel che mi preme guardare non è il singolo caso: se si guarda ai casi singoli tutta l'umanità è ricca di squilibri ed ingiustizie.Apparentemente siamo tutti dispiaciuti ma egualmente impotenti.

E' così da sempre,non da oggi. Il più forte ha sempre la meglio sul più debole ed il più intelligente ha sempre la meglio su tutti. I più stupidi da sempre son stati soggiogati in modo più o meno palese. Tra i sudditi di un faraone e gli operai di una qualunque fabbrica non corre poi tanta differenza. Le differenze vi sono però in due fattori che nel corso della storia hanno rappresentato due variabili entrambe con un trend positivo. Esse sono la popolazione e la produzione di beni.
Entrambe queste voci hanno avuto una crescita di tipo esponenziale. L'incremento esponenziale si è verificato soprattutto negli ultimi due secoli.

Fino ad allora la popolazione cresceva in modo più o meno lineare ed i beni prodotti soddisfacevano la domanda quasi alla pari tanto è vero che guerre e carestie avevano poi conseguenze sulla crescita demografica. Oggi invece non è così. La popolazione cresce  e la produzione anche in maniera vertiginosa. La cosa strana è che per produrre più beni servono meno tempo e meno persone di prima eppure il tempo libero non è affatto diminuito come non sono diminuiti nemmeno i prezzi...anzi...tutt'altro!!Quello che è successo è che in mezzo a queste due variabili oggi se n'è inserita un altra che è del tutto fuori controllo ovvero la speculazione.

Per far fronte alla necessità di produrre di più il popolo formica continua a lavorare indefesso ed incosciente senza godere dei miglioramenti. Tutto ciò mi fa pensare che il popolo formica nel contesto dell'umanità e del suo progresso è inutile ed è sacrificabile alla causa. Proprio come le formiche che proteggono i magazzini,la regina e le larve ma sono disposte a morire in ogni momento così l'uomo formica vive tutta la vita sacrificandosi per regine madri che nemmeno conosce. E l'umanità tutto sommato cresce solo perchè ogni tanto qualcuno usa l'intelligenza per svelare qualcosa dell'universo.

Pitagora,Archimede,Galileo,Newton,Einstain...ognuno di loro ha fatto fare dei balzi alla conoscenza. Gli effetti si sono sentiti anche per l'umanità ma essa non ne ha la consapevolezza. Come le formiche continua a vivere e lavorare non tanto per se stesso ma per la regina. Che qualcuno inventò la ruota non ha cambiato il fatto che le merci dovessero comunque essere portate da un punto A ad uno B. Prima a mano,poi con un carro,oggi con mezzi a motore. La sostanza resta immutata. Il popolo formica cresce di numero ma la sostanza resta che non cresce di testa e continua a produrre,produrre,produrre sempre di più per arricchire sempre le stesse persone.

Vite intere passate a lavorare senza vivere veramente. Ogni tanto qualcuno si illude di poter cambiare le cose nel mondo ma non si rende conto che noi tutti siamo solo delle formiche...sacrificabili,calpestabili e tutto sommato senza alcuna importanza. Nel momento stesso in cui le formiche decidessero di lavorare meno e di iniziare a parlarsi questo mondo così come lo conosciamo cadrebbe a pezzi. Per questo alle formiche viene di fatto impedito di parlarsi. E queste ci mettono anche del proprio in quanto invece di parlare,di capirsi e di aiutarsi esse amano litigare e sopraffare la formica che sta accanto.

L'umanità è questa,che ci piaccia o no è inutile illudersi : se non sei regina,se non sei una mente eccelsa o se non sei forte più degli altri non sei nulla e non ti servirà nessun Netlog per farti forte e far credere che puoi strillare così tanto da farti sentire da qualcuno!Nessuno ti ascolta,nessuno può distrarre l'uomo formica dalla sua missione che è di essere un numero in mezzo a tanti altri numeri.
9646010
Ultimamente sono sempre più pessimista e realista.Ultimamente sono sempre più cinico. Ultimamente sono sempre più convinto che l'umanità sia un qualcosa di molto più simile ad un formicaio di quanto uno possa normalmente pensare. Questo mio ragionamento estremo so già che attirerà molte critiche ma...
Post
14/07/2008 11:44:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.