L’Isis, l’informazione e la percezione della massa

13 luglio 2015 ore 09:16 segnala
Non c’è amico o collega o parente che, in questo momento, parlando del più e del meno non tiri fuori il discorso dell’Isis, del terrorismo e del fatto che siamo in guerra.

Tranne rare eccezioni questa è l’opinione diffusa.

Questo è quel che la nostra informazione ci dice.

E tutti hanno certezze. Poi si vedono programmi altrettanto terroristici che mostrano eventi eclatanti e per contro si intervista l’uomo della strada che già incazzato di suo te lo mettono a parlare con qualche musulmano che vive in italia ed il gioco è fatto: vattene…non ti vogliamo…siete degli assassini…e se quel poveraccio prova a dire qualcosa la folla inferocita lo insulta e gli intima di andarsene via.

Visto e sentito facendo zapping qualche giorno fa su un programma in prima serata.

Non c’è scampo…i media hanno dato alla gente le loro certezze, il loro nemico. E nessuno ha il minimo dubbio che sia così.

Io invece sulla gestione mediatica dell’informazione, più che dubbi, ho la certezza sul fatto che il maggior numero di vittime ad opera dei criminali dell’isis siano cittadini islamici.

Migliaia di cittadini di religione musulmana ammazzati trucidati, città rase al suolo, bambini trucidati, donne schiavizzate, ma tutto ciò sembra non esistere.
Quel che appare è che tutto l’Islam è in guerra contro l’occidente. Manco fossimo ai tempi delle crociate.

Esistono tanti milioni di islamici pacifici e moderati, lessi un bellissimo articolo ad esempio sulle donne tuareg ma anche altre realtà mostrano esempi di tolleranza e progresso civile. Nulla…costoro all’occhio della nostra informazione non esistono.

Si considerano dei delinquenti (questa gente non ha nulla di religioso, non sono nemmeno fanatici, non possono essere paragonati ai Pasdaran di Khomeini tanto per capirci) alla stregua di tutto un mondo islamico che è variegato e che, spesso è solo una estrema povertà ed ignoranza che li rende estremamente diversi da noi.

La dove invece si sono create condizioni di vita migliori c’è ed è in corso un progresso di emancipazione culturale. Sono centinaia di milioni di persone mentre i delinquenti dell’Isis sono poche migliaia.

Queste cose vanno spiegate.

Penso siano queste realtà a dover essere incoraggiate. E protette, non derise e cacciate, specie se in fuga proprio da quei delinquenti.

Eppure la nostra disinformazione si guarda bene dal fare ciò quasi che volesse per forza farci odiare un nemico. E noi abbocchiamo…dimenticandoci così che, noi, loro abbiamo tutti un nemico comune che è questa finanza che tutto può e che nessuno ferma.

L’isis fa solo comodo a quel potere. Fin tanto che è utile viene lasciato fare, quando non lo sarà più verrà spazzato via in un batter di ciglia.

Come Al Quaeda, come tutti i nostri vecchi dittatori amici da Saddam a Gheddafi.
Il resto è tutto fumo e propaganda. Sarà bene che cominciate a capirlo prima di ritrovarvi davvero in una guerra che non è la nostra guerra.

edf93136-8f18-42ca-97cf-ebdaeff2f1b5
« immagine » Non c’è amico o collega o parente che, in questo momento, parlando del più e del meno non tiri fuori il discorso dell’Isis, del terrorismo e del fatto che siamo in guerra. Tranne rare eccezioni questa è l’opinione diffusa. Questo è quel che la nostra informazione ci dice. E tutti h...
Post
13/07/2015 09:16:05
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5

Commenti

  1. cignonero999 13 luglio 2015 ore 09:33
    Ognuno ha bisogno del suo nemico....
  2. demonio 13 luglio 2015 ore 11:03
    @cignonero999 Io no!Mai avuto bisogno di un nemico!
  3. cignonero999 13 luglio 2015 ore 15:51
    E beato te,vuol dire che hai raggiunto la saggezza..e la pace dei sensi!!! :inchino :-))
  4. 1000.volti 13 luglio 2015 ore 18:08
    Non riesco a commentare(l'ho appena fatto).... Spesso non penso a queste cose,e tu ,ancor piu spesso ,riesci a rendermele chiare....
  5. demonio 14 luglio 2015 ore 09:14
    @cignonero999 magari fosse così! No, io di mio son sempre stato pacifico del tipo che se nessuno mi fa nulla io sto bene così quindi non mi cerco nemici.Il guaio è che nella vita di tutti noi son gli altri a cercare te e così...addio pace...
  6. demonio 14 luglio 2015 ore 09:17
    @1000.volti ma sai,spesso certe situazioni sono poco chiare anche a me però poi succede che parlo con tizio,sento caio guardo qualcosa, ne leggo altre e pezzo dopo pezzo mi accorgo che forse le cose non stanno come ce le raccontano ed il blog mi aiuta a far in modo che se ne possa ancora discutere!
  7. 1000.volti 14 luglio 2015 ore 09:49
    Eheheh,io faccio prima!!! Leggo te!!:-))
  8. demonio 14 luglio 2015 ore 10:01
    @1000.volti e grazie per la fiducia! :inchino
  9. 1000.volti 14 luglio 2015 ore 11:02
    Ps: è una situazione di comodo,fino a che è gratis:-p
  10. demonio 14 luglio 2015 ore 20:31
    @1000.volti ah ma allora non c'è problema...il blog è tutto gratis!! :ok
  11. Neuronerosashioccato 19 luglio 2015 ore 18:11
    E' ciò che colpisce e terrorizza..è uno dei motivi per odiare "lo straniero" ...
    sono dei folli sanguinari e fanno paura e notizia ..
  12. demonio 21 luglio 2015 ore 11:09
    @Neuronerosashioccato si anche se sono convinto che la maggior opera di terrorismo venga fatta proprio dai mezzi di comunicazione.
  13. Neuronerosashioccato 22 luglio 2015 ore 12:26
    Innegabile che è un terrorismo molto pericoloso e particolarmente violento e raccapricciante.
    Come è innegabile che dare visibilità e farne occasione di scoop..ha fatto aumentare diffusione e rischi connessi,del fenomeno in ogni Paese.
  14. demonio 22 luglio 2015 ore 20:04
    @Neuronerosashioccato come ho già detto purtroppo il rischio è quello di far convincere la gente che c'è una guerra tra noi e loro mentre la maggior parte delle vittime sono proprio cittadini di religione musulmana.
  15. Neuronerosashioccato 22 luglio 2015 ore 22:11
    si..solo che da noi fa notizia il caso che coinvolge europei o c.que cittadini non musulmani..
  16. demonio 23 luglio 2015 ore 09:41
    @Neuronerosashioccato fa notizia perchè fa comodo far passare la cosa come una guerra di civiltà o di religione così che da ambo le parti schiere di imbecilli siano pronte a far le pecore obbedienti
  17. Neuronerosashioccato 23 luglio 2015 ore 23:05
    Vabbè..mo sono distratti dalla tassa sul condizionatore :D :D
  18. demonio 24 luglio 2015 ore 11:06

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.