La mistificazione della realtà

08 aprile 2011 ore 10:24 segnala
La mistificazione è un inganno ed ha lo scopo di “annebbiare e confondere” per far in modo che si deformi la realtà. Ovvio che chi fa ciò tende ad ottenerne dei vantaggi personali. Quando vi è un abuso continuo e costante c'è il rischio che addirittura chi inganna finisce per credere che la realtà sia proprio quella. E finiscono per crederci un po' tutti tanto che nelle discussioni su degli argomenti cambia completamente il centro della discussione. Ciò è assurdo. Sembra di vivere in una soap opera. Un esempio emblematico che andrebbe messo tra le frasi e parole da abolire perché francamente non se ne può proprio più e questo “fantomatico scontro” tra politica e magistratura.

La mistificazione della realtà ha infatti partorito questo concetto e tutti ne dibattono perdendo di vista la realtà oggettiva dei fatti!!Da destra e da sinistra tutti partono da li...chi accusa la magistratura di essere politicizzata e chi invece la difende dicendo che si,vi è un problema di conflitti ecc ecc. Il trionfo del surrealismo! Quel che si è perso di vista è il fatto oggettivo che non vi è nessuno scontro tra poteri ma vi sono delle persone che commettono reati e si rifugiano in politica per non essere perseguiti. Vi sono politici che commettono reati e che cambiano le leggi affinché quei reati non siano più considerati tali. E allora perché devo continuare a sentire che vi è in atto uno scontro tra poteri?

Dov'è lo scontro?Se un magistrato indaga un tranviere perché non va al lavoro per caso si parla di scontro tra tranvieri e magistratura?Se vi sono delle indagini basate su prove,intercettazioni,confessioni,denunce,testimoni,ammissioni e menzogne smascherate la colpa di chi è?Perché si deve attaccare la magistratura inquirente che prova a fare dei processi in modo che si possa stabilire la verità? Che colpa ne ha essa se si trova costantemente di fronte un muro organizzato che, proprio perché usa a suo piacimento il parlamento per legiferare contro chi indaga,crea questa mistificazione della realtà inculcando nei cittadini il concetto che c'è una persecuzione e per tanto la politica si deve difendere?

Tutto ciò è assurdo. Un po' come quando sento dire che Craxi è stato esiliato. No,Craxi è scappato per non andare in galera per aver commesso reati comuni(corruzione,concussione ecc)e non reati politici. L'esilio è cosa ben diversa. Si va in esilio quando viene a mancare la libertà di opinione e si scappa via per continuare una battaglia ideologica e non per interessi pecuniari. E' un epoca assurda senza senso. Tutta la realtà viene piegata e modificata tanto che alla gente si da tutto da bere. Un ministro viene pizzicato?Not problem...si giustificherà dicendo che non sapeva chi gli ha comprato casa...quell'altro va a puttane e non lo sa,manco fosse davvero convinto che il suo fascino da vecchio settantenne sia infallibile; l'altra imbecille spergiura sulla sicurezza delle centrali nucleari,si fanno riforme e i ministri titolari nemmeno sanno che son state fatte salvo poi incazzarsi e dimettersi. Francamente tutto ciò è davvero troppo ridicolo.
9c1ac1a0-a46e-4e1c-a91a-7cc6826d0a6a
La mistificazione è un inganno ed ha lo scopo di “annebbiare e confondere” per far in modo che si deformi la realtà. Ovvio che chi fa ciò tende ad ottenerne dei vantaggi personali. Quando vi è un...
Post
08/04/2011 10:24:49
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. rugiadacolori53 08 aprile 2011 ore 12:33
    Mistificazione della realtà per continuare ad avere potere, per conservare il ruolo che il " Narciso " ha acquisito, non importa come, non importano le menzogne, non importa l'abusivismo dell'altrui concetto di vita, non importa i muri crollati, le vite perse, conta la vetta raggiunta, e credersi onnipotenti......come abbiam fatto a giungere a sti infimi livelli ???
  2. demonio 08 aprile 2011 ore 12:50
    #
    Il commento è ora pubblico.
    rugiadacolori53 08 aprile 2011 ore 12.33 elimina commento blocca utente
    Mistificazione della realtà per continuare ad avere potere, per conservare il ruolo che il " Narciso " ha acquisito, non importa come, non importano le menzogne, non importa l'abusivismo dell'altrui concetto di vita, non importa i muri crollati, le vite perse, conta la vetta raggiunta, e credersi onnipotenti......come abbiam fatto a giungere a sti infimi livelli ???

    me lo chiedo ogni giorno che passa ma non sono riuscito a darmi una risposta...

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.