La palla

13 dicembre 2012 ore 11:19 segnala
Quando ero ragazzino uno dei giochi più praticati era ovviamente il calcio. Non un calcio sofisticato, niente moviole, niente divise, niente campi, si giocava in strada, al limite in campetti di terra e pietre che noi si trasformava in piccoli San Siro. Unica cosa che ci serviva era una palla dietro cui correre a perdifiato non per 90 miseri minuti ma a perdifiato per ore e ore!!

Vi erano due possibili alternative affinche gli emuli di Paolo Rossi e Zoff potessero cimentarsi nel gioco più bello del mondo ed ovviamente parlo di quel tipo di calcio, allegro e spensierato ma con regole ed etiche ferree, dove se sgarravi eri fuori ma fuori davvero!

Il nostro modo di figli di operai che la domenica c'era la bistecca e le lasagne era quello democratico di chi compra il pallone mettendo ognuno una quota. Il pallone era di tutti ed un giorno a testa ognuno lo custodiva a casa. Se si fosse bucato lo si sarebbe ricomprato tutti insieme!

Poi c'era l'altro modo, quello di chi andava a giocare con chi un pallone ce l'aveva. Ma il più delle volte finiva male poichè chi il pallone ce l'aveva decideva anche le regole, decideva chi giocava e chi no e se perdeva prendeva la palla e se ne andava perchè il pallone è mio e faccio come mi pare!

A distanza di anni vedo che le cose non sono cambiate. Da un lato c'è chi cerca in qualche modo di partecipare, di scegliere(lasciamo perdere poi che mancano contenuti...quello è un altro discorso!Per lo meno ci provano...),insomma di attuare in concreto una forma di democrazia in cui si decide insieme.

Dall'altra invece c'è chi il partito è mio e faccio come cazzo mi pare!Vaado via,no torno,no vado via,lui è il mio successore, no lui non decide un cazzo anzi sai che c'è torno! Per non parlare poi dell'altro che, non sia mai che gli fai una critica e sei fuori dal partito...non t'azzardare...comando io...il pallone è mio e faccio come cazzo mi pare!

Beh...è indubbio che di italiani che amano percorrere la via facile e che pur di non cacciare quelle 50 lire a testa per comprare il pallone preferiranno aggregarsi con chi già ce l'ha, faranno finta che gli piace, accetteranno tutti i loro capricci e ne parleranno male alle spalle ma sempre con lui andranno perchè chi nasce pecora non avrà mai voglia di capire che democrazia è partecipazione e non accettazione muta delle regole che fa il pastore.A voi la palla...
bffbe148-9bc3-4688-9f20-e042c8bfed2e
Quando ero ragazzino uno dei giochi più praticati era ovviamente il calcio. Non un calcio sofisticato, niente moviole, niente divise, niente campi, si giocava in strada, al limite in campetti di terra e pietre che noi si trasformava in piccoli San Siro. Unica cosa che ci serviva era una palla...
Post
13/12/2012 11:19:38
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.