La Rai che vorrebbero

14 aprile 2009 ore 10:09 segnala
A me Santoro non piace,non è mai piaciuto. Lo dico subito tanto per sbaragliare il campo da ogni faziosità. Non sono il tipo,non prendo mai una posizione per “appartenenza” di schieramento. Quindi,tornando al “caso” del momento,ribadisco che Santoro o meglio quel modo di fare giornalismo televisivo a me proprio non va giù. Non mi piace il prevalere delle tesi sui fatti: in genere la trasmissione ha un tema e gli autori fanno in modo che il conduttore da quel tema sviluppi una tesi concentrandosi solo su di essa per cui tutto ciò che segue diventa in second'ordine ed alla fine la tesi diventa anche processo e sentenza. No,a mio avviso quel tipo di giornalismo fa male all'informazione. Un esempio fu la puntata in cui l'Annunziata lasciò lo studio: a mio avviso aveva ragione: il taglio della trasmissione era ottusamente pro una tesi. Il giornalismo deve invece dare informazioni e provare a far riflettere lo spettatore.


Un altra cosa che non sopporto è la ridondanza di “testimoni” e di “difensori” che siedono in queste trasmissioni: tutti gli uni di fronte agli altri,tutti che parlano e nessuno che ha la capacità di poter dire davvero qualcosa...anzi...spesso se qualcuno sta dicendo qualcosa che però, rischia di metter in secondo piano tema e tesi, viene prontamente interrotto. No,decisamente non amo tutto ciò.

Però,pur non amando questo genere di trasmissioni e di conduttori(da Santoro a Fede passando per una infinita varietà di giornalistuncoli ) personalmente se qualche volta mi ci avvicino ho anche l'arma del telecomando: un clic e via,cambio canale! E' semplice...nessuno è obbligato a vedere nulla! Ascolto Travaglio che invece stimo e poi cambio. Lo faccio sempre del resto ogni volta che mi imbatto in trasmissioni analoghe,in personaggi come Belpietro,Liguori o giù di li. Perchè ascoltare il nulla?Meglio evitare!


Eppure...sinceramente non capisco(o meglio...capisco ma è assurdo!) le polemiche di questi giorni.

Il fatto che la politica di governo(con pezzi di opposizione in ordine sparso) si debbano sentire in dovere di attaccare conduttore e trasmissione è un qualcosa di ancora peggiore della trasmissione stessa. In una democrazia sana ciò non potrebbe mai avvenire. Ma stiamo scherzando?

La contro tesi infatti sarebbe che un servizio pubblico(pubblico??) non può permettere che una trasmissione dia spazio a chi di fatto attacca l'operato del governo!!Quindi in base a questi signori andrebbe bene invece un servizio pubblico che tesse incondizionatamente le lodi del governo? Ridicoli ma anche pericolosi: una trasmissione può anche non piacere ma la politica non può avere il diritto di mettere il naso nell'informazione così come non dovrebbe metterlo nella magistratura...


Infatti a parte le critiche più o meno legittime che si possono fare ad una trasmissione quella rimane pur sempre una trasmissione: ti piace la guardi...ti fa schifo non la guardi. Punto. Pretendere che debba dire solo ciò che piace a te non va bene. Imbastire con tanti problemi che ci sono in italia una querelle politica su una cosa del genere può significare solo due cose: o la politica ha raggiunto un livello di stupidità assoluto oppure la politica sta cercando di mettere sotto chiave l'informazione libera,l'informazione che in qualche modo da fastidio. Beh...a me pare chiaro cosa stia accadendo: del resto,a parte le critiche che io stesso ho mosso alla trasmissione nello specifico oltre non potrei dire. Non l'ho nemmeno vista ma da quel che ho capito il caso riguarda alcune modalità di intervento della protezione civile. ?Mbe? Sono nelle varie loro componenti tutti fantastici,si sacrificano e svolgono bene il proprio lavoro.


Mi pare sia stato anche detto. Le critiche però sono state rivolte non alla base ma ai vertici ed alla gestione dell'organizzazione. E allora? Non vedo il perchè non lo si possa fare! Ripeto,si può mettere in discussione lo stile con cui lo si fa(ed a me non piace) ma che uno debba ,se ritiene di avere elementi per farlo,muovere delle critiche è sacrosanto in democrazia. D'altronde qualora vi fossero stati dei reati,delle diffamazioni o degli insulti mi pare che la legge metta a disposizione delle eventuali “vittime” tutti gli strumenti opportuni per rimettere le cose a posto. Ecco perchè,al di la di tutto,questo polverone politico altro non è che un attacco alla libertà di informazione,ne più ne meno. E' come se ci fosse la volontà di un ritorno all'epoca del fascismo quando i famosi cine giornali,anche quando tutto ormai era in rovina e perduto continuavano a tessere le lodi del governo e a dire che tutto andava meravigliosamente bene! Si,questa è l'informazione che vogliono.

10738869
A me Santoro non piace,non è mai piaciuto. Lo dico subito tanto per sbaragliare il campo da ogni faziosità. Non sono il tipo,non prendo mai una posizione per “appartenenza” di schieramento. Quindi,tornando al “caso” del momento,ribadisco che Santoro o meglio quel modo di fare...
Post
14/04/2009 10:09:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.