Lei è andata ,fuckoff!Ma le sue idee purtroppo ancora no...

11 aprile 2013 ore 12:00 segnala
Non c'è stato organo di informazione che non si sia occupato in questi giorni della morte della iron lady. In troppi, ne hanno tessuto le lodi, in tanti l'hanno salutata ed omaggiata come una gran donna. In pochi(ho apprezzato per esempio le parole di Prodi)invece, l'hanno coerentemente criticata anche da morta.
Insieme a Reagan ha dato il via a questa follia che negli ultimi trent'anni ha cambiato in peggio il mondo e le nostre vite. L'idea folle che il mercato dovesse creare benessere e crescita ha di fatto impoverito tutti noi. In italia la sua eredità politica ha visto in Craxi prima e Berlusconi poi i suoi attuatori di una politica liberista e liberticida al tempo stesso poichè quando vengono a mancare le basi per uno stato sociale inevitabilmente si è meno liberi.

Ma i danni questa signora dal cuore di ferro che, durante i suoi mandati, non si è fatta alcuno scrupolo quando si è trattato di passare sulla pelle dei suoi cittadini li ha fatti anche nella sinistra grazie, purtroppo, alla colpevole mancanza di idee e personalità che sapessero contrapporre con forza l'idea socialdemocratica a quella liberista. E così,con una sinistra succube tra un Blair ed un Veltroni per intenderci,ma anche Obama,Zapatero & company, tutti gli esponenti dei maggiori partiti socialdemocratici si son convertiti a questa follia cosmica di un liberismo devoto al mercato.E così si è giunti, soprattutto in italia alla diffusa convinzione (e in economia purtroppo è fondata) che i partiti fossero tutti uguali.

In effetti in questi anni, tranne qualche eccezione che si opponeva con altre ricette ancora più folli, a sentir parlare di privatizzare, di stato più leggero ecc ecc non vi era alcuna differenza. Sarebbe ora che inizino a rifletterci. I sapientoni economisti che hanno generato questo disastro(per noi...loro se la godono...)continuano a riproporre le stesse ricette e la sinistra, in una sorta di pensiero omologato si adegua senza aver il coraggio di cambiare rotta. Einstein disse una volta che "Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose." e mi sembra una verità disarmante se solo qualcuno la volesse far propria.

Ed invece noi cosa abbiamo? Noi abbiamo il nuovo che avanza che tradotto in numeri significa una demenza da egocentrismo da una parte, rappresentata da Grillo che, come ricette, propone semplicemente di non spendere nulla ed è diventato il guru di una folla che non ama pensare mentre dall'altra parte abbiamo un Renzi narciso che come nuova ideologia propone praticamente le stesse cose che proponeva la defunta signora inglese causa di tanti disastri. Non c'è che dire...complimenti!!Vedo insomma con dispiacere che la storia non insegna nulla e che il nuovo che avanza è esattamente mediocre come il vecchio se non addirittura anche peggio.
0abf4538-0835-4359-9567-b1ca5e1b6adc
Non c'è stato organo di informazione che non si sia occupato in questi giorni della morte della iron lady. In troppi, ne hanno tessuto le lodi, in tanti l'hanno salutata ed omaggiata come una gran donna. In pochi(ho apprezzato per esempio le parole di Prodi)invece, l'hanno coerentemente criticata...
Post
11/04/2013 12:00:28
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Commenti

  1. Kappa72 11 aprile 2013 ore 21:15
    Da Glasgow a Bristol ho visto singolari veglie di preghiera che francamente condivido

    http://sphotos-a.xx.fbcdn.net/hphotos-ash3/c38.0.403.403/p403x403/529557_1839969289475540_1231256811_n.jpg
  2. demonio 12 aprile 2013 ore 02:30
    non vorrei esser nei panni di Satana...quella è capacissima di privatizzare pure l'inferno...
  3. dealma 25 giugno 2013 ore 20:34
    Iron lady, rust in peace!
  4. demonio 26 giugno 2013 ore 23:59
    aggiungerei un mortacci sua!!
  5. dealma 27 giugno 2013 ore 09:34
    Quella che ho scritto è una battuta apparsa sui muri londinesi il giorno dopo la sua morte... ma un immigrato italiano potrebbe benissimo farci l'aggiunta da te proposta! :-)))
  6. demonio 03 luglio 2013 ore 11:52
    ahahahah noi non facciamo di queste cose...noi di solito a questo tipo di persone intitoliamo scuole, piazze, vie ecc ecc... ;-(
  7. dealma 03 luglio 2013 ore 12:08
    credi non accada anche in Inghilterra?
    Figurati che alla signora hanno dedicato una statua quando era ancora in vita!
  8. demonio 03 luglio 2013 ore 20:23
    al peggio non c'è mai fine...

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.